CAFE ETNICO vs COGONI GOMME

Cogoni Gomme supera Cafè Etnico ed accede così ai quarti di finale. 7 a 5 il risultato finale.

Al Campo Veritas di Selargius, alle 22,00, gli azzurri di Cafè Etnico in maglia dell’Uruguay e gli Orange di Cogoni Gomme in maglia del Madagascar si sfidano per la terza giornata del Mundialito C7, serie A, girone C Amateur. Cogoni Gomme comincia subito a premere sulla metà campo avversaria. Già al 1° minuto Congera prova dal limite, palla di poco a lato. Spiga penetra l’area avversaria, prova, il portiere ribatte. Passaggio di Congera per Spiga che tenta dalla diagonale e colpisce la traversa. Tiro dalla distanza di Ciuffo, il portiere blocca terra. Cafè Etnico risponde con Secci, corner per Chiminelli che prova di testa, alto sulla traversa. Gli Orange continuano il pressing con Congera, tiro dalla distanza di poco a lato. Poi è Ciuffo che prova dal limite, sopra la traversa. Ancora Ciuffo avvia un’azione personale in profondità, pecca un po’ di egoismo non servendo palla a Congera libero nei pressi, la difesa avversaria chiude. Cafè Etnico avvia alcune azioni offensive con Ledda, Todde e Chiminelli che poi non si concretizzano per imprecisione nelle conclusioni. All’11° Ledda serve in profondità Todde che si avvia in dribbling, ma poi conclude di poco a lato. Ripartono gli Orange con punizione di Viola per Congera che poi svirgola fuori. Al 14° altro calcio di punizione di prima di Congera dal limite, la barriera ribatte. Cogoni Gomme continua a pressare, ma la difesa azzurra riesce momentaneamente a frenare gli assalti. Al 18° assist di Congera per Paolo Ciuffo che sigla l’1 a 0. Due minuti dopo assist di Di Benedetto per per Andrea Spiga che raddoppia. Al 21° Congera prova dal limite, Piccioni ribatte, Paolo Ciuffo recupera e marca il 3 a 0. Poi Congera serve Di Benedetto che manda alto sulla traversa. Altro passaggio di Congera per Di Benedetto che poi svirgola a lato. Muscas prova dalla distanza, Piccioni blocca. Contropiede di Cafè Etnico con Secci che lancia in avanti per Ledda, anticipato da Vaccargiu. Sul capovolgimento di fronte è William Congera che avvia l’azione personale in profondità, scarta anche il portiere e sigla il 4 a 0. Allo scadere punizione di prima di Muscas, la barriera ribatte. Nella ripresa Orange ancora in avanti con Spiga, passaggio per Ciuffo che effettua l’assist per William Congera ed è il 5 a 0. Un minuto dopo passaggio di Muscas per Congera che prova, il portiere salva in uscita. Al 32° assist di Demurtas per Paolo Ciuffo che sigla il 6 a 0 in mezzo all’immobile difesa avversaria. Al 35° calcio di punizione di prima di Muscas, conclusione altissima sulla traversa. Al 38° assist di Viola per il solito Paolo Ciuffo che marca il 7 a 0. A questo punto Cafè Etnico si scuote alla ricerca almeno del gol della bandiera. Passaggio di Podda per Todde che prova, Vaccargiu blocca a terra. Al 40° Giulio Ledda approfitta di un rimpallo sulla difesa avversaria e piazza la prima rete azzurra. Subito dopo lungo lancio di Secci per Ledda che non ci arriva di testa. Altro passaggio di Secci per Gianluca Podda che sorprende il portiere con un tiro dalla distanza e piazza il 7 a 2. Poi diagonale di Secci dal limite, Vaccargiu salva di piede. Ancora Secci prova la conclusione dal limite, il portiere ribatte con i pugni, Chiminelli recupera e riprova, ma colpisce l’esterno del palo. Al 46° serie di passaggi tra Podda, Secci e Chiminelli che prova, il portiere respinge. La difesa di Cogoni Gomme comincia a dare segni di cedimento. Calcio piazzato di prima di Secci, Vacargiu salva di pugno. Al 49° assist di Secci per Giulio Ledda che marca il 7 a 3. Al 50° punizione di prima dal limite di Giulio Ledda ed è il 7 a 4. Nel minuto di recupero Solinas prova dal limite, Vaccargiu ribatte, Marco Contu recupera e piazza il definitivo 7 a 5. Come si evince dalla sequenza delle reti, gara divisa essenzialmente in due parti. La prima ha avuto indiscussa protagonista Cogoni Gomme che ha chiaramente dominato l’attacco ed ingabbiato i tentativi offensivi avversari, poi ebbri del largo parziale accumulato, hanno pensato di poter gestire tranquillamente il risultato sino alla fine. A questo punto Cafè Etnico si è data uno scossone ed ha approfittato della momentanea stasi dei rivali attuando una serie di azioni concrete che le hanno consentito di arrivare ad un passo dalla clamorosa rimonta, anche se ormai improbabile a causa del pesante passivo precedentemente accumulato.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro Store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – CAFÈ ETNICO

I TOP

Giulio Ledda: 7,5. Segna tre reti su assist, calcio piazzato e sfruttando un rimpallo della difesa avversaria. CAPARBIO.

Stefano Secci: 7. Serve passaggi, batte i calci piazzati, prova la conclusione personale, serve l’assist che manda il compagno in rete. TUTTOFARE.

Gianluca Podda: 6,5. Serve passaggi ai compagni, va a segno con un tiro dalla distanza che spiazza il portiere avversario. SQUALO.

I FLOP

Antonio Piccioni: 5,5. Vero che il comparto difensivo per tre quarti di gara è stato un disastro, ma su qualche azione avversaria si è fatto sorprendere spiazzato. FANTASMA.

IL COACH

Pierpaolo Pau: 6. Inizialmente dispone cambi, dispensa consigli e aggiustamenti tattici, ma con l’accumularsi del passivo sembra perdere ogni interesse alla gara. RINUNCIATARIO.

LE PAGELLE – COGONI GOMME

I TOP

Paolo Ciuffo: 8. Serve un’assist al compagno che va in rete, a sua volta ne piazza tre su assist e una sfruttando un rimpallo. PROTAGONISTA ASSOLUTO.

William Congera: 7,5. Serve numerosi passaggi ai compagni, effettua un’assist, segna una doppietta su azione. CERVELLO MOTORE.

Andrea Spiga: 7. È pronto ad andare in rete su assist del compagno, prova la conclusione personale, effettua passaggi. ATTIVO.

Simone Muscas: 7. Serve passaggi, supporta la difesa, si incarica dei calci piazzati. JOLLY.

IL COACH

Stefano Fenu: 6. Provvede a qualche sostituzione, emana ragguagli tecnici, poi a metà gara abbandona il campo. MINIMO INTERESSE.

Giancarlo Pozzobon

vs

TERZO TEMPO vs TECNORETE MONTE URPINU

Terzo Tempo supera Tecnorete Monte Urpinu, ma entrambe le squadre hanno poche possibilità di accedere alla fase successiva del torneo. 6 a 3 il risultato finale.

