MALI PIGAUSU vs REAL TEAM

All’impianto sportivo di Monteclaro va in scena il Mundialito del Calcio a 7 . Si affrontano Mali Pigausu e Real Team.

 

Alle ore 22.00 per la seconda semifinale in programma quest’oggi all’impianto di Monteclaro, si affrontano Mali Pigausu e Real Team. Primi minuti contratti e poco pressanti per ambe le squadre ; le due compagini prediligono infatti studiare il rispettivo avversario piuttosto che affondare il colpo e sbilanciarsi troppo in avanti. Mali Pigausu si limita infatti a qualche mera conclusione dalla distanza che non sempre però porta il risultato sperato ; Daniel Zara è il più pericoloso di questa prima frazione. A dieci dal termine sono sempre i padroni di casa a passare in vantaggio : Zara appoggia per un Riccardo Melis abile nello sfruttare le sue lunghe leve per girare da posizione praticamente impossibile. Dopo una breve reazione da parte di Real Team, al 20′ è Andrea Testa ad approfittare dell’errore madornale di Astero per il goal del momentaneo 2-0. Si va al riposo con questo risultato. Il film del primo tempo si ripete anche nei secondi 25 minuti, con Mali Pigau alla compulsiva ricerca del goal della sicurezza  e con una Real Team che non riesce quasi mai a rendersi realmente pericolosa. A metà ripresa gli ospiti riescono però inaspettatamente ad accorciare grazie alla punizione deviata di Cristiano Soddu ; Mali Pigau paga con gli interessi i numerosi errori sotto porta. A pochi minuti dal termine è Marco Esposito ad avere l’occasione per agguantare un pari forse meritato per quanto visto in questa ultima parte di gara ; il suo tiro é però debole e viene respinto efficacemente dal portiere avversario. A tempo ormai scaduto Daniel Zara chiude definitivamente il discorso finale con un piazzato chirurgico su cui Verafede non può proprio arrivare. 


I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che questa edizione esitva si confermano i seguenti sponsor:
-Un nuovo partner, la KBK
Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo , sarà Officina Mush che grazie alla professionilità e creatività dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potrete trovare il loro Store —->Link

 

LE PAGELLE – MALI PIGAUSU

TOP

Riccardo Melis : 7.5. Un fulmine a ciel sereno quando inizia a pedalare lungo la fascia di appartenenza. Gioca con i comapni, prova il dribblig e risulta sempre pulito ed efficace in ogni giocata e appoggio. È lui a sbloccare il match con una girata aerea che genera gli applausi di un Zara nelle vesti di assist-man. Squarcio.

Andrea Testa : 8. Nonostante qualche giocata fin troppo personale, in più occasioni si nota come il numero 8 sia completamente ad un altro livello rispetto a gran parte dei componenti avversari. Tecnica, tattica, velocità e un tocco del pallone sempre elegante e mai banale. Danza sul pallone dispensando calcio ad alti livelli. Illusionista. 

Daniel Zara : 8. È quello che prova a smuovere i suoi anche nelle situazioni di maggiore difficoltà ( vedasi il goal nel finale che da tranquillità ad una squadra costantemente sotto pressione nel finale). Macina chilometri in mezzo al campo coniugando perfettamente due fasi che il numero 4 riesce a gestire con esperienza ed intelligenza. Se a questo si abbina uno strapotere fisico quasi irrisorio nei confronti degli avversari, allora il risultato pare scontato. Montagna. 

FLOP

Alberto Cabras : 5.5. Buona partita difensiva e buoni interventi contro gli attaccanti di Real Team. Gestisce magnificamente il reparto arretrato, non abbassando mai per un attimo la soglia dell’attenzione ; un ingenuità nel finale gli costa peró un espulsione forse evitabile che non gli permetterà di essere con i compagni in finale. Nervoso. 


LE PAGELLE – Real Team


TOP

Marco Argiolas : 6.5. Fa su e giù come se non ci fosse un domani. Gestisce entrambe le fasi, riparte con continuità e sbaglia veramente poco quando c’è da imbucare per i compagni. Peccato non provi quasi mai una conclusione da fuori che potrebbe sensibilmente cambiare un risultato in bilico fino all’ultimo minuto. Prova e riprova cercando costantemente di sfondare il muro avversario. Caparbio.

Giuseppe Verafede : 7. Con lui tra i pali è tutta un altra partita. Prova fermare in tutti i modi lo strapotere di Zara e compagni con dei voli pazzeschi che sventano in più di un occasione il goal della definitiva sconfitta. Ha un piazzamento sempre ottimale che gli permette di occupare tutta la porta e di essere tra i migliori portieri in grado di affrontare l’uno contro uno. Muraglia. 

FLOP

Simone Astero : 5. Non si riprende più dopo l’errore che permette a Testa di trovare il goal del 2-0 con assoluta facilità. Il numero 8 va infatti completamente ad un altra velocità rispetto a tutta la retroguardia di Real Team ; l’unica possibilità di opposizione è data da un Verafede sempre attento e reattivo. Non riesce a gestire la fase difensiva e il più delle volte vengono commessi errori fin troppo banali. Qualche segnale di miglioramento nella ripresa. Spaesato.

 

 

Matteo Turchi

vs

SMELL BRASIL – PLV MARKET & FD CONCERTI vs MM REAL

All’impianto sportivo di Monteclaro va in scena il Mundialito del Calcio a 7 . Si affrontano Smell Brasil e Molo Murgia Real.

 

Alle ore 21.00 si gioca la prima semifinale della categoria Amateour del Mundialito ; a darsi battaglia nella giornata odierna vediamo il Smell Brasil e il Molo Murgia. Partenza lampo di una Molo Murgia vicinissima al goal dopo pochi minuti prima con il destro ravvicinato di Vargiu, poi con l’azione personale di un Cusimano che da ottima posizione non riesce ad angolare a dovere ; Locci risponde presente in entrambe le occasioni. Al 10′ è però Smell Brasil a passare in vantaggio grazie alla sassata mancina di Gianluca Pusceddu ; Piga non vedendo partire il pallone non riesce a darsi il giusto slancio per intervenire in modo efficace. A dieci dal termine è Versace a procurarsi un calcio di rigore dopo un netto contatto in area, che lo stesso numero 9 non riesce a trasformare a causa di un cucchiaio fin troppo pretenzioso che finisce incredibilmente sulla traversa. Si va al riposo con questo risultato. Ad inzio ripresa Molo Murgia riesce a concretizzare le numerose occasioni avute con il goal del momentaneo 1-1 : Versace protegge il pallone e riesce ad appoggiare per un Simone Lifoda perfetto nella conclusione dalla 3/4 ; il numero 11 riesce infatti a trovare un tiro di prima intenzione che coglie del tutto impreparato Locci. Dopo appena cinque minuti è Yaris Rais a sprecare il goal del possibile vantaggio con un destro alto da ottima posizione. La risposta di Molo Murgia è affidata interamente al diagonale da posizione defilata del solito Lifoda ; il numero 11 si prepara infatti benissimo ma è costretto ad angolare fin troppo. A metà ripresa prima Yaris Rais riesce a portare i suoi in vantaggio con un delizioso colpo di tacco dal limite dell’area, poi è però Versace a riscattare l’errore dal dischetto con una azione personale che gli permette ti agguantare il pari dopo una conclusione deviata che mette fuori causa Locci. Nel finale le due squadre non riescono a smuovere un risultato che si proietta verso i tanto temuti calci di rigore. I tiri dal dischetto sono un vera e propria agonia per due squadre che non si rivelano sempre efficaci e precise ; nell’ultimo rigore disponibile Angioni spara alto permettendo così a Smell Brasil di agguantare la tanto agognata finale. 


