REAL FRIENDS vs RISTO ANTICA CAGLIARI

All’impianto sportivo dello Sporting San Francesco va in scena il Mundialito del Calcio a 7 . Si affrontano Real Friends e Rist.Antica Cagliari.

 

È tempo di finali nella serie A del calcio a 5 ; a darsi battaglia per la conquista del titolo vediamo un agguerrita Real Friends e la sorpresa Rist. Antica Cagliari. Primo squillo della gara da parte di Real Friends ; Serreli trova lo spazio per il tiro e libera un destro che Ledda riesce a deviare sapientemente in angolo.  Dopo appena cinque minuti è sempre Real Friends a passare in vantaggio : scambio tra Argiolas e Serreli, con il numero 10 che riesce per sta volta ad angolare ulteriormente e a battere un Ledda del tutto inerme di fronte al piazzato chirurgico dell’esterno di Real Friends. La reazione ospite non si fa però attendere e poco dopo è Stefano Mura ad involarsi in solitaria e a trovare il goal del pari, grazie ad una splendida giocata sullo stretto e ad un tiro di punta che anticipa l’intervento di Piga ; 1-1 e partita completamente riaperta. Nel finale di primo tempo Mocci ha l’occasione per ripassare in vantaggio ; il suo tiro libero è però troppo angolato e finisce largo alla sinistra di Ledda. Poco dopo, è sempre il numero 3 a farsi perdonare il precedente errore con un altro tiro libero che stavolta riesce a sancire un momentaneo 2-1 con la quale le due squadre vanno al riposo. Ad inizio ripresa è ancora Real Friends ad allungare con l’azione caparbia di Luca Schirru ; il numero 5 riesce a vincere un paio di rimpalli e a depositare in rete dopo aver subito un fallo da tergo da parte della difesa di Rist. Antica Cagliari. In questa frazione le due squadre aumentano sensibilmente i ritmi ; prima Stefano Mura non riesce a battere Piga dopo un gran recupero palla a centrocampo, poi è Serreli a sfiorare il goal che potrebbe chiudere definitivamente il match con un destro a giro che si stampa incredibilmente sulla parte alta della traversa. A pochi minuti dal termine è PierAndrea Monni a riaccorciare grazie ad un egregio colpo di tacco sul sensazionale filtrante di Mura. Le speranze degli ospiti vengono però poi spezzate completamente dal nuovo tiro libero di Gianluca Mocci ; il numero 3 sancisce un definitivo 4-2 che permette agli uomini di Fontanarosa di alzare una coppa tanto sudata quanto meritata.


I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che questa edizione esitva si confermano i seguenti sponsor:
-Un nuovo partner, la KBK
Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo , sarà Officina Mush che grazie alla professionilità e creatività dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potrete trovare il loro Store —->Link

 

LE PAGELLE – Real Friends

TOP

Gianluca Mocci : 7.5. L’arma in più di Real Friends. Viene chiamato in causa quando ci sono tiri liberi e particolari punizioni da zone interessanti del campo. Mette in mostra infatti delle capacità balistiche fuori dal comune, che gli permettono ogni volta di calciare con assoluta potenza e precisione. Se inizialmente sembra doversi solo riscaldare, nelle successive occasioni non può proprio sbagliare e riesce a portare a casa una doppietta di fondamentale importanza. Tiratore scelto.

Pierluigi Serreli : 7.5. Fa praticamente tutto ciò che c’è da fare in una partita di tale entità. Apre subito le marcature con un gran tiro di prima intenzione su cui Ledda non può proprio far nulla; poi continua sulla falsariga dei primi minuti, con diverse giocate degne di nota che fanno letteralmente impazzire una difesa che teme sensibilmente il numero 10 e che cerca di raddoppiarlo ogni volta che ne ha la possibilità. Sfiora la doppietta stampando il pallone sulla traversa. Sicurezza. 

Alessio Cadeddu : 7. Si comincia ad innervosire in corso d’opera per i numerosi falli subiti. Ma alla fine è quello il lavoro che viene richiesto al numero 9 ; i due tiri liberi di Mocci sono infatti il frutto della lotta continua e delle sportellate che il numero 9 instaura con tutta la retroguardia avversaria… Molto spesso per soffiargli il pallone sono infatti costretti a buttarlo giù. Ha una difesa del pallone e una esperienza che risulta fondamentale in partite come queste. Professore. 

LE PAGELLE – Rist. Antica Cagliari


TOP

Ivan Paderi: 7. Il leader mentale e fisico di Rist. Antica Cagliari. Gestisce e riparte con continuità, cercando sempre di organizzare al meglio entrambe le fasi del gioco ; si mette sempre in prima linea per dare l’esempio, fornendo in più occasioni delle letture tattiche non comuni a tutti i giocatori. Rist Antica Cagliari riesce infatti a mettere in seria difficoltà una Real Friends fortemente favorita alla vigilia. Sicuro e preciso in difesa e mai frettoloso con il pallone tra i piedi. Leader. 

Stefano Mura: 7.5. Il motorino inesauribile di Rist. Antica Cagliari. Danza sul pallone mettendo in mostra un abilità fuori dal comune nell’uno contro uno e nelle conclusioni verso la porta. Capace di calciare con entrambi i piedi e di fornire anche un giusto supporto in fase di copertura. È infatti da I suoi piedi che partono tutte le azioni pericolose degli ospiti. Squarcio. 

FLOP

Leonardo Luca Famiglietti: 5.5. È molto spesso in una posizione non consona alle sue caratteristiche. Da esterno non riesce infatti mai a spingere come dovrebbe o a rendersi realmente pericoloso in avanti ; prova solo qualche sporadica giocata che non porta però mai il risultato sperato. Meglio quando gioca da centrale. Fuori posizione. 

Matteo Turchi

vs

I FIGLI DEI FIORI vs OREFICE COSTRUZIONI

Mr Soccer 5presenta la serata più attesa del suo torneo estivo: la finale del calcio a 7 della Serie A Open del Mundialito. A sfidarsi per il titolo nella cornice dello Sporting San Francesco sono Figli dei Fiori, che affronta questa finale con la maglia del Belgio, e Orefice Costruzioni, con invece la maglia azzurra dell’Italia. Il percorso di Figli dei Fiori li vede terminare il girone B da primi, superare ai quarti di finale Colo Cali e in semifinale Ristorante 51. Orefice Costruzioni invece dopo aver raggiunto il secondo posto nel gruppo B ha superato Tiriamo a Campari ai quarti di finale e, ai rigori, Autocarrozzeria Mura e Lobina nel turno successivo.

Prima palla per i padroni di casa e match che fino al 17’non regala grandi emozioni. Unica occasioni da goal con Sarritzu che centra la traversa con un bolide dalla distanza, ma la palla dopo aver sbattuto sul legno torna in campo. Il risultato però si sblocca proprio quando mancano otto minuti alla chiusura della prima frazione con Jacopo Ugas che sul corner battuto da Sitzia stacca in maniera imperiosa sul secondo palo trafiggendo l’estremo difensore dei padroni di casa. Cerca subito il pareggio Tavolacci, la cui conclusione si spegne sul fondo, ma il numero 19 di Orefice è implacabile: tempo un minuto e palla dalla sinistra di M. Sitzia che trova ancora pronto al centro dell’area Jacopo Ugas che concretizza un’azione cominciata a centrocampo insieme al compagno con il numero 10. C’è anche l’opportunità per il terzo goal, ma Usai centra il palo a botta sicura. Protagonista negli ultimi minuti Bonu che si fa trovare prontissimo sulle conclusioni di Sarritzu, Dessena e Ennas. Primo tempo dunque che si conclude sullo 0-2.