Al Campo Veritas di Selargius, alle 21,00, gli Whites di Terzo Tempo in maglia della Germania e i Gialloverdi di Tecnorete Monte Urpinu in maglia del Venezuela, si affrontano per la terza giornata del Mundialito C7, serie B, girone A Amateur. Terzo Tempo subito in avanti con Jimenez che prova dalla distanza, il portiere salva in corner. Poi Bianchini serve Puddu, ancora il portiere para. Al 3° minuto assist di Puddu per Fabrizio Bianchini che sigla l’1 a 0. Il pressing continua. Puddu strappa palla ad Allegri, passaggio per Bianchini, tiro ribattuto dalla traversa. All’8° è Stefano Puddu a destreggiarsi abilmente in mezzo alla difesa avversaria e a piazzare il raddoppio. Tecnorete inizia a contrattaccare. Cross di Allegri per Matta che manca di poco l’aggancio. Un minuto dopo è Mattia Allegri con un colpo di tacco ad accorciare. 2 a 1. All’11° corner per Allegri, assist di testa per Fabio Murgia che prova al volo e trova il pareggio. 2 a 2. Gialloverdi ancora in avanti con Vargiu, punizione per Allegri che poi svirgola a lato. Corner di Allegri per Vargiu che prova, Verafede respinge. Terzo Tempo riparte con Aramo, passaggio per Puddu che tenta dalla diagonale, palla che termina sul lato opposto. Al 16° Jimenez strappa palla a Saviola, azione personale e passaggio per Spissu che poi spreca a lato. Poi Cabras prova la conclusione personale dalla distanza, Spano blocca a terra. Al 20° suggerimento di Aramo per Stefano Puddu che con un gran tiro da circa metà campo piazza il 3 a 2. Whites ancora in avanti con Esposito, triangolo con Puddu, Spano anticipa e salva in angolo. Allo scadere è ancora Puddu a soffiare palla a Vargiu, avviarsi in dribbling dentro l’area per concludere poi di poco a lato. Nella ripresa Tecnorete subito in avanti con Vargiu che prova con due distinti tiri dalla distanza, il primo deviato dal portiere sopra la traversa, il secondo di poco fuori. Al 29° Foschini prova la conclusione personale dalla distanza di poco a lato. Un minuto dopo è Filippo Vargiu che sorprende Verafede con un tiro da lontano e sigla il 3 a 3. Reazione di terzo Tempo con Puddu, punizione di seconda per Jimenez che prova, la difesa ribatte. Altro tiro piazzato di Poddesu, Jimenez raccoglie e tenta la conclusione, la difesa chiude. Al 35° azione personale di Alessandro Poddesu che con un tiro da lontano scavalca Spano e piazza il 4 a 3. Al 39° serie di passaggi tra Poddesu, Esposito e Stefano Puddu che sigla il 5 a 3. Tecnorete risponde con Allegri, tiro dalla distanza, il portiere ribatte con i pugni. Poi triangolo Matta, Foschini, Matta che prova, tiro di poco fuori. Al 41° Vargiu prova dalla distanza, Verafede respinge, Vargiu recupera, serve Matta che manca di poco l’aggancio. Sul ribaltamento di fronte è Poddesu a servire Stefano Puddu che con un’astuto pallonetto sorprende Spano e marca il 6 a 3. Tecnorete non demorde. Saviola prova dal limite, il portiere ribatte. Murgia tenta la conclusione dalla grande distanza, Verafede si distende a terra e salva in angolo. Gli Whites ritornano a pressare. Passaggio di Puddu per Bianchini che tenta da breve distanza, Spano ribatte. Calcio di punizione di prima di Bianchini, la barriera respinge. Allo scadere passaggio di Bianchini per Jimenez che prova, il portiere alza sopra la traversa. Terzo Tempo squadra più lucida ed organizzata in fase d’attacco ha dimostrato una migliore intesa tra i giocatori. Tecnorete Monte Urpinu ha sofferto il pressing degli avversari ad inizio gara evidenziando errori in difesa ed ha pagato qualche imprecisione di troppo nelle conclusioni a rete.

Secondo quanto sostenuto dall’art. 7 del Regolamento della SSDrl Mr Soccer, la squadra di Terzo Tempo subirà una penalizzazione pari a 1 punti nella Classifica Fairplay in quanto uno dei giocatori non indossava la divisa ufficiale durante il match.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro Store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – TERZO TEMPO

I TOP

Stefano Puddu: 8. Abile nel dribbling anche in spazi ristretti segna quattro reti e ne propizia un’altra su assist. CONDOTTIERO.

Fabrizio Bianchini: 7. È pronto ad andare in rete su assist del compagno, effettua passaggi, supporta la difesa. GUARDINGO.

Alessandro Poddesu: 7. Veloce negli scambi e nei passaggi con i compagni, trova la rete con un preciso tiro dalla distanza. CORAGGIOSO.

Pablo Jimenez: 7. Controlla gli avversari al centro campo, serve passaggi in avanti, prova la conclusione personale. REGISTA.

LE PAGELLE – TECNORETE MONTE URPINU

I TOP

Mattia Allegri: 7. Prova più volte la conclusione personale e va in rete, serve l’assist al compagno che a va a sua volta a segno. ATTIVO.

Filippo Vargiu: 6,5. Tenta più volte la conclusione dalla distanza finché trova la rete. CECCHINO.

Fabio Murgia: 6,5. Va in rete con un tiro al volo su assist dalla diagonale del compagno. ACROBATA.

I FLOP

Angelo Spano: 5,5. In cassa almeno un paio di reti su conclusioni avversarie dalla distanza non particolarmente potenti. DISATTENTO.

Giancarlo Pozzobon

vs

STUDIO TORCHIANI NON STOP vs MESSICO

 

All’impianto sportivo del Veritas va in scena il Mundialito del Calcio a 7 . Si affrontano Studio Torchiani Non Stop e Messico.

 

Alle ore 22.00 chiude il programma odierno al campo Veritas di Selargius il match tra Studio Torchiani e Messico. Ritmi alti e serranti fin dai primi minuti ; entrambe le squadre cercano infatti incessantemente quel goal che potrebbe cambiare in modo significativo l’inerzia del match. Al 5′ è Perra ad avere la migliore occasione di questa prima parte di gara ; il numero 11 viene imbeccato magnificamente da Fortuna ma non riesce a dare la giusta potenza alla sua conclusione. A metà ripresa sono però i padroni di casa a passare in vantaggio grazie alla sassata pazzesca di un Daniel Scull che non dà scampo ad un incolpevole Farris. Poco dopo sempre, è sempre il numero 99 a trovare completamente solo un Luca Nonnis abile nell’anticipare il diretto avversario e nel depositare in rete ; parziale di 2-0.  Nel finale è Stefano Porcu ad accorciare le distanze con un destro al volo che battezza l’angolo più lontano per un Serra del tutto paralizzato dalla conclusione del numero 6. Le speranze del Messico vengono però completamente distrutte dall’ennesima giocata di Daniel Scull ; il numero 99 ci regala un altra perla con un tocco sotto delizioso che genera gli applausi di tutta la panchina. Anche la ripresa inizia sulla falsariga dei primi 25 minuti ; è infatti ancora Luca Nonnis a trovare la doppietta con una punizione mancina che il portiere avversario non riesce a respingere in modo efficace. È proprio il numero 7 a salire in cattedra in questa seconda parte di gara : nel giro di due minuti riesce infatti a trovare altre due reti prima con una conclusione dal limite su assist del solito Scull, poi con un azione caparbia che gli permette di portare a casa un poker altamente meritato. Gianluca Loddo nel finale sancisce il definitivo 7-1.