I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che questa edizione esitva si confermano i seguenti sponsor:
-Un nuovo partner, la KBK
Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo , sarà Officina Mush che grazie alla professionilità e creatività dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potrete trovare il loro Store —->Link

 

LE PAGELLE – Smell Brasil

TOP

Gianluca Pusceddu : 7.5. Vola nei palloni aerei assumendo un dominio praticamente incontrastato. Un mastino che ringhia sulle caviglie avversarie, e che non concede mai margine di manovra a Versace e compagni. Nonostante la sua posizione arretrata, riesce a timbrare il cartellino con un gran mancino dalla 3/4 che non lascia scampo a Piga. Tuttofare.

Yaris Manuel Rais : 7.5. L’ingresso più dirompente ed azzeccato della giornata odierna. Corre da una parte all’altra del campo, non concedendosi mai un attimo di pausa e cercando sempre la giocata che possa scardinare le fila di Molo Murgia. Riporta i suoi in vantaggio con un delizioso colpo di tacco su cui lui stesso ironizza “Quale tacco? È un goal di malleolo”. Squarcio. 

Stefano Secci : 6.5. Dettami sempre precisi, conclusioni dalla distanza che sfiorano il goal per questione di centimetri e tanta interdizione in mezzo al campo. Inventa un paio di lanci chirurgici che mettono in mostra una visione di gioco pazzesca e una capacità di gestire il pallone fuori dal comune. Peccato non riesca ad essere continuo per tutti i minuti giocati. Fantasista. 

FLOP

Giulio Ledda : 5.5. Annullato quasi completamente da  un Angioni a dir poco perfetto. Gioca una partita difficile in cui si limita a procurare qualche buon fallo sulla 3/4, non riuscendo però mai ad essere insidioso e concreto come dovrebbe. Ha poche occasioni per affondare il colpo, e queste non vengono mai sfruttate a dovere. Mezzo servizio. 


LE PAGELLE – Molo Murgia Real


TOP

Enrico Angioni : 6. Gioca una partita a dir poco sontuosa. Sempre in anticipo su Ledda, intelligente in alcuni falli tattici e praticamente insuperabile nell’uno contro uno. Grava però come un macigno quell’errore dal dischetto che non permette ai suoi di giocare una finale forse meritata per quanto visto in campo. Afflitto.

Simone Lifoda : 7.5. Da speranze ai suoi con una conclusione dal limite che gli permette di agguantare un pari tanto agognato. Instaura una lotta continua con tutta la difesa avversaria anche a causa dell’incapacità di Versace di trattenere qualche pallone giocabile ; il più delle volte è infatti costretto a fare tutto da solo. Per i valori visti in campo gli si può sicuramente perdonare qualche errore di troppo in fase realizzativa. Spiraglio di luce. 

Stefano Versace : 6. Partita fin troppo altalenante per un giocatore con le sue caratteristiche. Sbaglia incredibilmente un rigore con un cucchiaio inutile visto il valore della partita, per poi riprendersi in corso d’opera con qualche buona giocata che gli permette anche di timbrare il cartellino. Gioca però in fin dei conti una gara non sui suoi soliti livelli, nella quale tende fin troppo ad intestardirsi con il pallone tra i piedi senza mai ricercare l’appoggio con Lifoda e i compagni. In calo. 

Bruno Piga : 7. Non parte benissimo con quella insicurezza sul goal di Pusceddu che costa lo svantaggio agli uomini di Pitzalis. Con il passare dei minuti riesce però a riprendersi in modo considerevole con alcuni interventi fuori dal comune che sventano una possibile beffa visto le numerose occasioni sprecate dai suoi. Nella lotteria dei rigori da troppa forza ad un tiro che finisce largo alla destra di Locci. Due facce. 

Matteo Turchi

vs

FC COLONIA SARDA 2011 vs TIRIAMO A CAMPARI

Tiriamo a Campari dilaga contro FC Colonia Sarda 2011 e rimane così nella parte alta della classifica. 6 a 0 il risultato finale.

Al Campo Monte Claro di Cagliari, alle 22,00, gli Whites di FC Colonia Sarda 2011 in maglia della Germania, e i Gialloverdi di Tiriamo a Campari in maglia della Giamaica, si sfidano per la nona giornata del Mundialito C7, serie A Open. Tiriamo a Campari subito aggressiva con Saias che crossa per Boi, palla di poco alta. Poi Francescoli prova dalla distanza, Berli blocca a terra. All’8° minuto calcio di punizione di Federico Boi da posizione centrale ed è l’1 a 0. Colonia Sarda risponde con Curreli, tentativo dalla distanza, il portiere si distende e mette in angolo. Poi altro tentativo da lontano di Berosi, ancora Galasso salva in corner. Un minuto dopo sono invece i Gialloverdi a raddoppiare con Boi, passaggio per Camedda, assist per Daniele Cincotti che insacca. Colonia Sarda di nuovo in avanti con Spiga che prova dal limite, Boi ribatte. Subito dopo tentativo di Berosi, alto sulla traversa. Al 14° punizione dalla distanza di Curreli, murato da Boi. Altro tentativo dalla diagonale di Curreli, palla di poco a lato. Passaggio di Trudu per Berosi che si avvia in dribbling, la difesa ribatte. Tiriamo a Campari contrattacca con Cincotti, traversone per Camedda che manda di poco alto. Al 21° assist dalla fascia di Francescoli per Daniele Cincotti che non sbaglia. 3 a 0. Reazione degli Whites con Berosi, tentativo dal limite ribattuto da Del Chiappa. Spiga serve Marini che viene però anticipato da Galasso. Poi Curreli prova il dribbling in messo a tre avversari, tenta il tiro, palla sopra la traversa. Ripartono i Gialloverdi con Boi, tentativo dalla distanza, di poco a lato. Allo scadere passaggio di Francescoli per Del Chiappa che prova, Berli blocca. Nella ripresa Tiriamo a Campari aumenta il pressing. Lancio in profondità di Francescoli per Boi che non aggancia per poco. Passaggio di Boi per Francescoli che prova, il portiere blocca a terra. Ancora Boi prova dalla diagonale, Cabras chiude prontamente. Al 31° passaggio di Boi per Marco Del Chiappa che si avvia in dribbling e piazza il 4 a 0. Due minuti dopo Federico Boi prova dal limite e, complice una difesa avversaria statica, piazza il 5 a 0. Appena un minuto, cross di Lai per Francescoli, di poco a lato. Reazione di Colonia Sarda con Porru, tentativo dalla distanza, Galasso para. Passaggio di Berosi per Trudu, il portiere anticipa. Pronta risposta di Boi, assist per Marco Francescoli che sigla il 6 a 0. Gialloverdi ancora in avanti con Serra, passaggio per Francescoli e quindi per Camedda che conclude alto. Nuovo tentativo di Camedda dal limite che colpisce accidentalmente un compagno. Colonia Sarda si riorganizza e ricomincia ad attaccare. Marini prova da breve distanza, traversa piena. Tentativo di Porru dal limite, Galasso blocca. Scambio Seu, Berosi e Porru che prova e sfiora l’incrocio dei pali. Suggerimento di Porru per Berosi, Cincotti chiude su di lui. Contrattacco di Tiriamo a Campari con Francescoli, passaggio all’indietro per Serra che poi colpisce la traversa. Colonia Sarda di nuovo in avanti con Berosi che serve Porru, palla alta sulla traversa. Berosi prova dal limite il portiere ribatte. Allo scadere è Kajic che prova la punizione dal limite, ma manda di poco alto. Gara giocata su alti ritmi e di elevato contenuto agonistico. Comparto difensivo di Tiriamo a Campari granitico, attacco efficiente e rapido. Colonia Sarda ha evidenziato numerosi svarioni nella retroguardia ed un attacco impreciso che raramente è riuscito a penetrare dentro l’area avversaria.