Il secondo tempo comincia questa volta con la palla nei piedi dei giocatori di Orefice Costruzioni che, continuando sulla falsariga del primo tempo, trovano subito il terzo goal con Matteo Sitzia e una sua botta da fuori. I ragazzi di Figli dei Fiori però scendono in campo con un altro atteggiamento e cercano fin da subito di reindirizzare una finale passata fino a quel momento in svantaggio. Il goal che accorcia le distanze arriva al 27’: Floris calcia in porta, Bonu ci arriva ma non trattiene e sulla respinta si avventa Valentino Casula che insacca a portiere battuto. Nell’azione seguente protagonista Sarritzu che si rende protagonista dell’assist nel goal del 2-3: cross di rabona spettacolare che trova la testa sul secondo palo di Marco Dessena che non sbaglia. Partita quindi riaperta al 29’ ma nessuna delle due squadre, da questo momento, riesce a trovare il guizzo giusto per allungare o pareggiare. I ritmi rallentano e le palle perse aumentano, ma a due minuti dalla fine Ignazio F. Picciau spegne le speranze di Figli dei Fiori: discesa centrale di Ugas e apertura sulla sinistra per il numero 27 che calcia a giro sul secondo palo mettendo alle spalle del portiere il goal della sicurezza e del 2-4. A tempo scaduto ottimo intervento di Bonu su Sarritzu prima e Ennas poi.

Il triplice fischio dell’arbitro sancisce quindi la vittoria di Orefice Costruzioni che si aggiudica il titolo di campione della serie A categoria Open e può festeggiare con i numerosi tifosi presenti appena fuori dal campo. Complimenti non solo ai campioni ma anche ai ragazzi di Figli dei Fiori che escono sconfitti dopo aver dato tutto in campo.

Mr Soccer 5, dopo un intenso Mundialito, Vi da appuntamento alla prossima stagione con la Quartu e la Cagliari League.

LE PAGELLE – FIGLI DEI FIORI

I TOP

Marco Dessena: 7.5. Cerca costantemente la superiorità numerica con il dribbling e l’uno contro uno. Alcune volte gli riesce, in altre occasioni arriva anche ad avere tre uomini a braccarlo e a strappargli il pallone senza commettere fallo. Cerca sino all’ultimo di rimettere in piedi la partita senza arrendersi. OSTINATO

Giovanni Sarritzu: 7.5. Il cross di rabona è stupendo e testimonia le ottime doti tecniche di questo giocatore. Con la palla tra i piedi sa sempre cosa fare e quando farlo, in questa occasione gli manca solo il goal. FARO

Alessandro Floris: 7. Il numero 1 sulle spalle ma non gioca in porta, anzi si posiziona come regista difensivo. Imposta l’azione dalle retrovie e non si fa mancare le discese in attacco: fondamentale nell’occasione del primo goal dei suoi. ARMA D’ASSEDIO

Marco Tavolacci: 7.5. Si propone con costanza in avanti, cercando di farsi sempre trovare pronto dai compagni e rappresentare un’opzione di passaggio vincente. Va vicino al goal in qualche occasione ma nulla di più. COSTANTE

LE PAGELLE -OREFICE COSTRUZIONI

I TOP

Jacopo Ugas: 8.5. Nel primo tempo è semplicemente devastante: quando ha palla cerca subito la profondità e non ha paura dell’uno contro uno. Segna due goal in due minuti e nel secondo tempo sembra sparire dai radar ma ecco che a fine secondo tempo contribuisce sforna l’assist per il goal che chiude la partita e regala il trofeo alla sua squadra. MVP

Fabrizio Bonu: 8. Nel primo tempo non è chiamato all’intervento soprattutto nel finale, quando chiude su Dessena e Ennas. Nel secondo tempo è vero che incassa due goal, ma risponde presente su praticamente ogni pallone che gli arriva e in particolare sulla conclusione di Ennas al 53’ che viene intercettata in tuffo. SICUREZZA

Gianmarco Denotti: 8. Letale con le ripartenze, è lui il riferimento in queste occasioni. Non si limita però a questo dimostrando di affrontare nell’uno contro uno gli avversari senza paura e provando la conclusione nello specchio della porta in più occasioni. SCHEGGIA

Ignazio Francesco Picciau: 8. Arriva in ritardo alla finale e scende subito in campo. Sembra metterci un po’ ad entrare in partita e infatti le occasioni migliori arrivano dal 22’: prima un tiro in porta, poi io goal e una ripartenza che non si concretizza perché con Sitzia M. si ostacolano a vicenda. Però ha il grande merito di chiuderla. FATALE

Thomas Victor Todesco

vs

KING CROSS PUB vs HOLLYWOOD CAFE

King Cross Pub è campione, battuta 7-4 Hollywood Cafe, dopo una gara dominata all’inizio poi sofferta nella ripresa dopo il ritorno dei verdi, infine, i gol di Curreli chiudono il discorso: si gioca alle  20.30 per il Mundialito Amatori serie B, la gara è stata sbloccata subito da Giacomo Perra che fulmina Gramignano con un sinistro sotto l’incrocio poi sugli sviluppi di un corner, Floris riceve da Congiu e incrocia bene il destro ma Gramignano con un tuffo importante devia poi Perra ci prova ancora e centra il palo, su bel filtrante di M Secci, Ignazio Secci pareggia dal vertice destro, Giulio Curreli poco dopo ruba palla a quest’ultimo e sigla il 2-1, subito dopo scambia con Perra e sigla il 3-1, poi c’è l’espulsione di Ignazio Secci per fallo (secondo giallo) su Floris poi altra iniziativa di Curreli che sfiora il palo poi c’è il 4-1 e lo stesso numero 10 vola sulla sinistra e serve Andrea Floris che insacca sotto misura. Nella ripresa c’è subito la conclusione di Zuddas che dopo un dribbling calcia dalla distanza e sfiora il palo poi Secci filtrante serve Alessandro Abis che fa un tiro preciso, palo-rete,  poco dopo palo di Frau e poi anche di Manuel Secci che ci crede e con un bel diagonale firma il 5-3, un tocco di mano appena dentro l’area concede il rigore ai verdi:  Manuel Secci infila sotto l’incrocio poi Perra si accentra e incrocia il destro che colpisce il palo poi c’è Il grandissimo gol di Giulio Curreli che dall’out di destra Con un missile infila sotto l’incrocio poi dopo un minuto mette il sigillo sfrutta un cross dalla destra e con un sinistro al volo infila sotto la traversa. Al triplice fischio, FESTA FESTA FESTA!