 


I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che questa edizione esitva si confermano i seguenti sponsor:
-Un nuovo partner, la KBK
Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo , sarà Officina Mush che grazie alla professionilità e creatività dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potrete trovare il loro Store —->Link

 

LE PAGELLE – STUDIO TORCHIANI NON STOP

TOP

Daniel Estopinan Scull : 8.5. Completamente di un altro livello. Inventa, gestisce, conclude e riesce sempre a trovare la giusta giocata per far male ad una difesa non propriamente perfetta. Danza con il pallone tra i piedi, servendo assist perfetti a Nonnis, e riuscendo anche a timbrare il cartellino per ben due volte ( il goal su pallonetto è una vera perla). Uragano.

Luca Nonnis : 8.5. Inserimenti sempre fatti coi tempi e modi giusti. Martella incessantemente una fascia che sembra proprio essere di sua proprietà ; domina in modo incontrastato in quella zona del campo, riuscendo più e più volte ad accentrarsi in mezzo all’area. Corsa, sacrificio, una tecnica non indifferente e ovviamente un fiuto del goal pazzesco… Sono infatti quattro le reti oggi realizzate. Squarcio. 

Simone Loddo : 7. Altra buona prova del centrale di centrocampo di Studio Torchiani. Si fa vedere in avanti solo in sporadiche occasioni, concentrandosi più su una fase difensiva sempre fatta in modo egregio e preciso. Non si rischia mai niente dietro e si riparte sempre con continuità e prontezza. Equilibratore.


Matteo Olla : 6.5.
Fa più che altro il compitino senza mai affondare il colpo in modo significativo. Qualche buona percussione delle sue, ma solo limitata ad un passaggio o appoggio finale per i compagni ; sono infatti poche le conclusioni verso la porta. Prova più che sufficiente. 

LE PAGELLE – MESSICO


TOP

Nicola Serra : 6.5. Tra le poche note positive della fase difensiva del Messico. Ha infatti anche lui qualche lacuna quando deve fronteggiare le offensive avversarie, riuscendo però a sopperire a questa mancanza, con una fase d’impostazione sempre precisa e attenta. Inventa una serie di filtranti che non sempre vengono concretizzati dai compagni. Spiraglio di luce.

Marco Perra : 6. Corsa, sacrificio e sudore per tutti i 50 minuti. Nonostante la superiorità quasi irrisoria degli avversari, il numero 11 non sembra mai voler gettare la spugna ; questo si nota in diverse giocate ed inserimenti  che però non sempre portano il risultato sperato. Quattro polmoni. 

FLOP

Antonio Fortuna : 5.5. I palloni giocabili sono troppo pochi, sopratutto nella seconda parte di gara. Tende proprio per questo ad abbassarsi fin troppo sulla linea dei centrocampisti per recuperare qualche pallone giocabile ; l’enorme prateria tra lui e la porta, non gli permette infatti di essere pericoloso ed insidioso in avanti. Solitario. 


 

Matteo Turchi

vs

VIGILI DEL FUOCO vs REAL DIABLOSSIMIUS

All’impianto sportivo del Veritas va in scena il Mundialito del Calcio a 7 . Si affrontano Vigili Del Fuoco e Real Diablossiumius.

 

Alle ore 21.00 per il secondo match in programma questa sera al Veritas di Selargius va in scena il match tra Vigili del Fuoco e Real Diablossimius. Dopo dei primi minuti dedicati allo studio, sono i Vigili del fuoco a passare meritatamente in vantaggio : cross mancino di Salis e piazzato in corsa chirurgico di Michele Zucca. Con il passare dei minuti i diavoli cominciano ad aumentare sensibilmente i ritmi  costruendo anche qualche buona occasione contro la porta difesa da Barabarossa. Nel finale di primo tempo la gara ritorna sostanzialmente in una situazione di relativo equilibrio, con entrambe le squadre alla continua ricerca del goal che potrebbe, da una parte chiudere virtualmente il match, dall’altra riagguantare un pari significativo anche dal punto di vista morale. Si va al riposo con questo risultato. Ad inizio ripresa è Davide Salis a sfiorare il raddoppio : il numero 3 si inventa infatti una sassata da centrocampo che Porcu riesce a deviare abilmente sulla traversa. È proprio il numero 3 poco dopo a trovare il goal del raddoppio grazie all’apertura perfetta di Di Re; l’esterno dei Vigili del fuoco riesce infatti a controllare perfettamente e a liberare un mancino sporco in corsa che non lascia però scampo a Porcu. Con l’uscita di Strazzera, i diavoli perdono un tassello importante nella possibilità di rimonta ; agli uomini di Coni sembra infatti mancare sempre l’ultimo passaggio o la giusta giocata per far male ad una difesa sempre ordinata e compatta. A cinque dal termine Enrico Cocco chiude definitivamente il match con un strepitoso tiro a giro ; Poi poco dopo è Lepori ad inventare uno  scavetto da posizione praticamente impossibile che non lascia scampo ad un attonito Porcu. Risultato finale di 4-0 e diavoli eliminati. 

 


I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che questa edizione esitva si confermano i seguenti sponsor:
-Un nuovo partner, la KBK
Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo , sarà Officina Mush che grazie alla professionilità e creatività dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potrete trovare il loro Store —->Link

 

LE PAGELLE – VIGILI DEL FUOCO

TOP

Enrico Cocco : 7.5. Motorino inesauribile del centrocampo, in grado sia di interdire con assoluta mastria ed esperienza, sia di rendersi più volte pericoloso in avanti. Squarcia in due la difesa avversaria, riuscendo anche a timbrare il cartellino con un tiro a giro pazzesco dalla 3/4 che genera gli applausi di tutta la panchina. Perpetuo.

Davide Salis : 7.5. Il mattatore della fascia dei Vigili del fuoco. Alterna bombardamenti seriali da posizioni praticamente impossibili, a discese palla al piede che non lasciano scampo ai diavoli. Apre le marcature con l’assist per Zucca, per poi chiudere il match con l’inserimento che porta al momentaneo 2-0. Trattore. 

Diego Lepori : 7.5. Ha meno occasioni rispetto al solito anche a causa della compattezza avversaria, e per questo decide più che altro di giocare di sponda con i compagni. Difesa del pallone sempre perfetta, e alcune giocate sullo stretto che Coni e compagni non riescono mai a decifrare. Chiude definitivamente i giochi con un tocco sotto da due metri del tutto inaspettato. Giocoliere. 

Salvatore di Re : 7. Imbastisce una difesa sempre compatta, ordinata e precisa. Dominio quasi assoluto sui palloni aerei, e praticamente insuperabile nell’uno contro uno. Fa fare praticamente lo spettatore a Barbarossa. Completa la sua prova con l’assist per Salis. Muraglia. 


LE PAGELLE – REAL DIABLOSSIMIUS


TOP

Michele Coni : 6.5. Non si può dire nulla alla fase difensiva dei diavoli ; riescono infatti a fronteggiare magnificamente una delle squadre favorite del torneo, faticando solo in alcune parti di gara. Il problema sorge quando si deve scendere in avanti ; lo stesso capitano dei diavoli  è infatti costretto a scendere più e più volte palla al piede per aiutare un Tiddia del tutto isolato. Tuttofare.

Federico Lobina : 6.5. Perlomeno ci prova e si rivela essere tra i pochi in grado di inventarsi qualcosa di interessante in avanti. Ci mette comunque il giusto impegno e la giusta dose di qualità ; tutto questo si rivela però inutile se poi è costretto a fare praticamente tutto da solo negli ultimi metri. Sconsolato. 

FLOP

Francesco Tiddia : 5.5. Poco peso in avanti e poca concretezza. Tanta fisicità, non sempre utilizzata a dovere, e anche poco supporto da parte di compagni che il più delle volte preferiscono lasciarlo completamente solo contro tutta la difesa avversaria. Ha pochissime occasioni, e nessuna di queste viene usata a dovere. Solitario. 