Secondo quanto sostenuto dall’art. 7 del Regolamento della SSDrl Mr Soccer, la squadra di FC Colonia Sarda 2011 subirà una penalizzazione pari a un punti nella Classifica Fairplay in quanto uno dei giocatori non indossava la divisa ufficiale durante il match.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro Store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – FC COLONIA SARDA 2011

I TOP

Roberto Berosi: 6,5. Effettua passaggi e dribbling, prova la conclusione personale, anche se non ha fortuna almeno di prova. OSTINATO.

Marco Porru: 6,5. Serve passaggi, tenta più volte la conclusione e in un paio di occasioni sfiora la rete. CORAGGIOSO.

I FLOP

Fabio Berli: 5,5. Para solo i tiri più alla portata, per il resto si fa sorprendere anche su conclusioni non irresistibili. THE GHOST.

Roberto Cabras: 5,5. È poco deciso nell’affrontare gli avversari e in qualche occasione è in ritardo nell’affrontare gli attaccanti. PIÙ GRINTA.

IL COACH

Nicola Adamu: 6. All’inizio della gara emana aggiustamenti tattici, organizza le sostituzioni, ma con l’aumentare del passivo lascia che la gara segua il suo corso. REMISSIVO.

LE PAGELLE – TIRIAMO A CAMPARI

I TOP

Daniele Cincotti: 7,5. Puntualissimo sui due assist del compagni a trasformarli in altrettante reti. PRECISINO.

Federico Boi: 7,5. Segna una doppietta, serve un’assist, ribatte un paio di tentativi avversari. ONNIPRESENTE.

Marco Francescoli: 7. Serve passaggi, piazza una rete, serve un’assist, tutto al momento giusto. ATTIVO.

Enrico Galasso: 7. Sempre guardingo, non si fa cogliere spiazzato, sceglie con cura il momento per le uscite, nel finale non si fa sorprendere sull’arrembaggio avversario mantenendo così la porta intonsa. THE WALL.

IL COACH

Christian Siddi: 6. Ad inizio gara cura gli avvicendamenti tra i giocatori e dispensa i consigli tattici, poi quasi nulla tanto la squadra “gira da sola” ed il risultato progredisce. L’OSSERVATORE.

Giancarlo Pozzobon

vs

SS COLO CALI vs QUINTO UOMO C7

Quinto Uomo C7 supera SS Colo Cali e consolida così il primato in classifica. 3 a 1 il risultato finale.

Al Campo Monte Claro di Cagliari, alle 21,00, i Gialloverdi di SS Colo Cali in maglia della Colombia ed gli Whites di Quinto Uomo C7 in maglia U.S.A si affrontano per la nona giornata del Mundialito C7, serie C Open. SS Colo Cali subito in avanti con Piaz, passaggio per Ciccu, il portiere alza sopra la traversa. Un minuto dopo Piaz vede Pintus fuori dai pali, prova il pallonetto dalla propria metà campo, conclusione poco oltre la porta. Quinto Uomo risponde con Dinaro, tentativo in diagonale dalla distanza deviato in corner. Poi calcio di punizione centrale di Frau ribattuto dalla barriera. Al 4° minuto passaggio di Moerk per Dinaro che prova, la difesa respinge, recupera e riprova Enrico Frau che sigla l’1 a 0. Un paio di minuti appena ed arriva subito il pareggio dei Gialloverdi con Daniele Murgia a seguito di azione personale. SS Colo Cali continua a pressare con Piaz, passaggio per Murgia, di poco alto. Poi è Serra a servire Murgia che prova dal limite, sopra la traversa. Ancora Porrà passa a Piaz, anticipato da Aretino. Poi Murgia prova dalla distanza, il portiere salva di piede. Quinto Uomo risponde con Frau, tentativo dalla distanza, di poco alto. Lancio in profondità di Pau per Moerk che prova di testa, Pintus alza sulla traversa. I Gialloverdi ripartono con Porrà, cross per Ciccu, anticipato da Matta che chiude in angolo. Suggerimento di Porrà per Piaz che prova, Dinaro ribatte. Gli Whites rispondono con Dinaro, traversone per Moerk che poi controlla male, palla sopra la traversa. Allo scadere scambio tra Pintus, Dinaro e Moerk che conclude di poco a lato. Nella ripresa per Quinto Uomo Matta rileva il ruolo di portiere a Pintus. Per i Gialloverdi Locci prova un tiro dalla distanza, di poco a lato. Poi Piaz si avvia in dribbling, serve Caboni che non raccoglie. Quinto Uomo riprende il pressing con Aretino, passaggio per Pau che serve Frau, ma Locci chiude in corner. Sugli sviluppi del calcio d’angolo, assist di Pintus per Simone Frau che piazza il 2 a 1. A questo punto gli Whites, impossibilitati a fare sostituzioni avviano una tattica attendista di gestione della palla nella propria metà campo. Al 34° Paone intercetta un’azione avversaria, tenta il pallonetto dalla distanza, di poco fuori. Un minuto dopo passaggio di Locci per Paone che prova dalla distanza, Matta salva di piede. Poi passaggio di Piaz per Murgia che prova, il portiere para sicuro. Ancora Piaz dalla distanza, Aretino devia in angolo. Al 42° traversone di Porrà per Paone che poi scarica alto. Quinto Uomo si riporta in avanti con Dinaro, cross per Pintus, alto sulla traversa. Qualche minuto dopo scambio tra Frau, Pau, Matta, che nel frattempo ha ripreso il suo ruolo al centrocampo, e Pintus che provano, la difesa ribatte, recupera e riprova Dinaro che poi conclude fuori. SS Colo Cali torna a premere con Paone, passaggio per Murgia che prova la rovesciata, conclusione di poco a lato. Un minuto dopo ancora Paone tenta dalla distanza, il portiere ribatte di piede. Pronta reazione degli Whites con Pau, assist per Nicola Matta che piazza il 3 a 1. Ultima azione, calcio di punizione con Frau che finta il tiro, calcia invece Pintus, parata sicura di Agabio. Quinto Uomo è riuscita a gestire adeguatamente la gara, vista anche l’impossibilità di effettuare cambi, palesando azioni ragionate, fluide ed incisive. SS Colo Cali non ha demeritato, ma troppe sono state le imprecisioni nelle conclusioni a rete.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro Store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – SS COLO CALI

I TOP

Daniele Murgia: 7. Serve passaggi, prova la conclusione dalla distanza, va in rete su azione personale. INTRAPRENDENTE.