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che questa edizione esitva si confermano i seguenti sponsor:
-Un nuovo partner, la KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo , sarà Officina Mush che grazie alla professionilità e creatività dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potrete trovare il loro Store —->Link

LE PAGELLE – KING  CROSS  PUB

TOP

Giulio Curreli: 9. Altra prestazione superlativa, ha meritato in pieno il premio di capocannoniere che gli è stato ieri stesso consegnato: ha una marcia in più, gli avversari non riescono a  stargli dietro, parte in progressione ed è inarrestabile; ad inizio ripresa batte la testa e preoccupazione si diffonde tra i presenti, nulla di grave, riprende a giocare e serve due capolavori. MONUMENTALE.

Andrea Floris: 7.5. Ha giocato con impegno e dedizione assoluti, realizza due gol importanti e da grande opportunista. Suo malgrado propizia l’espulsione di Secci , prendendo un calcione. DOPPIETTA.

Giacomo Perra: 7. HA offerto una prestazione di tutto rispetto, ha sempre una qualità apprezzabile: a dispetto della sua stazza, si muove con eleganza, un gol, un assist e un palo. APPLAUSI.

LE PAGELLE – HOLLYWOOD CAFE

TOP

Manuel Secci: 7. Tropo spesso polemico , con gli arbitri e stavolta pure col mister presidente Simone Spiga: però stavolta, Dopo la discussione arriva anche la risposta in campo con due gol e un assist che portano i verdi a -1 dagli arancio. PECCATO.

Nicolò Gramignano: 6.5. Ha offerto una discreta prestazione, ha effettuato qualche buona parata e suo gol subiti non aveva colpa. POSITIVO.

FLOP

Ignazio Secci: 5.5. Ha giocato con impegno e dando buoni risultati fino all’espulsione: ha segnato un bel gol con annesso pareggio poi con due gialli in pochi minuti mette fine alla sua gara e pure al torneo. NERVOSISMO.

Nicola Corongiu

vs

FC COLONIA SARDA 2011 vs PAGU GANA

Serata importante al campo Sporting di Quartu S. Elena, infatti si gioca la finale dela Serie B del Mundialito C7. Le squadre che lottano per alzare la coppa sono FC Colonia Sarda 2011 contro Pagu Gana. Le maglie indossate sono quella della Germania per FC Colonia Sarda e quella del Giappone per Pagu Gana. Nell’aria si sente la tensione di giocarsi una finale e le due squadre sono molto concentrate.

Passano pochi minuti dal fischio d’inizio che Pagu Gana va in vantaggio al 2° minuto con Daniele Pisci che segna con un preciso diagonale di destro. FC Colonia Sarda prova a reagire e va vicino al gol con i tiri di Trudu e Floris. Al minuto numero 9, proprio Omar Floris della FC Colonia Sarda 2011 pareggia i conti. Correndo palla al piede riesce a fare fuori due difensori avversari e insacca il pallone di destro, 1 a 1. All’11° minuto FC Colonia Sarda 2011 ribalta il risultato e passa in vantaggio con un gol di Roberto Berosi che tira da fuori area. La partita è molto equilibrata, entrambe le squadre riescono ad avere varie occasioni da gol, trovando sulla loro strada le parate dei portieri. Il risultato è sempre in bilico per le numerose opportunità da gol, e al minuto 22, i Pagu Gana pareggiano con il numero 10 Nicolas Tumatis. L’azione difensiva, viene trasformata in contropiede da Riccardo Secci che porta palla sulla fascia destra e serve l’assist a Tumatis per il 2 a 2. Il primo tempo si chiude in parità.

La ripresa inizia con le squadre che sembrano essere scese in campo con più prudenza, infatti gestiscono di più la palla, e le poche conclusioni sono nate da azioni poco convinte. Sono calati i ritmi. Tumatis sbaglia un gol solo davanti al portiere, mentre il portiere della FC Colonia Sarda 2011 devia in corner un tiro dei Pagu Gana. Bisogna aspettare al 47° minuto per rivedere un gol. Roberto Manca si fa trovare pronto in area di rigore, infatti riesce a segnare su una ribattuta centrale del portiere. La FC Colonia Sarda 2011 si porta sul 3 a 2 a pochi minuti dalla fine. Ormai sembra essere fatta, ma proprio sul finale del minuto di recupero i Pagu Gana guadagnano una punizione. Il tiro viene respinto dal portiere e Roberto Manis realizza il gol del pareggio. Finisce 3 a 3, quindi, la finale, sarà decisa ai calci di rigore. Le grandi parate del portiere Manue Erbi, che para i primi due rigori, portano i Pagu Gana a +2 sul tabellino dei rigori. Vincono i Pagu Gana 3 a 2 e si aggiudicano la coppa del torneo Mundialito C7 di Serie B.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che questa edizione esitva si confermano i seguenti sponsor:
-Un nuovo partner, la KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo , sarà Officina Mush che grazie alla professionilità e creatività dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potrete trovare il loro Store —->Link

Le pagelle – FC Colonia Sarda 2011

I Top

Omar Floris 7.5: Una buona partita quella giocata da Floris. Porta palla e va alla conclusione varie volte. Prova a rendersi pericoloso e realizza un gol. Nel finale, un fallo tattico sul portiere gli costa un cartellino giallo. Propositivo

Giacomo Curreli 7: Gioca con personalità, trova gli spazi vuoti dove farsi servire la palla e avanza verso la difesa e tira in porta. Gli è mancato il gol ma la sua prestazione è tra le migliori. Personalità

Roberto Berosi 7: Fa il suo dovere, sia in fase difensiva che in fase offensiva. Prova la via del gol con due tiri che finiscono al lato ma, al terzo tentativo segna da fuori area. Completo

Roberto Manca 6.5: La sua è stata una prestazione discreta, ma ha avuto la capacità di segnare un gol quando ormai sembrava finita. Speranza

 

Le pagelle – Pagu Gana

I Top

Riccardo Secci 7: Il laterale destro si sacrifica molto, gioca bene in difesa marcando gli avversari e porta palla salendo in attacco. Serve un assist al suo compagno e arriva anche alla conclusione. Pendolino

Nicola Tumatis 7: Gioca a testa alta, sempre pronto a servire i compagni anche con passaggi di prima per velocizzare il gioco. Ha le idee chiare su cosa fare e realizza anche un gol. Regista

Manue Erbi 7: Nonostante i 3 gol subiti, ha realizzato qualche bella parata, ma il merito gli va riconosciuto nell’aver parato 2 rigori che lo hanno reso protagonista nella vittoria della sua squadra.

Roberto Manis 7: Realizza il gol del pareggio del 3 a 3 e porta i suoi compagni ai rigori. grandi emozioni per il suo gol nel finale. Faro nella notte

 

Marco Seu

vs

FIGLI DEI FIORI VS RISTORANTE 51

Ore 22:00, serata piacevole al campo sportivo Sporting San Francesco. In questa semifinale del Mundialito C7 si sfidano Figli dei Fiori vs Ristorante 51. I padroni di casa vengono da una vittoria nei quarti di finale per 3 a 1 contro SS Colo Cala, mentre Ristorante 51 hanno battutto Quattroemmme Costruzioni per 5 a 4. Prima del fischio d’inizio si è tenuto un minuto di silenzio per un lutto avvenuto dalla parte della squadra Figli Dei Fiori.