Pierpaolo Angioni : 5.5. Commette errori banali in entrambe le fasi. Non sempre sicuro quando viene puntato da Salis e compagni, e in troppo sufficiente in fase d’impostazione. Perde infatti qualche pallone di troppo in zone calde del campo, risultando anche non perfetto nelle poche proiezioni offensive che lo vedono protagonista. Spaesato. 

vs

CRA REGIONE SARDEGNA vs TERZO TEMPO

All’impianto sportivo del Veritas va in scena il Mundialito del Calcio a 7 . Si affrontano Regione Sardegna e Terzo Tempo.

 

Alle ore 20.00 apre il programma odierno al Veritas di Selargius il match tra Cra Regione Sardegna e Terzo Tempo. In questa prima parte di gara sono i padroni di casa a tenere le redini del gioco, soffrendo però qualche buon contropiede imbastito da Aramo e compagni. Al 10′ è è però Regione Sardegna a sfiorare il goal del vantaggio : Salipante si accentra e scarica un destro dal limite che frantuma il palo alla destra di Verafede. Con il passare dei minuti è però Terzo Tempo ad aumentare sensibilmente i ritmi fino al goal strabiliante di Danilo Demartis ; il numero 8 riesce infatti in due tentativi, a scaricare una sassata di rara potenza e precisione che paralizza letteralmente un incolpevole Palmas. Si va al riposo con questo risultato. Ad inizio ripresa è ancora Terzo Tempo a divorarsi l’ennesimo goal della serata : Demartis effettua un tiro-cross da posizione defilata che Bianchini non riesce incredibilmente a buttare dentro da nemmeno un metro. La risposta di Regione Sardegna è pressoché immediata ; Manca si inserisce perfettamente e libera una rasoiata che si stampa nuovamente sul palo… La partita rimane sul risultato di 0-1. A cinque dal termine Regione Sardegna riesce però ad agguantare il tanto agognato pari, grazie alla conclusione dalla 3/4 di Carlo Passino ; Verafede può solo sfiorare. Nel giro di un minuto ancora i padroni di casa riescono addirittura a passare in vantaggio : filtrante perfetto di Cavallet e mancino in corsa di Andrea Manca. Risultato finale di 2-1 e Regione Sardegna matematicamente qualificata.


I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che questa edizione esitva si confermano i seguenti sponsor:
-Un nuovo partner, la KBK
Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo , sarà Officina Mush che grazie alla professionilità e creatività dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potrete trovare il loro Store —->Link

 

LE PAGELLE – CRA REGIONE SARDEGNA

TOP

Marco Cavallet : 6.5. Servito sempre male e in modo opposto alla sue caratteristiche di difesa e gestione del pallone. Cerca quindi invano di guerrigliare con tutta la difesa avversaria, non trovando però fortuna e i giusti appoggi da parte dei compagni. Tutta la squadra risulta infatti fin troppo frettolosa nella gestione del pallone. Nel finale riesce a salvare la prestazione con l’assist perfetto per Manca. Lupo solitario.

Carlo Passino : 7. Quando gli attaccanti non girano come dovrebbero, ci deve pensare un centrale difensivo ; nel momento di maggior concitazione della partita, ci pensa infatti il numero 2 a scaricare una conclusione violenta e precisa che Verafede può solo sfiorare. Da il via a quella rimonta che poi permetterà ai suoi di chiudere con una vittoria. Jolly. 

Andrea Manca : 7. Dopo un primo tempo non propriamente all’altezza, si sveglia completamente nei secondi 25 minuti ; migliora infatti sotto ogni aspetto, e questo gli permette di rendersi più e più volte pericoloso contro la porta difesa da Verafede. Dopo un palo colpito che sembra voler dire “Non è giornata”, nei minuti finali si inserisce perfettamente per il goal mancino che permette ai suoi di qualificarsi ai quarti di finale. Decisivo. 

Alessio Salipante : 6.5. Tutta la sfortuna viene attirata dal numero 0. Ci prova in tutti i modi e da ogni posizione… Il risultato è però il più delle volte pressoché identico ; ovvero grandi interventi di Verafede, o palloni che finiscono su ogni legno possibile ed immaginabile. Rimane comunque tra i più positivi e costanti della squadra. Caparbio. 

LE PAGELLE – TERZO TEMPO


TOP

Danilo Demartis : 7. Apre le danze con una sassata pazzesca che genera gli applausi di tutta la panchina. Mancino raffinato, abile nel dribbling e in un tiro da fuori che in più occasioni si rivela essere il suo marchio di fabbrica. Gestisce e riparte con continuità, senza mai concedersi un attimo di respiro. Sentenza.

Fabrizio Bianchini : 6.5. Spende e spande per tutti i minuti giocati. Lo si vede praticamente in ogni zona del campo sempre pronto a ripartire con velocità e prontezza ; le numerose energie spese non gli permettono infatti di avere sempre la giusta lucidità e concretezza negli ultimi metri ( vedasi l’errore sul tiro-cross di Demartis). Generoso. 

Matteo Cabras : 6.5. Si immola su ogni conclusione avversaria togliendo gran parte del lavoro ad un ottimo Verafede. Pianta i piedi a terra, fa da muro di fronte alla porta e ringhia sulle caviglie di un Cavallet praticamente annullato per gran parte del match . Solo nel finale cede insieme alla squadra sotto i colpi di Manca e Passino. Highlander. 

Giuseppe Verafede : 7. Ormai sembra un film già visto ; quando il numero 21 inizia a rifilare parate su parate, la beffa deve sempre arrivare… E come di consuetudine nei minuti finali. Tiene botta finché possibile, prodigandosi su ogni pallone calciato verso la sua porta. Sicurezza. 

 

 

 

Matteo Turchi

vs

CAFE ETNICO vs CRA REGIONE SARDEGNA

Cafè Etnico supera anche CRA Regione Sardegna che rimane in fondo alla classifica. 8 a 5 il risultato finale.