Giovanni Porrà: 7. Si muove rapido sulla fascia, effettua traversoni, serve passaggi ai compagni. DINAMICO.

Filippo Piaz: 7. Effettua passaggi ai compagni, prova la conclusione personale, supporta la difesa. JOLLY.

Vincenzo Paone: 6,5. Tenta un pallonetto dalla propria metà campo, inoltre cerca più volte la conclusione dalla distanza. DECISO.

LE PAGELLE – QUINTO UOMO C7

I TOP

Simone Pau: 7,5. Effettua un’assist, a sua volta va a segno su quello del compagno. ATTIVO.

Enrico Frau: 7. Prova la conclusione personale, è pronto ad andare in rete approfittando di una respinta della difesa avversaria. CORSARO.

Nicola Matta: 7. Nel ruolo di portiere è attento a non farsi cogliere spiazzato, come giocatore è pronto ad anticipare gli avversari e ad andare in rete su assist del compagno. POLIEDRICO.

Stefano Dinaro: 6,5. Prova la conclusione personale, effettua passaggi e traversoni, ribatte tentativo avversari. TUTTOFARE.

Giancarlo Pozzobon

vs

RISTORANTE 51 vs ATLETICO MADRINK

Ristorante 51 a valanga con Atletico Madrink. 19 a 1 il risultato finale.

Al Campo Monte Claro di Cagliari, alle 22,00, i Gialloverdi di Ristorante 51 in maglia del Brasile e gli Azzurri di Atletico Madrink in maglia dell’Uruguay, si sfidano per la nona giornata del Mundialito C7, serie B Open. Azzurri subito in avanti con Mazzei che prova dalla distanza Canetto para. Subito il contrattacco dei Gialloverdi che iniziano ad accumulare vantaggio. Diagonale in profondità di Matteo Ortu e gol. 1 a 0. Passaggio di Atzeni per Rubens Medas. 2 a 0. Cross di Mastromarino per Ortu, di poco sopra la traversa. Tiro centrale dalla distanza di Matteo Ortu. 3 a 0. Scambio tra Atzeni, Ortu e Medas, di poco alto. Tentativo di Atzeni dalla distanza che colpisce la traversa. Atletico Madrink abbozza una qualche reazione con Cogono, punizione di seconda per Mazzei, palla alta sulla traversa. Poi ancora Cogoni tenta un pallonetto, il portiere salva in angolo. Ristorante 51 riprende il pressing. Azione di contropiede al 9° di Rubens Medas che piazza il 4 a 0. Assist di Atzeni per Matteo Ortu. 5 a 0. Assist di Melis per Rubens Medas. 6 a 0. Cross di Ortu per Medas che prova di testa, palla di poco a lato. Gli azzurri prova a rompere l’assedio. Passaggio di Mazzei per Salaris che prova, il portiere ribatte. Tentativo dal limite di Mazzei, di poco alto. Passaggio di Orrù per Salaris che poi manda all’esterno della rete. Al 17° assist di Mazzei per Andrea Bandera che va in rete. 6 a 1. Subito dopo suggerimento di Salaris per Orrù che si avvia in dribbling i poi conclude sopra la traversa. Al 18° Matteo Atzeni intercetta un frettoloso rinvio di mani di Manias e piazza il 7 a 1. Due minuti dopo passaggio di Ortu per Melis, assist per Rubens Medas, ed è l’8 a 1. Nella ripresa Ristorante 51 allunga ancora con Ortu, suggerimento per per Medas il quale a sua volta effettua l’assist ancora per Matteo Ortu che non sbaglia. 9 a 1. Reazione di Atletico Madrink con Orrù, calcio piazzato respinto dalla barriera, Poi passaggio di Orrù per Bandera che prova e sfiora l’incrocio dei pali. I Gialloverdi ricominciano a macinare gioco. Scambio Atzeni, Medas, Mastromarino che colpisce il palo esterno. Poi azione personale di Rubens Medas che sigla il 10 a 1. Subito dopo due azioni personali pressoché consecutive di Alessio Mastromarino entrambe le volte a segno. 12 a 1. Azione personale di Melis, assist per Rubens Medas e gol. 13 a 1. Calcio di punizione dal limite di Alessio Mastromarino che insacca. 14 a 1. Suggerimento di Melis per Mastromarino, assist per Rubens Medas che sigla il 15 a 1. Torna a farsi vedere l’Atletico Madrink con Bandera, punizione di prima, murato dalla barriera. Poi Orrù intercetta palla a Sculco, prova la conclusione diagonale dalla distanza, Canetto si distende e para. Ristorante 51 riprende ad intessere azioni. Rete di Alessio Mastromarino dal limite. 16 a 1. Alessio Mastromarino ancora a segno, stavolta complice una deviazione della difesa avversaria. 17 a 1. Poi assist di Atzeni per Marco Melis e gol. 18 a 1. Infine assist di Melis per Matteo Ortu per il 19 a 1 che chiude la gara. Risultato che non necessita di commenti, Evidente il divario tecnico tra le due squadre in tutti i sensi. Implacabile l’attacco di Ristorante 51 quanto vulnerabile la difesa di Atletico Madrink. Unica nota positiva per gli azzurri il gol della bandiera siglato su assist.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro Store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – RISTORANTE 51

I TOP

Matteo Ortu: 9. Sei reti segnate su assist o azione personale. INCONTENIBILE.

Alessio Mastromarino: 9. Effettua l’assist per il compagno che va a segno e a sua volta insacca ben cinque reti. ARTIGLIERE.

Rubens Medas: 9. Ben sei reti messe a segno ed un assist effettuato. GATLING.

Marco Melis: 8. È pronto ad andare in rete su assist e a sua volta ne confeziona ben quattro per i compagni che vanno a segno. RIFINITORE.

LE PAGELLE – ATLETICO MADRINK

I TOP

Gianmarco Mazzei: 6. Prova la conclusione personale, serve l’assist al compagno che va in rete. AQUILA SOLITARIA.

Andrea Bandera: 6. È pronto ad andare in rete su assist del compagno, poi tenta la conclusione su passaggio. TEMERARIO.

I FLOP

Mattia Fadda: 5,5. Vaga nei pressi della propria area senza mai contrastare efficacemente gli attaccanti avversari. ZOMBIE.

Gabriele Manias: 5. Incassa qualche rete di troppo facendosi trovare spiazzato si tiri non particolarmente impegnativo, oppure a causa di un maldestro rinvio con le mani dritto dritto tra i piedi dell’attaccante avversario. COLABRODO.

Giancarlo Pozzobon

vs

I FIGLI DEI FIORI vs AUTOC. MURA & LOBINA

I Figli dei Fiori si impone contro Autoc. Mura & Lobina e conquista così il vertice della classifica. 4 a 2 il risultato finale.