I Figli dei Fiori giocano con la divisa del Belgio, mentre Ristorante 51 indossano la maglia del Brasile. I primi minuti di gioco vengono spesi per studiare gli avversari e far carburare le gambe. Al nono minuto arriva il gol di Giovanni Sarritzu che realizza una splendida rete da fuori area di destro, spedendo il pallone all’incrocio dei pali. E’ 1 a 0 per i Figli Dei Fiori. Le due squadre si affrontano a viso aperto senza risparmirsi nei contrasti, ma c’è grande sportività e rispetto tra le due formazioni. Al 19° minuto il portiere della Ristorante 51, Marco Canetto, blocca con una presa salda una punizione rasoterra. Vicino al gol i Figli dei Fiori con Francesco Ennas che corre sulla fascia, si accentra e tira di sinistro. La sua forte conclusione, colpisce il palo e termina fuori. Termina, dunque, 1 a 0 il primo tempo, per i Figli Dei Fiori.

Inizio del secondo tempo col botto per i Figli Dei Fiori che al primo minuto del secondo tempo (26° minuto) realizzano il 2 a 0. Il marcatore è Stefano Corda che con la sua rapidità di gambe e dribling disorientante, fa fuori l’intera difesa creandosi lo spazio giusto per affrontare da solo il portiere. Tira freddo e preciso spedendo il pallone in rete. I Ristorante 51 tentano di accorciare le distanze con le conclusioni di Ortu, Mastromarino e Usai, ma il portiere avversario è attento e si fa trovare sempre pronto. Non da meno il collega Marco Canetto che ha respinto molti tiri con belle parate plastiche. Al 34° minuto, coraggiosa ed efficace discesa sulla destra di Alessio Mastromarino che regala un assist con un cross rasoterra al compagno Sebastiano Usai che non può far altro che appoggiare il pallone in rete di piatto destro. Si accorciano le distanze, siamo 2 a 1. Il direttore di gara dà 2 minuti di recupero e Ristorante 51 guadagna una punizione dalla tre quarti. Il tiro forte ma poco angolato viene parato dal portiere Emanuel Piroddi. Sfumano, così, le opportunità di andare ai calci di rigore e i Figli Dei Fiori volano in finale.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che questa edizione esitva si confermano i seguenti sponsor:
-Un nuovo partner, la KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo , sarà Officina Mush che grazie alla professionilità e creatività dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potrete trovare il loro Store —->Link

Le Pagelle – Figli Dei Fiori

I Top

Giovanni Sarritzu 7.5: Apre lui le danze con un bel gol all’incrocio dei pali. La sua tecnica e personalità lo rendono protagonista delle principali azioni d’attacco. Non è riuscito ad espimere il suo massimo potenzile per via di una difesa tosta che lo ha saputo contenere, a volte con entrate dure. La sua prestazione è comunque ottima. Certezza

Stefano Corda 7.5: Realizza il gol del 2 a 0, bevendosi letteralmente la difesa avversaria. Ha provato a segnare con varie conclusioni respinte dal portiere, dimostrando di essere un giocatore pericoloso, grazie anche alla sua rapidità. Scheggia

Emanuel Piroddi 7: Grande prestazione quella dell’estremo difensore. Ha mantenuto sangue freddo ed è stato bravo a farsi trovare in posizione per poter difendere la sua porta. Sicurezza

Marco Dessena 7: Il numero 10 si comporta come ci si aspetta da un giocatore che indossa questa maglia. Gestisce bene la palla, gioca a testa alta e serve i compagni. Si muove con intelligenza tra le linee e arriva, quando può, alla conclusione mettendo in difficoltà il portiere della squadra avversaria. Riferimento

Le Pagelle – Ristorante 51

I Top

Marco Canetto 7: Il numero uno della Ristorante 51 è stato tenuto occupato dai tiri degli avversari, ma ha saputo rispondere in maniere egregia sia su conclusioni da calcio da fermo, sia su azioni. Sicuramente ha contribuito a mantenere viva la sua squadra e le speranze per il pareggio fino alla fine. Grande Merito

Alessio Mastromarino 7: Un giocatore che sa come mettere in difficoltà la difesa avversaria, compreso il portiere. I suoi tiri sono sempre indirizzati nello specchio della porta, non spreca mai un tiro. Non è riuscito a trovare la via del gol ma ha regalato un assist al suo compagno, rendendosi protagonista. Precisione

Sebastiano Usai 7: La sua è stata una partita ben giocata dal punto di vista tattico. Ha seguito le azioni, mantenuto la posizione in campo e cercato di far valere la superiorità numerica nei contropiedi. Realizza il gol dell’1 a 2. Speranza

Matteo Ortu 6.5: Non ha giocato sicuramente al massimo delle sue potenzialità, complice la buona difesa e i contrasti con gli avversari duri, ma la sua grinta e spirito di iniziativa gli ahanno permesso di recuperare molti palloni e di rallentare le azioni avversarie. Lottatore

 

Marco Seu

vs

AUTOC. MURA & LOBINA VS OREFICE COSTRUZIONI

Alle 21:00, sul campo Sporting San Francesco si gioca la semifinale del Mundialito Open del calcio a 7. In questa gara si sfidano Autocarrozzeria Mura e Lobina, che viene da una vittoria contro i Quinto Uomo dai quarti di finale, e Orefice Costruzioni, che si è guadagnata la semifinale vincendo 7 a 5 contro Tiriamo a campari. Le due squadre scendono in campo con le maglie della Croazia e dell’Italia.

Le due squadre entrano sul terreno di gioco molto concentrate. Nella prima fase del primo tempo si studiano e cercano di capire i punti deboli degli avversari. Marco Pisu va alla conclusione in un paio di occasioni ma senza colpire lo specchio della porta. Sizzia Matteo, prende l’iniziativa portando palla, ma sotto porta non riesce ad avere la freddezza necessaria per realizzare il gol. Le due squadre giocano molto bene, la maggior parte dei palloni vengono contesi a centrocampo. Ottimo il lavoro anche in fase difensiva da parte di entrambe le squadre. Marco Pisu viene pescato solo davanti al portiere da un cross rasoterra dalla destra, ma spedisce alto a pochi passi dalla porta. Alla fine del primo tempo, sempre Pisu, prova il tiro dalla distanza che viene leggermente deviato, ma il portiere della Orefice Costruzioni, Marco Sandro Pibiri è ben attento e, con un rapido tuffo, devia in calcio d’angolo. Finisce, dunque 0 a 0 il primo parziale.