Al Campo Veritas di Selargius, alle 22,00, gli Azzurri di Cafè Etnico in maglia dell’Uruguay e i Green di CRA Regione Sardegna in maglia del Camerun si sfidano per la quinta giornata del Mundialito C7, serie O Amateur. Green subito pericolosi con Cavallet, passaggio per Manca, tiro di poco a lato. Subito dopo diagonale di Marco Cavallet, Pusceddu ribatte, palla che sfortunatamente colpisce Contu e termina in rete. Gli Azzurri contrattaccano con Chiminelli che prova dal limite, di poco fuori. Poi Chiminelli serve Dazzi che prova dalla distanza, il portiere ribatte. Subito dopo tentativo dal limite di Ledda, Labieni ribatte. Al 5° diagonale dal limite di Olla, di poco a lato. Tra minuti dopo assist di Chiminelli per Stefano Secci ed è l’1 a 1. Cafè Etnico continua il pressing con Dazzi, corner per Chiminelli che prova, il portiere ribatte. Poi triangolazione Chiminelli, Secci, Chiminelli, conclusione sopra la traversa. All’11° forte tiro laterale di Secci, Labieni ribatte. CRA Regione Sardegna è compressa nella propria metà campo, ma tutto sommato la difesa regge, tuttavia i Green tentano il contrattacco. Tiro dalla diagonale di Manca, il portiere salva di piede. Corner di Demetrino per Cavallet, Pusceddu ribatte. Rapido scambio, Manca, Cavallet, Manca, conclusione di poco a lato. Al 14° passaggio di Ledda per Todde che serve l’assist nuovamente per Giulio Ledda il quale piazza il 2 a 1. Pochi minuti dopo assist di Todde per Andrea Dazzi che fa partire un tiro ad effetto e sigla il 3 a 1. Al 20° azione personale di Secci, tiro dalla distanza, conclusione di poco fuori. Due minuti dopo ancora Andrea Dazzi piazza il 4 a 1 con un tiro dal limite e sfruttando un favorevole rimpallo. I Green non si rassegnano. Corner di Pagani per Cavallet, alto sulla traversa. Passaggio di Passino per Manca che poi si allunga troppo, la difesa chiude. Pagani prova dal limite, di poco a lato. Tentativo dalla distanza di Dazzi, fuori d’un soffio. Passaggio di Chiminelli per Ledda che prova di testa, Labieni salva. I Green dal canto loro provano ad avviare una serie di azioni offensive con Demetrino, Manca e Cavallet, ma la difesa avversaria con concede spazi. Nella ripresa Cafè Etnico allunga ancora con con Andrea Dazzi che su assist di Chiminelli sigla il 5 a 1. Due minuti dopo Chiminelli prova dalla laterale, il portiere ribatte. I Green non demordono e contrattaccano. Punizione di prima di Manca, la barriera ribatte. Passaggio di Demetrino per Cavallet, Pusceddu salva di piede. Calcio di punizione di seconda di Manca per Demetrino, ancora il portiere respinge. Suggerimento di Cavallet per Manca, Pusceddu con perfetta scelta di tempo esce dall’area e rinvia. Azzurri di nuovo in avanti con Secci, passaggio per Dazzi che crossa per Chiminelli, colpo di testa, il portiere salva in angolo. Poi passaggio di Todde per Ledda, Labieni salva affannosamente in angolo. Sul capovolgimento di fronte è Andrea Manca ad intercettare palla a Dazzi e siglare il 5 a 2. Solo due minuti, passaggio di Cavallet ancora per Andrea Manca, dribbling, tiro ed è il 5 a 3. Cafè Etnico riprende l’iniziativa con Chiminelli, lancio per Ledda che prova, di poco a lato. Poi serie di scambi tra Chiminelli e Ledda, il portiere anticipa. Al 38° ancora Ledda prova da prova dal limite e sfiora l’esterno del palo. Poi lungo lancio dalla laterale di Todde per Ledda, colpo di testa, di poco a lato. Suggerimento di Secci per Chiminelli che prova da posizione angolata, il portiere ribatte. Contrattacco Green con Carlo Passino che con un tiro dalla diagonale tra palo e portiere trova la rete del 5 a 4. Immediata la risposta Azzurra con Luca Chiminelli, azione personale e tiro dal limite. 6 a 4. CRA Regione Sardegna non si rassegna. Manca serve Demetrino, su di lui chiude Contu. Al 45° passaggio di Cavallet per Manca che tenta dal limite, Pusceddu salva di piede. Azzurri di nuovo in avanti con Olla, suggerimento per Dazzi, Labieni respinge con i piedi. Al 47° Luca Chiminelli marca il 7 a 4 con un tiro dal limite. Due minuti dopo è Andrea Manca dei Green ad accorciare ulteriormente con un diagonale dalla distanza. 7 a 5. Ma agli Azzurri non va bene. Allo scadere calcio piazzato di Stefano Secci che sigla il definitivo 8 a 5. Cafè Etnico si è dimostrata squadra più compatta con una buona intesa tra i giocatori che ha saputo attuare una serie di azioni rapide e fluide. CRA Regione Sardegna non ha demeritato, ma è apparsa un po’ troppo frammentata tra i comparti e imprecisa nelle conclusioni.

Secondo quanto sostenuto dall’art. 7 del Regolamento della SSDrl Mr Soccer, la squadra di Cafè Etnico subirà una penalizzazione pari a 1 punto nella Classifica Fairplay in quanto uno dei giocatori non indossava la divisa ufficiale durante il match.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro Store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – CAFÈ ETNICO

I TOP

Andrea Dazzi: 7,5. Segna due reti entrambe su assist e la terza sfruttando un favorevole rimpallo. OPPORTUNISTA.

Jacopo Todde: 7,5. Giocatore agile e scattante, letteralmente si infiltra tra le maglie avversarie e serve due assist ai compagni che vanno in rete. GUIZZANTE.

Luca Chiminelli: 7,5. Serve due assist ai compagni che vanno a segno, a sua volta realizza una doppietta su tiri dal limite. IMPAGABILE.

Stefano Secci: 7,5. Rapido nei passaggi e scambi con i compagni, è pronto ad andare in rete su assist e raddoppiare su tiro piazzato. JOLLY.

LE PAGELLE – CRA REGIONE SARDEGNA

I TOP

Andrea Manca: 7,5. Va in rete su dribbling, passaggio e strappando palla all’avversario, inoltre prova più volte al conclusione personale. SPIRITO DI SACRIFICIO.

Marco Cavallet: 7. Segna la rete che apre le marcature, anche se in maniera fortunosa, inoltre serve passaggi ai compagni e prova più volte la conclusione personale. CONDOTTIERO.

Davide Demetrino: 6,5. Effettua passaggi, batte i calci piazzati, nel primo tempo quando la squadra si trova pressata nella propria metà campo contrasta adeguatamente gli attaccanti avversari. LOTTATORE.

I FLOP

Massimiliano Labieni: 5,5. Effettua alcuni salvataggi limitando il passivo, ma incassa qualche rete di troppo su tiri avversari non proprio imparabili. SBADATO.

Giancarlo Pozzobon

vs

MM REAL vs EIGHT ROCK PUB

Eight Rock Pub supera Molo Murgia Real e stacca la rivale in classifica. 5 a 2 il risultato finale.