Al Campo Monte Claro di Cagliari, alle 21,00, i Rossoneri de I Figli dei Fiori in maglia del Belgio e gli Whites di Autoc. Mura & Lobina in maglia della Croazia, si affrontano per la nona giornata del Mundialito C7, serie B Open. Whites subito in vantaggio con un’azione dalla profondità di Marco Pisu che sigla l’1 a 0. I Rossoneri rispondono con Stara, tiro dalla diagonale, Piga blocca a terra. Poi calcio di punizione di Stara, alto sulla traversa. Scambio tra Stara, Corda e Curreli che conclude di poco alto. Gli Whites ripartono con Ennas, diagonale per Masala che prova, Piroddi salva in acrobazia. Qualche minuto dopo Marco Pisu serve Masala, tentativo ribattuto da Floris. Passaggio di Lai per Marco Pisu, anticipato dal portiere. Poi Alessandro Pisu serve Marco Pisu, il portiere ribatte. Al 16° suggerimento di Masala per Ennas, conclusione che si stampa sul palo. I Figli dei Fiori ripartono con Corda, diagonale dal limite, di poco a lato. Calcio di punizione di prima di Dessena, la barriera ribatte. Al 18° tiro dalla distanza di Alessandro Floris, Piga pasticcia nel tentativo di trattenuta, ed è l’1 a 1. Autoc. Mura & Lobina torna a pressare con Masala, diagonale per Innamorati, Piroddi salva in angolo. Corner battuto da Marco Pisu, Innamorati prova di testa, palla di poco a lato. Al 21° diagonale di Marco Pisu, Piroddi ribatte. Subito dopo cross al centro di Ennas, nessun compagno raccoglie. Nella ripresa sono I Figli dei Fiori a farsi in avanti con Dessena, passaggio per Corda che si avvia in dribbling, la difesa chiude. Poi calcio piazzato di Dessena per Stara, anche stavolta la difesa si oppone. Al 30° punizione di prima per Stara, la barriera devia in corner. Un minuto dopo è ancora Marco Stara che approfitta di un attimo di incertezza della difesa avversaria e dal limite piazza il 2 a 1. La reazione degli Whites è immediata. Calcio di punizione centrale di Masala, il portiere ribatte. Altra punizione dal limite di Masala, murata dalla barriera. I Rossoneri rispondono con Dessena, calcio piazzato dalla diagonale respinto dalla barriera. Al 38° Alessandro Floris calcia una punizione angolata da bordo campo che spiazza Piga e sigla il 3 a 1. Al 40° Sarritzu prova dalla distanza, di poco a lato. Due minuti dopo altra punizione di prima dalla distanza di Marco Dessena, palla che filtra tra le maglie della difesa, ed è il 4 a 1. Autoc. Mura & Lobina si riorganizza e contrattacca. Punizione di Masala dalla diagonale, Piroddi si distende e para. Marco Pisu tenta dalla distanza, di poco a lato. Punizione di seconda di Dessì per Marco Pisu, la difesa respinge. Lancio in profondità di Innamorati per Masala, Piroddi anticipa sicuro. Al 45° calcio di punizione di prima di Marco Pisu dal limite che marca il 4 a 2. Il pressing continua. Due calci di punizione di Marco Pisu, il primo ribattuto dalla barriera, il secondo deviato in angolo. Al 48° ancora Marco Pisu prova dal limite, tentativo ribattuto da Floris. Calcio piazzati di Innamorati per Ennas, la difesa chiude. Nei minuti di recupero sono i Rossoneri che provano ad allungare con Sarritzu, punizione per Floris che prova dalla diagonale, ma poi la difesa chiude e l’azione sfuma. L’ultimo tentativo è per gli Whites, calcio piazzato di Marco Pisu per Lai che prova dalla distanza, il portiere blocca a terra. I Figli dei Fiori è apparsa squadra più compatta in difesa e meglio organizzata in attacco. Autoc. Mura & Lobina forse ha fatto un po’ troppo affidamento sul solo Marco Pisu ed ha pagato qualche svarione di troppo nel comparto difensivo.. Da segnalare i molti calci di punizione assegnati ad entrambe le squadre per falli di gioco.

Secondo quanto sostenuto dall’art. 7 del Regolamento della SSDrl Mr Soccer, la squadra di I Figli dei Fiori subirà una penalizzazione pari a un punto nella Classifica Fairplay in quanto uno dei giocatori non indossava la divisa ufficiale durante il match.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro Store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – I FIGLI DEI FIORI

I TOP

Alessandro Floris: 7,5. Segna una doppietta su azione e su calcio piazzato, ribatte tentativi avversari. DETERMINATO.

Marco Stara: 7. È pronto ad approfittare di una momentanea incertezza della difesa avversaria e ad andare in rete. SQUALO.

Marco Dessena: 6,5. Si incarica dei calci piazzati, va in rete con un preciso tiro di punizione dalla distanza. CECCHINO.

Stefano Corda: 6,5. Veloce nei passaggi e negli scambi, prova la conclusione personale, supporta la difesa. TUTTOFARE.

LE PAGELLE – AUTOC. MURA & LOBINA

I TOP

Marco Pisu: 7. Prova più volte la conclusione personale e piazza così una doppietta, si incarica dei calci piazzati. INCURSORE.

Walter Masala: 7. Serve passaggi ai compagni, prova la conclusione personale, batte i calci di punizione. REGISTA

Matteo Ennas: 6,5. Si muove rapido sulla fascia di competenza, serve numerosi passaggi, supporta la difesa. SCATTANTE.

I FLOP

Bruno Piga: 5,5. Incassa due reti, una per un’incerto tentativo di trattenuta, l’altra facendosi sorprendere su un tiro piazzato dalla distanza non particolarmente irresistibile. DISTRATTO.

Giancarlo Pozzobon

vs

TIRIAMO A CAMPARI vs PAGU GANA

Presso l’impianto sportivo di Monteclaro, le squadre del torneo targato Mr Soccer 5 sono chiamate a disputare l’ottava giornata del Mundialito 2018-19 Categoria Open: alle 22:00 si affrontano TIRIAMO A CAMPARI e PAGU GANA.

Come suggerisce lo stesso nome del torneo le due compagini vestono le casacche di rappresentanza, i padroni di casa reduci da un pareggio contro QUATTROEMME indossano quella gialla della Giamaica mentre gli ospiti usciti sconfitti dalla gara contro la stessa QUATTROEMME, il completo blu del GIAPPONE.

Nella sfida tra i due fanalini di coda la spunta Tiriamo a Campari, squadra apparsa più compatta e quadrata tatticamente che ha saputo sviluppare un gioco più dinamico e divertente. La partita si rende avvincente fin dai primi minuti di gara, e difatti la situazione si sblocca in una manciata di secondi. Al 3′ a firmare il tabellino dell’arbitro ci pensa Daniele Cincotti ed è subito 1 a 0 per Tiriamo a Campari. La reazione di marca ospite è pressoché immediata ma, allo stesso tempo sterile. Ci provano in sequenza al 4′ Leone, la sua conclusione finisce alta dallo specchio della porta difesa da Galasso e successivamente Pisci ma il suo destro lambisce il palo. Al 19′ la chance del raddoppio è sui piedi Ghiani servito alla perfezione da Usai, sulla sua strada trova Congiu che gli chiude lo specchio e mette in out. Sempre al 22′ l’occasione più ghiotta per i padroni di casa è di Sais il quale di contro-balzo destro scaglia in rete un violento tiro che, viene provvidenzialmente salvato sulla linea di porta da Sposato. Prima del triplice fischio d’intervallo Pagu Gana sciupa malamente l’occasione di impattare il match, difatti, Tumatis a tu per tu con Galasso si fa ipnotizzare sparando centrale sull’estremo difensore. Risultato parziale 1 a 0, tutti a bere una bibita rinfrescante.