Il secondo tempo inizia con lo stesso entusiasmo e concentrazione del primo tempo. Gli equilibri possono cambiare al 34° minuto quando la Orefice Costruzioni commette un fallo in area di rigore. Sul dischetto si presenta Marco Pisu. Prende una lunga rincorsa e tira forte alla destra del portiere. L’estremo difensore Marco Sandro Pibiri intuisce e con la mano devia il pallone sulla traversa, per poi rimbalzare in aria di rigore ed essere allontanato dai difensori. Ottima risposta del portiere che mantiene la sua porta inviolata. Al 44° Jacopo Ugas prova a portare la sua squadra in vantaggio con una punizione rasoterra, ma il portiere Bruno Piga devia con i piedi in calcio d’angolo. Al minuto 46 arriva il gol dell’1 a 0 per Autocarrozzeria Mura e Lobina. Il marcatore è proprio lui, Marco Pisu che non si è fatto demoralizzare dal rigore sbagliato, ma si fa perdonare con un tiro sporco ma efficace che termina in rete. Piccola nota dolente della partita è una discussione nata per una contestazione di rimessa laterale. Innamorati, già ammonito, viene espulsio per doppio giallo. Manca meno di un minuto alla fine e il punteggio è 1 a 0 per Autocarrozzeria Mura e Lobina. Un tiro di destro del numero 19 Jacopo Ugas pareggia i conti. Finisce 1 a 1 e si va ai calci di rigore. Entrambe le squadre calciano bene senza sbagliare. Al sesto rigore si presenta Walter Masala per Autocarrozzeria Mura e Lobina che tira forte ma alto. Vince così ai rigori Orefice costruzioni e si porta in finale dopo una bella partita. Entrambe le quadre hanno saputo combattere e regalare grandi emozioni.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che questa edizione esitva si confermano i seguenti sponsor:
-Un nuovo partner, la KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo , sarà Officina Mush che grazie alla professionilità e creatività dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potrete trovare il loro Store —->Link

 

 

Le Pagelle – Autocarrozzeria Mura e Lobina

I Top

Bruno Piga 7.5: Il portiere numero 86 ha dato prova di grande esperienza tra i pali. Si è fatto trovare sempre pronto, parando e respingendo i tiri degli avversari. La sua grande reattività gli ha permesso di respingere un tiro al volo da pochi metri e, sempre sulla stessa azione, deviare un secondo tiro da terra con la mano di richiamo. Felino

Marco pisu 7: Prestazione altalenante dell’attaccante, che sbaglia due nette occasioni sotto porta. Ha la possibilità di segnare di rigore, ma sbaglia anche questo grazie alla parata del portiere. Ha molta grinta ed energia, corre su molti palloni e pressa gli avversari. Gli va riconosciuta la capacità di reaggire di fronte alle occasioni sprecate e di realizzare il gol del momentaneo 1 a 0: Croce e delizia

Samuele Lai 7: Un giocatore che vive ogni azione a mille. Cerca di dare il massimo, prova a incentivare i compagni e cerca di essere protagonista nelle azioni. Si impegna e corre macinando molti km. Grande sacrificio

I Flop

Carlo Innamorati 5.5: Il difensore marca stretto i suoi oppositori. Nelle occasioni offensive sale in area di rigore avversaria e sfrutta la sua statura per segnare di testa. Un doppio giallo gli costa l’espulsione dal campo di gioco. Amarezza

 

Le Pagelle – Orefice costruzioni

I Top

Marco Sandro Pibiri 8.5: Una grande prestazione quella del portiere, a dimostrazione che anche gli estremi difensori possono essere protagonisti di una partita. Concentrazione, freddezza e carattere sono le caratteristiche che posside Pibiri. Il rigore parato e altre belle parate gli consentono di ottenere un il riconoscimento dell’uomo partita. The Best

Jacopo Ugas 7: In campo si comporta bene. Ha provato a segnare in varie occasioni dopo aver corso sulla fascia, ma non era facile in questa partita dove le difese erano ben schierate. Riesce a segnare il gol importantissimo del pareggio. Salvatore

Matteo Sizzia 7: La sua velocità e determinazione danno velocità alle azioni della sua squadra. Corre e protegge palla nei contrasti. Non molto preciso nelle conclusioni ma uno dei migliori della sua squadra per iniziativa. Propositivo

Francesco Ignazio Picciau 6.5: Cerca di farsi trovare sempre pronto, corre palla al piede e prova a servire gli assist per il compagni. Nonostante la fatica non molla e cerca di mantenere la posizione per non lasciare spazi vuoti. Sempre presente

 

Marco Seu

vs

REMAX MISTRAL vs COGONI GOMME

Una finale ricca di gol che ha visto i ragazzi della Remax Mistral dominare la partita e vincere con un netto 9 a 2 sulla Cogoni Gomme. Si aggiudicano così la finale e possono festeggiare l’ottima prestazione.

Match importante al campo Sporting di Quartu S. Elena, infatti si gioca la finale Serie A del Mundialito C7 amatori. Scendono in campo la Remax Mistral con la maglia della nazionale colombiana e Cogoni Gomme, con la maglia della Guinea.

La Remax Mistral fa capire da subito che vogliono tenere loro il controllo del gioco e, dopo aver impostato l’azione con passaggi rapidi e precisi, passano in vantaggio all’8° minuto con Giovanni Argiolas che segna un bel gol con un tiro all’incrocio dei pali. Cogoni Gomme ha difficolta a trovare il suo attaccante di riferimento, Federico Casari, che si muove molto ma non viene servito con passaggi precisi. Al 12° minuto una splendida azione di Giovanni Sarritzu sulla sinistra, che mette un cross di rabona, fa segnare di testa il suo compagno Alessandro Turri, è 2 a 0. Al 20° minuto la Remax Mistral si porta sul 3 a 0 con Giovanni Sarritzu che segna di piatto destro su assist  di Pier Luigi Serreli. Il primo tempo termina con uno spettacolare gol da centrocampo di Giovanni Argiolas che segna la sua personale doppietta, portando il tabellino dei gol sul 4 a 0.

Nel secondo tempo la musica non cambia, infatti la Remax Mistral segna altri 5 gol. Bella l’azione di Pier Luigi Serreli che, dopo aver driblato due difensori, spiazza il portiere avversario con un diagonale preciso. 5 a 0. Al 30° minuto segna Luciano Ambu. Gol della Cogoni Gomme con il capitano Paolo Ciuffo che porta il risultato sul 6 a 1. Un minuto dopo segna ancora Giovanni Sarritzu. 7 a 2 con il gol di punizione di Fabio Viola. Arriva la doppietta del dinamico Pier Luigi Serreli al minuto 48. Proprio all’ultimo secondo, Giovanni Sarritzu segna la rete del definitivo 9 a 2 su assist di Falaguerra.

Una partita a senso unico, dove i ragazzi della Remax Mistral hanno dato segno di essere un’ottima squadra organizzata, con buoni giocatori tecnici. La Cogoni Gomme ha giocato con poche idee, non riuscendo ad concretizzare il passaggio decisivo sotto porta.