Al Campo Veritas di Selargius, alle 21,00, i Rossoneri di Molo Murgia Real in maglia del Belgio e i Reds di Eight Rock Pub in maglia dell’Egitto di affrontano nella quinta giornata del Mundialito C7, serie B Amateur. Già al 2° minuto Pitzalis prova la conclusione, ma è anticipato dal portiere, sull’altro fronte però sono i Reds ad andare in vantaggio con Cristian Mura a seguito di azione personale, dribbling e tiro dal limite. I Rossoneri ripartono ancora con Pitzalis, lancio lungo per Cusimano, anche stavolta Puddu anticipa. Al 5° arriva il pareggio con Fabio Brundu su assist di Pitzalis. Reds di nuovo in avanti con Michele Pilleri, che tenta dal limite, Emanuele Boi ribatte. Di nuovo Michele Pilleri mette al centro, nessun compagno aggancia. Maurizio Mura tenta dalla distanza, tiro parato. Reazione dei Rossoneri con Vargiu, lancio in profondità, troppo lungo per tutti. Poi scambio Vargiu, Cusimano, Vargiu, la difesa chiude. Eight Rock Pub ancora in avanti con con Cristian Mura, tiro respinto dalla difesa., recupera e riprova Carboni, il portiere respinge. Al 13° punizione dalla laterale di Maurizio Mura per Michele Pilleri, conclusione di poco a lato. Due minuti dopo Michele Pilleri prova il cross, ribattuto da Angioni. Molo Murgia Real di nuovo in avanti con Vargiu, passaggio per Pitzalis anticipato da Francesco Pilleri. Poi Pitzalis serve Estrada che prova, tiro ribattuto da Maurizio Mura. Altro lancio in profondità di Pitzalis per Estrada, Puddu anticipa. Vargiu poi tenta due volte consecutive il traversone al centro, entrambe murate da Francesco Pilleri. I Reds si portano di nuovo in avanti con Michele Pilleri che intercetta un errato passaggio avversario, ma poi conclude sul fondo. Al 21° è Nicola Carboni a raddoppiare su assist di Cristian Mura. Il pressing continua. Carboni strappa palla a Paolo Boi, azione personale e tentativo di tiro respinti dalla difesa. Al 23° Francesco Pilleri prova dal limite, palla di poco a lato. Allo scadere cross di Francesco Pilleri per Corongiu che poi svirgola a lato. Nella ripresa Reds in avanti con Cristian Mura, il portiere ribatte, recupera e riprova Carboni, la difesa chiude. Poco dopo corner di Carboni per Francesco Pilleri, di poco sopra la traversa. Molo Murgia prova a reagire. Pitzalis tenta dal limite, Puddu ribatte. Paolo Boi tenta dalla distanza, il portiere blocca a terra. Estrada prova il colpo di testa su corner, ancora Puddu salva in angolo. Eight Rock Pub ricomincia a pressare. Maurizio Mura dalla distanza, di poco alto. Corongiu approfitta di Estrada che incespica sulla palla, prova dal limite, di poco a lato. Tentativo di Michele Pilleri dalla diagonale, conclusione a fil di palo. Al 35° cross di Cristian Mura per Carboni, di poco alto. Altro corner di Corongiu sempre per Carboni che manca di poco il colpo di testa. Un minuto dopo Roberto Corongiu calcia dalla diagonale, Emanuele Boi gestisce male la presa della palla ed è il 3 a 1. Pressoché immediata la risposta Rossonera con Simone Cusimano che sfrutta un favorevole rimpallo e piazza il 3 a 2. Molo Murgia Real ancora in avanti con Estrada, tentativo dalla distanza di poco alto. Ancora Estrada che prova dal limite, Contini ribatte. Poi Vargiu prova dalla laterale, Puddu respinge. Reds di nuovo in avanti con Michele Pilleri, azione personale, dribbling, si gira, palla ribattuta dalla traversa. Maurizio Mura tenta dalla diagonale, Vargiu ribatte. Passaggio di Cristian Mura per Francesco Pilleri, anticipato dalla difesa. Al 46° Francesco Pilleri prova dal limite a marca il 4 a 2. Poco dopo serie di passaggi tra Cristian Mura, Michele Pilleri e Maurizio Mura che prova, la difesa salva. Altro tentativo dalla distanza di Francesco Pilleri che sfiora l’incrocio dei pali. Poi Carboni avvia l’azione personale, prova dalla diagonale, palla che termina sul fondo al lato opposto. Allo scader azione lampo dei Rossoneri con con Estrada dalla distanza, palla di poco alta, ma sono i Reds nei minuti di recupero a siglare il definitivo 5 a 2 con Nicola Carboni su assist di Corongiu. Primo tempo con predominio dei Reds che hanno attuato varie azione rapide ed omogenee, Nella ripresa è sembrato che molo Murgia Real fosse in gradi di rimontare grazie ad una serie di individualità, ma poi gli avversari hanno aumentato il pressing e preso il largo con precise manovre offensive e denotando una buona sintonia tra i giocatori.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro Store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – MOLO MURGIA REAL

I TOP

Silvio Pitzalis: 6,5. Prova la conclusione personale, serve passaggi agli attaccanti, effettua l’assist per il compagno che va in rete. REGISTA.

Fabio Brundu: 6,5. È pronto ad andare in rete ad inizio partita su assist del compagno e a siglare il momentaneo pareggio. TEMPESTIVO.

Simone Cusimano: 6,5. È pronto ad approfittare di un favorevole rimpallo della difesa avversaria e andare in rete. FALCO.

I FLOP

Emanuele Boi: 5,5. Come se non bastasse incassa una rete in più a causa di un maldestro tentativo di parata su un tiro avversario non certo impegnativo. PASTICCIONE.

LE PAGELLE – EIGHT ROCK PUB

I TOP

Nicola Carboni: 7,5. Prova più volte la conclusione personale, segna due reti entrambe su assist dei compagni. PUNTA DI LANCIA.

Cristian Mura: 7. Va in rete su apertura di gara su azione personale, effettua l’assist per il compagno che va a segno. GRINTOSO.

Roberto Corongiu: 7. Batte calci piazzati, serve l’assist al compagno che va in rete, a sua volta va in gol su azione personale. POLIEDRICO.

Francesco Pilleri: 6,5. Trova la rete su tiro dal limite, in un paio di occasioni anticipa i tentativi di conclusione avversari. GUARDINGO.

Giancarlo Pozzobon

vs

CAFE SETTANTA C7 vs FC BALENTIA

All’impianto sportivo del Veritas di Selargius vanno in scena i PlayOff del Calcio a 7 . Si affrontano Caffè Settanta e Fc Balentia.


Alle ore 22.00 chiude il programma odierno al Veritas di Selargius il match tra Cafe settanta e Balentia. Ritmi alti fin dai primi minuti, con entrambe le squadre alla continua ricerca di quel goal che potrebbe spostare sensibilmente le gerarchie in campo. A metà primo tempo è Balentia a sfiorare il goal ; la conclusione di
Francesco Pes da ottima posizione finisce però alta e non impensierisce minimamente Mattana. D’altra parte Cafè Settanta non riesce a rendersi realmente pericoloso anche grazie ad una difesa ospite che costringe gli uomini di Scudu a ricercare soluzioni dalla media-lunga distanza. Sul finire del primo tempo è nuovamente Marongiu a sfiorare il goal con una gran giocata personale che finisce però alta sopra la traversa. Il palo di Pitzolu porta le due squadre al riposo con il risultato di 0-0. Ad inizio ripresa è Pierluigi Serreli a trovare la via del goal e a portare in vantaggio i suoi con un tiro sporco dalla 3/4 che inganna il portiere avversario. La risposta di Balentia è peró immediata con il solito Pes che nuovamente non riesce a fornire potenza alla sua conclusione. Poco dopo ancora Serreli sfiora la doppietta personale con una “sventola” da posizione defilata che viene deviata sulla traversa grazie ad un riflesso magnifico di Dore. A metà ripresa ancora Serreli riesce a chiudere virtualmente il match con un goal magnifico : il numero 10 prende palla dal limite, vince due contrasti, inventa una veronica illusoria per nascondere il pallone e calcia con estrema facilità e tranquillità. Nel giro di trenta secondi Cafe settanta riesce anche a trovare il terzo goal grazie all’inserimento di Tiziano Fadda sull’assist geniale di Serreli. Quando tutto sembrava perduto è Francesco Pes a riscattare i precedenti errori, procurandosi un calcio di rigore che Mattia Pitzolu riesce a sfruttare perfettamente ; 3-1 e partita parzialmente riaperta. Caffè Settanta riesce così ad imporsi con un netto 3-1 e a passare al turno successivo.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che quest’anno si confermano sponsor :
Consulenza Impresa di Paolo Podda, main sponsor, presente ormai da 1 lustro a sostenere lo sport ed il progetto Mr Soccer 5.
Delogu Legnami di Francesco Delogu, che ha conosciuto gli eventi Mr Soccer 5 tre anni fa e dopo aver dato vita ad un torneo che portava il suo nome, ha deciso di continuare ad essere presente anche per questa appassionante stagione sportiva.
Revisioni Non Stop di Nicola Perra, che è tornato tra le fila degli sponsor facendosi spazio sulle 1500 maglie indossate dagli atleti in questa stagione.
– Infine un nuovo partner, la KBK
Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.
– Sponsor Tecnico
EYE SPORT. Marchio sardo leader nel settore dell’abbigliamento sportivo e non solo.
Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – CAFFE’ SETTANTA

TOP

Pierluigi Serreli : 8.5. La classe di Serreli fa sempre la differenza! Incanta tutti i presenti con giocate d’autore di alta scuola ( vedasi la veronica sul secondo goal), non disdegnando però una fase di copertura sempre attenta e precisa per tutti i minuti giocati. Insegna calcio con una maestria, una esperienza e una facilità inaudita. Professore.