La ripresa si apre con Pagu Gana che cerca di alzare il baricentro del proprio centrocampo cercando la via del goal pareggio. La prima azione saliente è al minuto 28′ quando Leone apre il gioco sulla sinistra per Tumatis, il suo destro viene disinnescato proficuamente da Galasso. Al 30′ ci sarebbe l’occasione giusta per portare a due il passivo nelle spalle degli ospiti. Francescoli lascia partire un cross dalla corsia destra, ma l’impatto con la sfera da parte di Scalas, col piatto destro al volo, ha scarsa fortuna. La rete del raddoppio arriva al 37′ al culmine di un’azione personale di Matteo Sais, il quale palla al piede dalla corsia mancina percorre diversi metri palla al piede, il suo tiro finisce nel sacco ed è festa in maglia gialla. Neanche il tempo di annotare il nuovo risultato, che l’arbitro si trova subito ad aggiornare il proprio taccuino. Al 38′ arriva la rete, diciamo un po fortunosa, da parte di Riccardo Secci che, nel tentativo di mettere un cross dalla fascia destra, trova una deviazione in maglia gialla la quale elude l’intervento dell’estremo difensore. I minuti finali ci regalano una reazione di carattere da parte dei padroni di casa che hanno sulle gambe più benzia per portare a casa i tre punti. In pochi minuti dal 43′ al 48′, prima Tiriamo a Campari segna altre due reti con Marco Francescoli sfruttando un ottimo suggerimento da parte di Cincotti, e successivamente con lo stesso Daniele Cincotti il quale ribadisce in rete un tiro-cross di Ruzzu. Per i neri, prima del triplice fischi di chiusura da parte di Morenu, registriamo la rete di Tumatis su asist di Cera. Risultato finale 4 a 2.

 

Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che quest’anno si confermano sponsor :

 

KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

 

LE PAGELLE – TIRIMO A CAMPARI

I TOP

Daniele Cincotti: 7.5. Il numero 7 in maglia gioca una gara superlativa, oltre che fornire il suo contributo in fase relativizzava, ben due goal al suo attivo, fornisce un grosso contributo nel reparto arretrato. Dotato di un gran senso dell’anticipo e una profonda visione di gioco. INSUPERABILE

Francescoli Matteo: 7. Il centrocampista in maglia 19 è la chiave di volta per il successo in quanto è il raccordo tra centrocampo ed attacco. Ottimo il suo diagonale al 43′ che non lascia scampo all’estremo difensore. DINAMICO

Marco Del Chiappa: 7. relegato quest’oggi al ruolo di difensore centrale giaco una gara discreta. Dotato di grande intelligenza calcistica guida il proprio reparto infondendo solidità e sicurezza. Al 37′ della ripresa trova il goal del 2 a 0 con un ‘azione personale in grande stile. IL PRINCIPE

Alberto Usai: 6.5. Il numero 10 gioca un po ad intermittenza, ma quando ha la corrente continua regala giocate a più non posso. Grande tecnica e senso della posizione in campo gli consentono di superare la soglia della sufficienza. CONTAGOCCIE

 

LE PAGELLE – PAGU GANA

I TOP

Nicola Tumatis: 6.5. Sicuramente il giocatore più in palla della propria squadra, corre tanto e cerca di inventare giocate per raddrizzare il match. Peccato che in diverse circostanze non venga compreso dai compagni. Nel finale si regala la gioia del goal che rende meno amaro il passivo. INCOMPRESO

Sposato Giuseppe: 6. Tiene bene le redini della difesa, salvando il capitombolo della propria squadra fin dalla prima frazione di gioco. Dotato di un gran senso della posizione e qualità da regista si merita la sufficienza. WALL

 

I FLOP

Scalas Marco: 3. Partita da dimenticare per il laterale in maglia 3, troppi erroi fanno da cornice alla sua prestazione. In alcune circostanze si è trovato fuori ruolo lasciando in balia degli avversari la propria zona. FUORI SEDE

Francesco Mainas: 5. L’attaccante in maglia undici non si rende mai pericoloso. Non pungendo come al suo solito sprofonda in una partita anonima e asfittica. ASFITTICO

Roberto Artizzu

vs

QUATTROEMME COSTRUZIONI vs FC COLONIA SARDA 2011

Presso l’impianto sportivo di Monteclaro, le squadre del torneo targato Mr Soccer 5 sono chiamate a disputare l’ottava giornata del Mundialito 2018-19 Categoria Open: alle 21:00 si affrontano QUATTROEMME COSTRUZIONI e COLONIA SARDA.

Come suggerisce lo stesso nome del torneo le due compagini vestono le casacche di rappresentanza, i padroni di casa reduci da una vittoria contro PAGU GANA indossano quella nera del MESSICO mentre gli ospiti usciti sconfitti dalla gara contro L’AUTORIPARATORE, il completo bianco della GERMANIA.

Partita all’apparenza semplice quella di Quattroemme Costruzioni. Forti del loro primo posto in classifica, rischiano di farsi raggiungere nel finale da una Colonia Sarda in sordina al primo tempo e più propositiva e ricca di idee nella seconda parte. I padroni di casa iniziano il match in sei uomini mentre la formazione di Lenzen può contare da subito di una folta panchina, ben quattro atleti a disposizione. Nonostante la momentanea inferiorità numerica, al 4′ è la squadra di Porceddu a passare in vantaggio. Il marcatore è Simone Moricio che dal corridoio di destra trova un piazzato il quale non lascia scampo a Berli. Le due squadre si affrontano a viso aperto e non mancano sporadiche occasioni da entrambe le parti. Prima ci prova Spiga ben servito da Trudu, ma la sua girata è facile preda per Mainas; per i padroni di casa invece la chance è nei piedi di Turri contrastato da un’uscita impeccabile dell’estremo difensore che gli chiude lo specchio. Prima del raddoppio di marca nera registriamo il legno colto da da Porru. Al 19′ Alessandro Turri porta a due il bottino dei goal della sua squadra, riconquista palla a centrocampo e lasciando partire un destro che si insacca nelle maglie del verde cagliaritano. Prima del duplice fischio di fine primo tempo da parte di Morenu, è sempre sui piedi di Turri l’occasione per chiudere sul 3 a 0, ma il rilancio con le mani di Mainas non viene capitalizzato dal numero due. Tutti a bere una bevanda rinfrescante sul punteggio di 2 a 0.

Nella ripresa, catechizzati a dovere dal proprio mister, Colonia Sarda inizia a giocare una partita diversa e la sterilità di idee delineata nel primo tempo sembra acqua passata. Di fatti al 26′ Berosi prova un azione personale ma la sua conclusione da posizione centrale finisce alle stelle. Per i padroni di casa ci prova Congiu Alessio seminando il panico in prossimità dell’area di rigore, dribbling ai danni di tre giocatori e diagonale che lambisce il palo alla sinistra di Orrù. Al 33′ registriamo il palo di Bagatti, sempre due minuti più tardi lo stesso Bagatti triangola alla perfezione con Porceddu, il quale da pochi passi dalla linea di porta conclude alto. Al 40′ arriva la rete del 3 a 0, l’azione si sviluppa nella corsia mancina dalla quale Porceddu serve un assist delizioso per Alessio Bagatti, per il numero quattro è un gioco da ragazzi ribadire in rete. Nei minuti finali arriva la reazione di marca tedesca, difatti, al 45′ prima trovano una gran rete con Marco Porru con un tiro che prima di finire nel sacco colpisce il palo, successivamente, due minuti più tardi, per il definitivo 3 a 2 ci pensa Adis Kajic grazie al suggerimento di Spiga. Quattroemme Costruzioni consolida stasera il suo primato in classifica. Colonia Sarda povera di idee nel primo tempo ha saputo tirare fuori grinta e tenacia specie nei minuti finali, segnale che i ragazzi di Lenzen nelle due partite mancanti cercheranno di fare punteggio massimo e sperare nella qualificazione.