–    La KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

–  Sponsor tecnico dell’evento estivo Officina Mush che grazie alla professionalità e creatività dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potrete trovare il loro store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

 

Le pagelle – Remax Mistral

I top

Giovanni Sarritzu 8.5: Il giocatore migliore in campo. Quando entra in campo fa notare la sua presenza grazie alla sua tecnica raffinata e il suo dribling rapido e preciso. La sua personalità gli consente di chiedere palla e gestire l’azione offensiva. Giocatore completo che realizza 3 gol e un assist di rabona. Un gioiello

Pier luigi Serreli 8: Giocatore dalla grande grinta che non si perde in chiacchere. Quando prende palla inizia a correre, punta l’avversario e tira. Realizza 2 gol di cui uno molto bello dove si mangia letteralmente la difesa avversaria e spedendo il pallone alle spalle del portiere avversario. Due gol e un assist. El Toro

Giovanni Argiolas 7.5: Ottima prestazione anche per Argiolas che se non segna gol sensazionali non si diverte. Apre le danze con un gol all’incrocio, facendo capire quale sarebbe stato l’esito della partita fin da subito. Il suo secondo gol lo segna direttamente da centrocampo. Spettacolare

Luciano Ambu 7: Il numero 10 gioca semplice, gestisce la palla e serve i suoi compagni. In campo si muove bene tra le linee e realizza anche un gol. Faro

 

Le pagelle – Cogoni Gomme

I top

Paolo Ciuffo 5.5: Difficile compito per il capitano, il quale ha dovuto lottare contro l’ottima difesa avversaria. Riesce a segnare un gol ma il suo impegno non basta per contrastare gli avversari. Guerriero

Simone Muscas 5.5: Corre molto sulla fascia, porta palla e prova anche a segnare. Si impegna molto nel primo tempo ma, nel secondo, la fatica fisica si fa sentire. Sacrificio

Andrea Spiga 5: Tenta di prendere in mano la situazione portando palla al piede e creare azioni d’attacco. Uno tra i più propositivi che non si è fatto scoraggiare dal risultato ma ha comunque giocato fino alla fine. Orgoglioso

Federico Casari 5: Una partita difficile quella di Casari, che prova a fare tagli in attacco, sovrapposizioni, ma non viene servito sui piedi dai compagni. Il suo impegno lo si vede perchè corre e pressa gli avversari, ma non riesce a mettere il segno nelle azioni d’attacco. Non al Top

vs

MALI PIGAUSU vs SMELL BRASIL – PLV MARKET & FD CONCERTI

All’impianto sportivo dello Sporting San Francesco va in scena il Mundialito del Calcio a 7 . Si affrontano MALI PIGAUSU e SMELL BRASIL – PLV MARKET & FD CONCERTI.

 

È tempo di finale allo Sporting San Francesco ; a darsi battaglia per il titolo finale della Serie B vediamo affrontarsi il Mali Pigausu reduci dell’importante vittoria nei confronti di Real Team, e uno Smell Brasil giunto alla giornata odierna dopo la serie infinita di rigori con il Molo Murgia Real.
Dopo i primi minuti dedicati allo studio, al 9′ è Smell Brasil a passare in vantaggio grazie al cross chirurgico di Secci e all’incornata perfetta del solito Giulio Ledda. La risposta di Mali Pigausu non si fa attendere e poco dopo è Andrea Testa su punizione a sfiorare il pari con una conclusione violenta e precisa ; Locci si rivela però attento e reattivo. Nel giro di due minuti gli ospiti riescono anche a raddoppiare grazie al dubbio fallo di mano di Davide Testa in area di rigore ; dal dischetto va un Luca Serra che riesce a trovare il goal del momentaneo 0-2 con un destro rasoterra. Con una Mali Pigausu completamente allo sbando e senza reali convinzioni di poter agguantare il pari, a pochi minuti dal termine ancora Smell Brasil riesce a chiudere virtualmente i giochi grazie al colpo da biliardo di Giulio Ledda ; il numero 7 si fa infatti trovare al posto giusto al momento giusto per il goal che vale una momentanea sicurezza. Quando peró tutto sembrava ormai perduto, è Daniel Zara a dare una sveglia ai suoi con una azione personale nella quale salta praticamente tutte le maglie avversarie per poi appoggiare ad un Michael Musiu completamente solo in area di rigore. Si va al risposo sul risultato di 1-3. Ad inizio ripresa ancora Daniel Zara sfiora il goal che potrebbe riaprire tutto ; il suo destro dopo un egregio controllo finisce però di poco a lato. È in questi minuti che Mali Pigausu comincia a premere sull’acceleratore, trovando in modo completamente inaspettato il goal del 2-3 grazie all’azione personale di Andrea Testa e all’appoggio da 0 metri di Daniel Zara. Le speranze dei padroni di casa vengono però completamente annientate dall’ennesimo goal di un Giulio Ledda abile nel anticipare un Cardia uscito completamente a vuoto ; 4-2 e partita che ora può definirsi completamente chiusa. Poco dopo ancora il numero 7 si rende protagonista di una egregia difesa del pallone che permette a Mirko Corona di inserirsi con i tempi giusti per poter battere un Cardia completamente sorpreso dall’incursione avversaria. Nel finale Mali Pigausu prova nuovamente a reagire, trovando prima il goal di Rocca Omar in semi-rovesciata, poi con il mancino piazzato del solito Andrea Testa che da posizione defilata riesce a trovare un angolo praticamente impossibile. Il tempo è però ormai scaduto… Il triplice fischio consegna il titolo a Smell Brasil. 


I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che questa edizione esitva si confermano i seguenti sponsor:
-Un nuovo partner, la KBK
Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo , sarà Officina Mush che grazie alla professionilità e creatività dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potrete trovare il loro Store —->Link

 

LE PAGELLE – MALI PIGAUSU

TOP

Daniel Zara : 8. Sicuramente l’uomo più in forma di questo finale di stagione e l’unico capace di inventarsi quella giocata in grado di cambiare l’inerzia del match. Serve un assist fantastico per Musiu dopo aver saltato praticamente tutta la retroguardia avversaria, per poi timbrare il cartellino nella ripresa con un goal facile quanto essenziale visto il 3-2 appena maturato. Giganteggia a centrocampo. Completo.

Andrea Testa : 8. Quando serve rapidità e velocità ci si deve per forza affidare al numero 8. Non fortunato in più occasioni dove Locci e compagni riescono ad opporsi sempre in modo efficace ; nella ripresa si carica la squadra sulle spalle prima con la splendida giocata sulla fascia che porta poi al goal di Zara, poi con il piazzato mancino strabiliante che però non permette ai suoi di agguantare un pari forse meritato. Leader. 

Micheal Musiu : 7.5. La colonna portante dell’attacco di Mali Pigausu. Instaura una lotta continua con tutta la difesa avversaria, cercando sempre di dare un punto di riferimento e un appoggio a Testa e compagni. Fa tanto lavoro sporco e cerca più volte la conclusione anche da posizioni impossibili ; la fortuna e la precisione il più delle volte non sono però dalla sua parte. Boa. 

LE PAGELLE – SMELL BRASIL – PLV MARKET & FD CONCERTI


TOP

Giulio Ledda : 9.5. Dopo una semifinale non all’altezza, è nelle partite che contano che esce il vero campione e fuoriclasse. Giulio Ledda… un nome e una garanzia quando si parla di buttarla dentro ; quest’oggi il numero 7 si carica infatti letteralmente la squadra sulle spalle, frantumando in mille pezzi una difesa che mai riesce a capirne i movimenti o a intervenire in modo efficace. Fa infatti praticamente quello che vuole con il pallone tra i piedi, portando i suoi alla conquista di un titolo tanto sognato quanto sudato. Bomber di razza.