Tiziano Fadda : 7.5. Sfiora più volte l’euro-goal con alcune cannonate dalla 3/4 che impegnano in modo spropositato Dore. Sovrasta tutti gli avversari a centrocampo, riuscendo a trovare nella ripresa un goal ampiamente meritato. Delicato in fase d’impostazione e deciso quando serve. Gigante. 

Giuseppe Marongiu : 7. Ogni squadra avrebbe bisogno di uno così. Un giocatore che si “sbatte” da una parte all’altra per la squadra, che cerca di tappare ogni buco lasciato dai compagni, che non getta mai la spugna anche nei momenti di difficoltà e soprattutto che è in grado di impostare con una sicurezza da far invidia. È letteralmente dappertutto. Perpetuo. 

Alessio Cadeddu : 7. Non segna ma gioca per la squadra per tutti i 50 minuti. Il bomber di Cafè Settanta rimane a secco anche a causa della buona difesa di Fc Balentia ; proprio per questo il numero 9 lavora per creare quegli spazi che Serreli e compagni riescono a sfruttare efficacemente. Trascinatore. 

LE PAGELLE – FC BALENTIA


TOP

Mattia Pitzolu : 7. Sfortunato è dir poco visto i legni colpiti dall’esterno del Fc Balentia. Dalla media-lunga distanza è sicuramente il più pericoloso e il solo che cerca soluzioni differenti rispetto ai compagni. Riesce a segnare meritatamente sul rigore procurato da Pes. Spiraglio di luce.

Sergio Marras : 6.5. Fino alle giocate di Serreli gioca una gara a dir poco perfetta. Sempre primo e in anticipo sul pallone , rabbioso in ogni contrasto e sicuro quando c’è da far girare palla per mantenere il possesso del pallone. Cede con tutta la squadra nella ripresa anche a causa delle giocare avversarie. Eroe mancato.

Matteo Dore : 7.5. Ennesima prestazione da incorniciare per l’estremo difensore degli ospiti. Blinda la porta con alcuni interventi superlativi che non permettono a Caffè Settanta di avere vita facile in fase conclusiva. Va anche vicinissimo a tutti i goal, nella quale non ha sicuramente nessuna colpa. Avrebbe meritato sicuramente di più. Veneziana. 

FLOP

Francesco Pes : 5.5. Riscatta parzialmente la sua prestazione con il rigore procurato a fine secondo tempo. Per il resto, sbaglia tanto, persino troppo, anche quando si trova in ottima posizione e nelle migliori condizioni per buttarla dentro. Condizionato anche dai pochi palloni giocabili che gli arrivano. Impreciso. 

Matteo Turchi

vs

MOLO MURGIA REAL vs GOODFELLAS

All’impianto sportivo del Veritas di Selargius vanno in scena i PlayOff del Calcio a 7 . Si affrontano Molo Murgia Real e Goodfellas.


Alle ore
21.00 per il secondo match in programma al Veritas di Selargius si affrontano Molo Murgia Real e Goodfellas. Primi minuti con occasioni da una parte e dall’altra ; entrambe le squadre cercano infatti di mettere sotto il rispettivo avversario con delle verticalizzazioni rapide e inaspettate. Le rispettive difese si dimostrano però con il passare dei minuti, sempre attente e precise nei confronti di due attacchi che nulla possono contro la compattezza e l’ordine tattico imposto dalle due compagini. Al 15′ è Astolfi ad avere l’occasione più colossale di questa prima frazione ; sulla respinta del portiere il numero 9 non riesce peró ad angolare sparando sulla traversa da pochi passi. Un primo tempo ricco di potenziali occasioni ma con poca concretezza si conclude così con il risultato di 0-0. Anche la ripresa inizia sulla falsariga del primo tempo ; al quinto è però Giuseppe Vargiu a sfiorare il goal con un diagonale in corsa che sibila a lato uscendo di un non nulla. Poco dopo ancora Brundu sfiora nuovamente il goal con un piazzato a giro dalla 3/4 che Roberto Ardau devia efficacemente in angolo ; la gara non sembra volersi schiodare dallo 0-0. La risposta di Goodfellas è pressoché immediata : Alessandro Branca riceve palla dal limite smorzando però fin troppo il tiro da ottima posizione. A pochi minuti dal termine Lifoda spreca il possibile goal del vantaggio sparando letteralmente in bocca al portiere avversario. Con l’ennesimo errore di Rocca a tempo ormai scaduto si va ai calci di rigore. I tiri dal dischetto durano un eternità e solo al settimo rigore si riesce ad avere un vincitore definitivo ; Estrada smorza fin troppo e permette poco dopo a Rocca di siglare il definitivo 7-6.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che quest’anno si confermano sponsor :
Consulenza Impresa di Paolo Podda, main sponsor, presente ormai da 1 lustro a sostenere lo sport ed il progetto Mr Soccer 5.
Delogu Legnami di Francesco Delogu, che ha conosciuto gli eventi Mr Soccer 5 tre anni fa e dopo aver dato vita ad un torneo che portava il suo nome, ha deciso di continuare ad essere presente anche per questa appassionante stagione sportiva.
Revisioni Non Stop di Nicola Perra, che è tornato tra le fila degli sponsor facendosi spazio sulle 1500 maglie indossate dagli atleti in questa stagione.
– Infine un nuovo partner, la KBK
Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.
– Sponsor Tecnico
EYE SPORT. Marchio sardo leader nel settore dell’abbigliamento sportivo e non solo.
Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – MOLO MURGIA REAL

TOP


Manuel Maccioni : 7.5. Grande prova di entrambi i portieri e soprattutto del numero 1 di Molo Murgia. Effettua alcuni interventi da capogiro che permettono ai suoi di rimanere ancora a galla nonostante il pressing avversario ; a tempo ormai scaduto si immola su Massidda sventando in angolo il possibile goal del vantaggio avversario. Peccato che nei calci di rigore non riesca a ripetersi. Pantera.

Fabio Brundu : 6.5. Anche se alle volte tende ad esagerare con alcuni dribbling di troppo, è di fatto l’unico che sembra avere la qualità e la forza per cambiare l’inerzia del match. Ci prova da diverse posizioni trovando una buona opposizione da parte del portiere avversario, riuscendo inoltre a gestire come solo lui sa fare il possesso palla. Sono tante le potenziali occasioni sprecate dai compagni. Spiraglio di luce. 

FLOP

Simone Lifoda : 5.5. Non il solito Lifoda in una serata in cui ce n’era disperato bisogno. Martellato costantemente da Scalici e Piras che solo in rare occasioni gli permettono di girarsi e di puntare la porta ; inoltre quando ne ha la possibilità non è il solito killer spietato che tutti noi abbiamo apprezzato nel corso delle precedenti giornate. Anche nel finale ha l’occasione per chiuderla non trovando peró la giusta lucidità. Ingabbiato.