 

Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che quest’anno si confermano sponsor :

 

KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

 

LE PAGELLE – QUATTROEMME COSTRUZIONI

I TOP

Simone Moricio: 7. La corsia mancina è di sua esclusa personale competenza. Tanti chilometri quelli percorsi dal numero 24, gioca con la sua consueta tenacia che lo contraddistingue per tutti i 50 minuti di gara. Ha l’onore di aprire le danze al 4′ e mette il primo tassello per la vittoria. DIESEL

Alessio Bagatti: 7. Si presenta in ritardo al campo, ma quando mette piede nel rettangolo di gioco il suo peso inizia a farsi sentire. Padrone indiscusso del suo reparto, tiene in continua apprensione la difesa avversaria lottando su qualsiasi pallone gli orbiti affianco. Segna un goal decisivo che vale i tre punti. IMMENSO

Alessandro Turri: 6.5. Buona prestazione nella prima frazione di gioco un po meno nella ripresa. Fornisce un contributo essenziale nelle fase di interdizione recuperando una marea di palloni, e non si lascia intimidire nello sbilanciarsi in attacco, trovando anche la via del goal. MATURO

Andrea Porceddu: 6.5. Gara di sostanza del numero 10, impeccabile nei passaggi e ottimo nei cambi gioco quando la squadra è ingabbiata. Peccato che arrivi un po scomposto all’appuntamento al goal nell’azione di fraseggio con Bagatti. LEADER

 

LE PAGELLE – COLONIA SARDA

I TOP

Marco Porru: 6.5. Dotato di una buona tecnica, prova più volte a impensierire la retroguardia avversaria. La sua progressione palla al piede alcune volte è un vero problema per i suoi dirimpettai. Segna un gran goal con un diagonale mozzafiato. GENIALE

Andrea Casalese: 6.5. Il difensore centrale gioca una bella gara, cercando di argine finché può le sortite di Bagatti e compagni. Nella ripresa riesce ad assestare il suo reparto e si dimostra elemento essenziale per la propria compagine. STONE

Adis Kajic: 6.5. Partita un po troppo in sordina al primo tempo e una ripresa giocata con carattere, grinta e determinazione. Questi sono gli elementi che lo contraddistinguono e lo portano anche a trovare il goal regalando speranze nei minuti finali. RAMBO

I FLOP

Marcello Manca: 5. Partita sottotono quella del numero 15, non si rende mai pericoloso in attacco e spesso e volentieri commette errori tecnici che pesano sulla valutazione finale. NON PERVENUTO

 

 

Roberto Artizzu

vs

AUTOC. MURA & LOBINA vs OR.CA INOX

Presso l’impianto sportivo di Monteclaro, le squadre del torneo targato Mr Soccer 5 sono chiamate a disputare l’ottava giornata del Mundialito 2018-19 Categoria Open: alle 22:00 si affrontano AUTOC. MURA & LOBINA e O.R.CA INOX.

Come suggerisce lo stesso nome del torneo le due compagini vestono le casacche di rappresentanza, i padroni di casa reduci da una vittoria contro ATLETICO MADRID indossano quella bianca a scacchi rossi della CROAZIA mentre gli ospiti usciti vittoriosi anch’essi dalla gara contro la stessa ATLETICO MADRID, il completo rosso della SPAGNA.

Partita all’apparenza semplice quella dei padroni di casa, i quali forti della supremazia nel proprio girone, si lasciano scappare la possibilità dell’ en plein delle vittorie cadendo contro un’ O.R.CA Inox con tanta benzina nelle gambe. Nei primi minuti di gioco fa da padrone di campo, il giro palla, volto a comprendere i rispettivi schieramenti tattici e trovare i corridoi giusti per la via del goal. Per la prima rete, di fatti, dobbiamo attendere il 6′ quando Diop addomestica un rilancio dalla difesa, stop perfetto come il suggerimento filtrante per Roberto Mannironi che batte in uscita l’incolpevole Piga. I padroni di casa, scossi dal passivo cercano subito di rendersi pericolosi provandoci al 11′ con Dessì, la gran botta non è palla semplice per Sidibe ma riesce ad intercettare disinnescando la minaccia. Nei minuti centrali della prima frazione di gioco, i rossi tengono il pallino del gioco e cercano in diverse occasioni il goal del raddoppio. Prima ci prova Diop e in sequenza Mannironi, entrambi i tentativi vengono sventati da un sempre attento quanto salvifico Piga. La rete del 2 a 0 arriva su palla inattiva al 22′, di fatti, Girau pennella un corner millimetrico per Omar Diop, il quale mette troppo liberamente alle spalle dell’estremo difensore. Prima del duplice fischio da parte di Piga, i rossi avrebbero anche la chance di portare a tre il passivo, ma lo stesso Diop, autore della precedente rete, spreca malamente un’azione in ripartenza. Parziale fermo sul 2 a 0, tutti a bere una bevanda rinfrescante.

Nella ripresa, Autoc. Mura & Lobina cerca di raddrizzare la partita e di sopperire alle diverse disattenzioni della retroguardia. Al 26′ ci prova N. Ennas, ma la sua rovesciata viene ribadita in out da un intervento miracoloso di Sidibe. I bianchi a scacchi rossi nelle battute iniziali della seconda frazione, sono padroni del centrocampo ma le occasioni create non vengono capitalizzate a dovere. Infatti sfiorano la terza rete al 32′, quando complice una nuova disattenzione su calcio d’angolo, Manninroni in spaccata manda di un soffio alto sopra la traversa. Il vecchio detto del calcio recita: “ a goal sbagliato, segue quello subito”, di fatti al 38′ Marco Pisu accorcia le distanze con un tiro che si insacca con la compartecipazione di una deviazione avversaria. Nelle battute finali al 43′ chiude la partita Roberto Mannironi, il quale mette in rete il suggerimento da parte di Diop per il definitivo 1 a 3.