Stefano Secci : 8. La gara è stata vinta proprio lì ; in mezzo ad un campo completamente dominato dal numero 8. Tutto il reparto reagisce infatti perfettamente alle offensive avversarie ; la difesa viene protetta egregiamente, non trascurando però una serie di ripartenza sempre avviate o perlomeno gestite dal centrale di Smell Brasil. Vuole sempre il pallone tra i piedi, rifinisce qualsiasi azione, decide quando rallentare o velocizzare la manovra e infine riesce anche a servire una serie di palloni geniali per i compagni. La mente e il cervello di Smell Brasil. 

Mirko Corona : 7.5. Rapido, scattante e con una agilità fuori dal comune. Martella costantemente una fascia che nessuno riesce a gestire proprio a causa de pressing forsennato dell’esterno di Smell Brasil. Difende e riparte con continuità, dimostrando anche assoluta lucidità in fase realizzativa nonostante le numerose energie sprecate. Sembra infatti non risentire per nulla la stanchezza. Perpetuo. 

Luca Serra : 7. Si procura e realizza il rigore che spezza parzialmente le gambe alla compagine avversaria. Gestisce efficacemente la linea di centrocampo insieme a Secci, fornendo anche un appoggio in più ad Ledda altrimenti fin troppo isolato. Gioca completamente al servizio della squadra, sacrificandosi enormemente in fase di ripiegamento. Deciso. 

Matteo Turchi

vs

CONSULENZA IMPRESA vs QUINTO UOMO C5

Il Mundialito di Mr Soccer 5 categoria Open arriva finalmente alla partita più attesa e per cui combatte dall’inizio del torneo: la finale. A giocarsi il titolo di campione sono Consulenza Impresa, normalmente con la maglia dell’Argentina ma in campo con una divisa verde, e Quinto Uomo, con la divisa a scacchi della Croazia. Entrambe le squadre hanno avuto un percorso contraddistinto dalla continuità di risultati che le ha portare a giocarsi il titolo sul campo dello Sporting San Francesco alle 20:30: Consulenza Impresa ha terminato la fase a gironi nel gruppo A come prima della classe, mentre nella seconda fase, nella Serie A, è arrivata davanti proprio a Quinto Uomo con 9 punti battendo poi in semifinale Avicola Passerini per 4-3. Quinto Uomo invece ha finito come seconda il gruppo B della fase a gironi e nella Serie A, come scritto sopra, ha terminato proprio alle spalle di Consulenza Impresa per superare poi in semifinale Los Chinos.

Primo pallone di questa finale toccato da Quinto Uomo che non perde tempo e impegna subito Ledda con Spanu in due occasioni, per guadagnare poi due corner con Falconi e ancora una volta con il numero 9. Le occasioni non mancano sull’altro fronte e Valdes è chiamato all’intervento sulla conclusione da due passi di Sarritzu al decimo minuto ma al 15’ ecco il primo goal della partita: Curreli serve Giovanni Sarritzu che arriva a rimorchio dalla destra e con la punta buca Valdes sul primo palo. Non ci stanno i ragazzi di Quinto Uomo che cercano di rimettere il punteggio sul pari facendo entrare nel vivo questo primo tempo: prima è Ruggiu che costringe Ledda all’intervento in tuffo, poi bello scambio tra lui e Spanu che si conclude con la conclusione di quest’ultimo che trova ancora una volta Ledda prontissimo con una parata quasi in spaccata. Tuttavia al 21’ il portierone di Consulenza Impresa deve arrendersi al forcing di Quinto Uomo: palla filtrante alta splendida di Ruggiu che mette Giacomo Giovanni Ruzzu davanti al portiere, il numero 5 colpisce al volo e centra la porta. Gli ultimi quattro minuti del match scorrono e il primo tempo si conclude in parità: si gioca su alti ritmi, le squadre muovono il pallone bene, non cercando l’iniziativa personale e aspettando che l’avversario lasci degli spazi utili per colpire con efficacia.

Consulenza Impresa da inizio al secondo tempo ma la gran parte delle occasioni da goal sono di Quinto uomo. La prima arriva al 28’ su calcio di punizione calciato moto bene da Ruggiu che però centra in pieno Piaz, al 30’ Ruzzu fa tutto da solo saltando due uomini ma calciando fuori una volta a ridosso dell’area e nell’azione successiva ancora un tiro nello specchio della porta di Piaz trova la deviazione sfortunata di un compagno di squadra. Vicinissimo al goal invece Spanu che si inventa un dribbling sullo stretto e calcia appena ha la possibilità: la palla trova prima Ledda che la spedisce sui piedi di un compagno per poi farla sua. La partita a partire dalla metà del secondo tempo si infiamma: Piaz apre per Spanu che viene anticipato da Ledda che a sua volta innesca un contropiede per Consulenza Impresa che viene fermato dall’altra parte del campo da Valdes. Ma a dare la vera scossa è il goal del 2-1 firmato da Marco Dessena al 35’ che con un sinistro letale, dopo un’azione personale, non lascia scampo a Valdes. La risposta di Quinto Uomo è immediata e Piaz dalla sinistra, nell’azione subito successiva, riesce a servire Luca Ruggiu che di prima insacca sul primo palo. I ragazzi con la maglia scacchi provano ad allungare le distanze ma Ledda al 38’ dice di no con l’ennesimo super intervento della serata, ma al 42’ arriva il 2-3 con la letale ripartenza sulla fascia di Giacomo Giovanni Ruzzu che in un momento chiave della gara sigla il vantaggio a otto minuti dal termine. E se la gara si era infiammata a metà secondo tempo da qui in poi si assiste ad un vero e proprio spettacolo: in tre minuti arrivano tre goal e un rigore che potrebbe cambiare le sorti del match. A trovare la rete dopo tre minuti, al 20’ è Giacomo Curreli che con una sassata batte Valdes e subito dopo ecco anche il 4-3: protagonisti Curreli che apre per il compagno sulla sinistra e Marco Dessena che è prontissimo a ricevere palla e mettere alle spalle del portiere il goal che porta in testa Consulenza Impresa a pochi minuti dal termine. Quinto Uomo sposta tutto il baricentro in avanti alla ricerca del pareggio che varrebbe i supplementari e al 22’ sugli sviluppi di un corner Marco Spanu sfrutta una dormita difensiva e conclude a rete: Ledda respinge ma sulla seconda conclusione non può nulla. Il punteggio va quindi sul 4-4 e a tempo scaduto Quinto Uomo ha il match point con un rigore ingenuamente concesso dagli avversari su una ripartenza guidata da Piaz e Spanu: proprio il numero 9 si incarica della battuta ma Ledda decide di fare l’eroe parando il rigore e mandando la gara ai supplementari.

Primo tempo supplementare con Quinto Uomo che ha una grande chance al 54’ con Ruggiu che viene pescato dal lancio di Valdes, riesce a saltare l’estremo difensore di Consulenza Impresa calciando però fuori; ma un minuto dopo arriva il goal della svolta: da rimessa laterale laccio dall’altra parte del campo per Ruggiu che mette un pallone teso e in mezzo su cui Filippo Piaz fa tap-in siglando il 4-5. Nel secondo tempo supplementare Consulenza Impresa prova in tutti i modi a pareggiare: di Sarritzu, Dessena e Curreli le migliori occasioni ma al 60’ Quinto Uomo riesce ad uscire in contropiede. Tre giocatori contro Ledda ma l’ultimo passaggio, quello vincente, è quello di Piaz che trova Marco Spanu che insacca a porta vuota.