Carlos Estrada : 5. Una prestazione simile a quella di Lifoda, condita però anche da quell’errore dal dischetto che definire fatale è forse riduttivo. Meglio da prima o seconda punta piuttosto che da esterno offensivo, nel quale infatti quasi mai riesce a rendersi realmente insidioso e propositivo. Qualche buona giocata però fine a se stessa. Sconsolato. 


LE PAGELLE – GOODFELLAS


TOP

Pierpaolo Piras : 7. Gestisce l’intero reparto con assoluta maestria ed esperienza. Tampona gli avversari riuscendo sempre ad anticiparli come se nulla fosse, dimostrando inoltre grande abilita e qualità nell’impostazione della manovra. Freddo e glaciale dal dischetto. Leader.

Fabio Scalici : 7. Rabbioso, grintoso e sempre deciso in qualsiasi contrasto. Instaura una marcatura asfissiante su Lifoda ( forse l’uomo più pericoloso), non permettendogli mai di girarsi verso la porta o di concludere in modo convinto. Istaura un dominio praticamente assoluto sui palloni aerei. Carro-armato. 

Ignazio Rocca : 6. Parte bene con qualche iniziativa interessante per poi cedere con il passare dei minuti. Nel primo tempo si rende più volte pericoloso, nella ripresa soffre invece la difesa di una Molo Murgia sempre compatta ed ordinata. In fin dei conti gioca comunque una partita sufficiente sia per l’impegno che per il rigore decisivo. Deciso. 

FLOP

Enrico Astolfi : 5.5. Da lui ci si aspetta di più, o perlomeno non ci si aspetta alcuni errori banali. È sicuramente l’uomo più pericoloso nelle fila di Goodfellas, ma il più delle volte risulta impreciso e poco concreto in fase realizzativa. Nel primo tempo spreca un occasione colossale sparando sulla traversa. Mezzo servizio. 

Matteo Turchi

vs

BAR RISTORANTE GHOST vs TASINANTA SOCCER CLUB

All’impianto sportivo del Veritas di Selargius vanno in scena i PlayOff del Calcio a 7 . Si affrontano Bar Ristorante Ghost e Tasinanta Soccer Club.


Alle ore 20.00 apre il programma odierno il match tra Bar Ristorante Ghost e Tasinanta Soccer Club ; match valido per la categoria Top dei playoff. Partenza lampo dei padroni di casa ; al terzo minuto è infatti
Alessio Sannia a trovare un gran goal con una azione personale che si conclude al meglio con un diagonale chirurgico. Dopo nemmeno trenta secondi è ancora Bar Ristorante Ghost a sfruttare l’inferiorità numerica avversaria : Cincotti si infila sulla fascia e mette in mezzo per un Alessio Sannia completamente solo. Sempre il numero 9 poco dopo chiude già virtualmente il match con uno stacco aereo sul corner al bacio di Cincotti. La partita non sembra volerci dare mai un attimo di pausa ; Matteo Danese riesce infatti a battere un sopreso Mura con una debole conclusione dalla distanza. Nel finale di primo tempo è Matteo Carboni a portare le due squadre al riposo con il risultato di 4-1. Anche la ripresa inizia sulla falsariga dei primi 25 minuti con Bar Ristorante Ghost che riesce addirittura a siglare la quinta rete : lancio lungo di Mura, spizzata aerea di Sannia e destro in corsa di un Daniele Cincotti che vista la prestazione, meritava ampiamente il goal. A dieci dal termine ancora Matteo Carboni infierisce ulteriormente sull’avversario con una “sventola” dalla 3/4 che paralizza letteralmente Perra. Nel finale sempre i padroni di casa abbassano sensibilmente i ritmi portando Tasinanta a subire un altro goal a tempo ormai scaduto ; Stocchino riesce a rubare palla in posizione ottimale e a depositare in rete con assoluta tranquillità. Risultato finale di 7-1.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che quest’anno si confermano sponsor :
Consulenza Impresa di Paolo Podda, main sponsor, presente ormai da 1 lustro a sostenere lo sport ed il progetto Mr Soccer 5.
Delogu Legnami di Francesco Delogu, che ha conosciuto gli eventi Mr Soccer 5 tre anni fa e dopo aver dato vita ad un torneo che portava il suo nome, ha deciso di continuare ad essere presente anche per questa appassionante stagione sportiva.
Revisioni Non Stop di Nicola Perra, che è tornato tra le fila degli sponsor facendosi spazio sulle 1500 maglie indossate dagli atleti in questa stagione.
– Infine un nuovo partner, la KBK
Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.
– Sponsor Tecnico
EYE SPORT. Marchio sardo leader nel settore dell’abbigliamento sportivo e non solo.
Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

 

LE PAGELLE – BAR RISTORANTE GHOST

TOP

Alessio Sannia : 8.5. Destro, sinistro, dribbling e colpo di testa… Ci mostra questo e tanto altro in una serata in cui risulta del tutto imprendibile per la difesa avversaria. Manda al manicomio chiunque gli si presenti davanti, risultando inoltre sempre spietato, cinico e concreto sotto-porta. Sembra utopia provare a prendergli il pallone dai piedi. Completo.

Daniele Cincotti : 8. Si intende a meraviglia con Sannia formando con un il numero 9 un tandem d’attacco perfetto, nonostante il centrale di Bar Ristorante abbia dei compiti difensivi importanti  che riesce comunque a gestire efficacemente. Sforna assist e segna come se nulla fosse, confezionando una gara a dir poco perfetta. Uragano. 

Matteo Carboni : 7.5. Potrebbe insegnare e spiegare a chiunque come si fanno le due fasi del calcio, ottenendo in entrambi dei casi degli ottimi risultati. In mezzo al campo è una saracinesca, quando sale sono dolori per chiunque. Il missile terra aria della ripresa che chiude definitivamente il match è un saggio di tecnica, potenza e precisione. Perfetto. 

Claudio Cava : 7. Ordinaria amministrazione e gestione impeccabile. Non fatica piu di tanto anche grazie all’ottimo filtro effettuato dal suo centrocampo. Si diverte in alcune discese palla al piede che lo aiutano a combattere la noia. Spettatore. 

LE PAGELLE – TASINANTA SOCCER CLUB


TOP

Christian Testa : 7. L’ unico ad avere quel guizzo in più e quella giocata in grado di impensierire una difesa a dir poco perfetta. Quando accelera non ce n’è per nessuno, dimostrando sia grande abilità in campo aperto ma anche sopratutto nello stretto. Molto spesso è costretto a fare tutto da solo. Squarcio.

Matteo Danese : 6.5. Un po’ più contratto rispetto al solito ; forse anche perché assume per tutta la gara una posizione più arretrata che non gli permette di esprimere tutto il suo potenziale. Trova un goal fortuito con una conclusione dalla 3/4, non riuscendo più ad incidere nei successivi minuti. Lampo. 

Riccardo Atzori : 6.5. Ultimo baluardo di una difesa che annaspa da tutte le parti e che presenta dei buchi fin troppo ingenti per non essere sfruttati da Sannia e compagni. Cerca di combattere su ogni pallone, uscendo “distrutto” nei minuti finali della ripresa. Highlander. 

FLOP

Antonio Russo : 5.5. Parte bene con qualche buon lancio per poi perdersi con il passare dei minuti. Osa fin troppo perdendo diversi palloni a centrocampo,  non riuscendo mai a giocare in modo corale con la squadra. Il primo a cedere dopo le numerose reti avversarie. Sconsolato. 

Matteo Turchi

vs