 

Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che quest’anno si confermano sponsor :

 

KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

 

LE PAGELLE – AUTOC. MURA & LOBINA

I TOP

Piga Bruno: 7. Autore di diverse parate che tengono in bilico il match fino alle battute finali. Salva il risultato e sopperisce alle troppe leggerezze da parte della propria retroguardia. Il suo talento e tenacia non bastano per non rompere il filone di imbattibilità. LEADER

Marco Pisu: 6.5. Il laterale in maglia otto trova una fortunata rete nei minuti centrali della seconda frazione di gioco, regalando speranza e ottimismo alla propria squadra. Corre tanto ed è sempre partecipe all’azione. DEVOTO

 

I FLOP

Alessandro Pisu: 5.5. Partita sottotono del numero quattro in maglia bianca, troppe le disattenzioni a suo carico durante il match. SLEEP

Matteo Dessì: 5.5. A parte la fiammata sul tiro del primo tempo, il suo fuoco si spegne lentamente durante la partita. Apparso in diverse occasioni disattento, specie nelle palle di fermo. IN LETARGO

 

LE PAGELLE – O. R. CA INOX

I TOP

Omar Diop: 7.5. Il numero nove gioca una gara perfette, è sempre una spina nel fianco della retroguardia avversaria. Conclude la sua prestazione con un goal e due assist al suo attivo. Incantevole nell’azione che porta al primo goal della sua squadra e soave in occasione della rete personale. FELINO

Roberto Mannironi: 7.5. Gioca una partita a tutto campo, non lasciando suggerimenti tattici ai propri avversari. Dotato di una discreta tecnica e visione di gioco, segna una doppietta e ci mette il cuore fino al fischio finale. DURACELL

Yahya Sidibe: 7. Sempre attento tra i pali e abile con i piedi. Prodigiosa la parata del primo tempo su Dessì, si ripete nella ripresa sulla rovesciata di N. Ennas. SARACINESCA

Andrea Girau: 7. Il pivot in maglia 11 si sacrifica parecchio in fase di interdizione e funge da raccordo con il reparto offensivo. Macina chilometri e inventa gioco per tutto il match. METRONOMO

 

Roberto Artizzu

 

vs

QUINTO UOMO C7 vs OREFICE COSTRUZIONI

Presso l’impianto sportivo di Monteclaro, le squadre del torneo targato Mr Soccer 5 sono chiamate a disputare l’ottava giornata del Mundialito 2018-19 Categoria Open: alle 21:00 si affrontano QUINTO UOMO e OREFICE COSTRUZIONI.

Come suggerisce lo stesso nome del torneo le due compagini vestono le casacche di rappresentanza, i padroni di casa reduci da una vittoria contro LOS BURROS indossano quella bianca degli USA mentre gli ospiti usciti vittoriosi anch’essi dalla gara contro la stessa LOS BURROS, il completo azzurro dell’ ITALIA.

La partita delle 21.00 regala grande spettacolo. Ad affrontarsi due compagini quadrate capaci di sviluppare un buon calcio e far divertire gli spettatori presenti presso l’impianto cagliaritano. La prima vera occasione del match è per i padroni di casa, Morek da buona posizione centrale spara alto dallo specchio della porta difesa da P. Ibba. La reazione di marca azzurra è immediata; prima sfiorano il goal con un tiro-cross di Sitzia dalla corsia mancina e successivamente, di testa, Ugas manda fuori da posizione invitante. Prima di registrare la prima rete, è sui piedi di Matta l’occasione d’oro, ma il suo diagonale si spegne a sinistra dell’angolo destro della porta avversaria. Il taccuino dell’arbitro viene aggiornato al minuto 18′, autore della rete è Andrea Pintus che capitalizza sapientemente il suggerimento da parte di Moerk. Prima del duplice fischio da parte di Marzio Piga, gli ospiti avrebbero la chance di impattare il match, ma il tiro di Ugas viene proficuamente disinnescato da Valdes. Il parziale del primo tempo si chiude sul 1 a 0 per Quinto  Uomo, tutti a bere una bevanda rinfrescante.

La ripresa si apre con ritmi decisamente più intensi e gli ospiti trovano subito la via del goal che gli consente di agguantare il pareggio. La marcatura è di Massimiliano Corpino, il quale con un colpo da biliardo di piatto mette nel sacco, ottimo l’assist da parte di Ugas. Neanche il tempo di fischiare la ripresa del gioco che, Quinto uomo portano nuovamente ad uno il distacco. Al 29′ Martin Moerk conquista palla poco dopo il cerchio di centrocampo, esegue cinque metri palla al piede e da posizione centrale fa partire un destro che non lascia scampo a Valdes. Quattro minuti più tardi è sempre lo stesso M. Moek a segnare la sua doppietta personale, portando il risultato sul momentaneo 3 a 1. La partita prende una piega un po troppo maschia e registriamo oltreché qualche intervento al limite del regolamento, anche qualche parola di troppo nei confronti del direttore di gara. Marzio Piga per sedare gli animi e riportare la gara sui binari della correttezza sportiva è costretto ad estrarre un cartellino per parte ai danni di Martis Angelo e Moek Martin. Al 37′ Orefice Costruzioni trova il goal, ottimo l’asse dei due Sitzia, con Matteo Sitzia che deposita in rete lo splendido assist di Nicola. La partita scorre fino al triplice fischio finale, sul punteggio di 3 a 1. Nel big match per il primato in classifica la spunta Quinto Uomo, dimostrandosi corazzata pronta a dare l’assalto al titolo di Campione del Mundialito 2018-19 categoria Open.

 

Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che quest’anno si confermano sponsor :

 

KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

 

LE PAGELLE – QUINTO UOMO

I TOP

Andrea Pintus: 7.5. Il centrocampista in maglia 10 gioca una partita superlativa. Ottimo il suo contributo in termini di raccordo tra centrocampo ed attacco. Dimostra di avere una grande tecnica e tanta visione di gioco. Non si priva del goal nella prima frazione di gioco. FANTASY

Claudio Valdes: 7.5. Ottima la prestazione dell’estremo difensore, autore di diversi interventi che salvano il risultato finale da un pareggio che non avrebbe giovato a nessuno dei due. SPIDERMAN

Marco Murgia: 7. Relegato a ruolo di centrale difensivo, il numero quattro gioca una discreta gara. Il suo contributo in fase di copertura è fondamentale per il raggiungimento del successo della sua squadra. Non disdegna qualche sortita pericolosa in attacco. ROCCIA MILIARE

Nicola Matta: 7. Il laterale in maglia sette macina chilometri a dismisura. Padrone della corsia di sua competenza, regala giocate di grande livello. Ottimo nella fase di ripiego, specie nella chiusura delle diagonali. FLUIDIFICANTE

 

LE PAGELLE – ITALIA

I TOP

Matteo Sitzia: 6.5. Il pivot in maglia 10 è sicuramente il più in palla dei suoi. Dimostra di avere una buona tecnica e tanta corsa, peccato che in diverse circostanze non venga adeguatamente assistito dai propri compagni. Segna il secondo goal della propria squadra e dona nuove speranze per aggiustare il match nei minuti finali. DINAMICO

Jacopo Ugas: 6.5. Tanta corsa e spirito di sacrificio gli consentono di superare la sufficienza. Gioca sempre per la squadra e raramente si cimenta in azioni personali. Dotato di una grande visione di gioco ama spaziare dalla corsia laterale fino ad accentrasi in mezzo al campo, consentendo in diverse circostanze la superiorità numerica. JOLLY

Nicola Sitzia: 6.5. Tante sgroppate nella corsia mancina di sua competenza, dalla quale scaturisce l’assist per Sitzia. Peccato che al minuto finale di gara si divori malamente un goal di testa a pochi passi dalla linea di porta. SUPER SENZA PIOMBO

 

I FLOP

Angelo Martis: 5.5. Troppa carica agonistica che spesso sfocia in maleducazione sia nei confronti degli avversari che dell’arbitro, non giovano al suo rendimento. Dotato di una buona tecnica, quando perde le staffe sono troppi gli errori tecnici a suo carico. Da un giocatore del suo calibro ci aspettiamo maggiore temperamento, quello da leader che sicuramente ha nel suo DNA. Siamo sicuri che durante il proseguo del torneo saprà dimostraci altri skills e grandi giocate. IRREQUIETO

 

Roberto Artizzu

vs