Finisce quindi 4-6 in favore di Quinto Uomo che vince la categoria Open al termine di una gara bellissima, in cui le due squadre si sono affrontate a viso aperto e senza scorrettezze. Primo tempo più movimentato mentre il secondo ha preso vita in due momenti precisi, al 35’ e al 45’. I complimenti vanno a tutte e due le formazioni, sia per il percorso tracciato durante l’intero torneo sia per l’ottima finale giocata, ma in particolare a Quinto Uomo che alza la coppa aggiudicandosi il titolo. Appuntamento quindi a mercoledì 7 agosto allo Sporting San Francesco per le altre finali targate Mr Soccer 5.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

– KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – CONSULENZA IMPRESA

I TOP

Federico Ledda: 8. Portiere che è una garanzia: para tutto quello che può e in qualsiasi modo. Sempre pronto sulle conclusioni e puntuale nelle uscite ha il merito di prolungare la gara fino ai supplementari con la parata sul calcio di rigore a tempo scaduto. EROICO

Giovanni Sarritzu: 7.5. Tenace e tecnico, sa quando provare la conclusione, quando verticalizzare il gioco e quando fare possesso palla in attesa di spazi utili a colpire. Segna due goal ed è il primo a suonare la carica e l’ultimo ad arrendersi in campo. CONDOTTIERO

Marco Dessena: 7.5. Due goal anche per lui, letale specialmente nelle ripartenze ma abile anche nel gioco sullo stretto. Il suo sinistro fa paura ed è coinvolto in praticamente tutte le occasioni da goal. DEVASTANTE

LE PAGELLE – QUINTO UOMO

I TOP

Claudio Valdes: 8.5. Anche lui non tradisce le aspettative e quando chiamato in causa risponde prontamente. Nel forcing del secondo tempo supplementare contribuisce a mantenere il vantaggio, ma in generale durante la partita non sembra mai in difficoltà. SICUREZZA

Luca Ruggiu: 8.5. Un goal, due assist e play maker della squadra perché sa sempre come e quando muovere il pallone. A questo ci si aggiunge una discreta tecnica individuale che lo rendono uno dei migliori in campo. FARO

Filippo Piaz: 8.5. È in qualche modo coinvolto in tutte le azioni salienti della gara: con la sua velocità e la propensione per le ripartenze e l’uno contro uno è lui a dare il pallone a Spanu nell’occasione del rigore; ma soprattutto segna il goal del vantaggio nel primo tempo supplementare e nell’occasione del 4-6 regala l’assist al compagno con la numero 9. SCOSSA

Thomas Victor Todesco

vs

ATLETICO MADRINK vs CORSO 12 BERTO

Campo Sporting di Quartu S. Elena ore 22:00. L’atletico Madrink sfida i Corso 12 Berto, si gioca la seconda giornata della Serie B del torneo mundialito C7 open, girone B. L’Atletico Madrink viene da una sconfitta contro FC Colonia Sarda 2011. Ad indossare la maglia del Cile sono i giocatori della Corso 12 Berto mentre la maglia dell’Uruguay è indossata dall’Atletico Madrink.

I Corso 12 Berto giocano con un uomo in meno, ma contro ogni aspettativa sono proprio loro a passare in vantaggio con un gol di Francesco Scano al 5° minuto. Il suo tiro sbatte prima sul palo e poi termina in rete. L’Atletico Madrink cerca di attaccare ma le azioni lente e poco ragionate non portano a niente di conclusivo. I Corso 12 Berto corrono e riescono a mantere il vantaggio dell’1 a 0 fino al 22° minuto, quando Giammarco Mazzei pareggia con un bel diagonale rasoterra che lascia il portiere immobile sul posto. Il primo tempo termina 1 a 1.

Claudio Mura batte il calcio d’inizio tirando direttamente in porta dal centro campo. Il tiro teso finisce a mezzo metro al lato rischiando di fare il gol più veloce del torneo e di portare sul 2 a 1 la proprio formazione. Francesco Scano riesce a colpire un palo ed una traversa in meno di un minuto. Sembra che, ad avere l’uomo in meno, sia l’Atletico Madrink piuttosto che i giocatori con la maglia cilena. Al 55° minuto si porta in vantaggio l’Atletico Madrink con Giovanni Salaris che piazza il tiro rasoterra alle spalle del portiere avversario. La sfortuna non è dalla parte dei Corso 12 Berto che perdono un giocatore per infortunio. Da notare il gesto di fair play dell’Atletico Madrink che decidono di far uscire un loro giocatore e di giocare, quindi 6 contro 5. Nel giro di 3 minuti vengono segnati 3 gol da Mattia Fadda, Samuele Argiolas e Giovanni Salaris che portano il risultato sul 5 a 1. Termina in anticipo la partita perchè un secondo giocatore dei Corso 12 Berto si infortuna e quindi, non potendo giocare con 4 giocatori, l’arbitro annuncia il triplice fischio.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

– KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

Le Pagelle – Atletico Madrink

I Top

Giammarco Mazzei 7: Scende in campo con un cannone al posto del piede. Tira da ogni posizione appena vede uno spazio libero. Non sempre precisissimo ma notevole la sua iniziativa. Fuciliere

Samuele Argiolas 6.5: Con un gol, un assist e qualche iniziativa personale riesce ad ottenere una prestazione più che sufficiente. Promosso

Giovanni Salaris 6.5: Segna un gol e si rende pericoloso un un paio di occasioni, gioca semplice e bene. Pulito

Marcello Mura 6: Si comporta bene nella fase difensiva. Non era un compito difficile vista l’inferiorità numerica degli avversari, ma il suo compito lo ha portato a termine. Sufficiente

 

Le Pagelle – Corso 12 Berto

I Top

Simone Pallagino 7: Gioca in difesa, ma avrebbe volute essere in attacco. Quando prende palla si muove veloce e dribla gli avversari. Arriva a concludere sotto porta varie volte e prende anche un palo. Non smette mai di correre e lotta su ogni pallone. La sua prestazione spicca grazie alla sua determinazione. Ultimo ad arrendersi

Francesco Scano 7. Come tutti i suoi compagni, si impegna e dà il massimo. Corre come un cavallo e tira senza farsi troppe domande. Realizza un gol ma il palo e la traversa gli hanno negato la gioia della tripletta. Gladiatore

Andrea Tavolacci 6: Nonostante i 5 gol subiti, si è impegnato su ogni parata, mettendo una pezza dove la sua difesa lasciava i buchi. Con un uomo in meno è difficile mantenere la porta inviolata, ma nel suo ruolo ha dato il massimo. Coraggioso

Simone Marra 6: Corre e cerca di aiutare sia in fase difensiva che in fase offensiva. La fatica si fa sentire ma guadagna la sufficienza considerando il risvolto della partita. Dinamico

 

Marco Seu

vs