QUINTO UOMO C7 vs AUTOC. MURA & LOBINA

Il Mundialito di Mr Soccer 5 entra nel vivo con i quarti di finale della Serie A Open: a giocarsi un posto nelle final four sono, alle 22:00 sul manto del campo Fiore, Quinto Uomo, con la maglia degli USA, e Autocarrozzeria Mura e Lobina, con la divisa della Croazia. Quinto Uomo arriva a questa fase ad eliminazione diretta con un primo posto nel gruppo C, mentre gli avversari hanno collezionato un terzo posto nel gruppo C.

Prima palla toccata dai ragazzi di Quinto Uomo e portiere subito chiamato in causa con la conclusione di Lai su calcio di punizione. Cinque minuti dopo, all’ottavo minuto di gioco, padroni di casa in vantaggio con Andrea Pintus che con un’iniziativa personale riesce a superare la retroguardia avversaria e infilare poi Piga col piatone sul primo palo. Piga poi attento sempre su una conclusione del numero 10 di Quinto Uomo che trova una doppia deviazione prima di finire nelle mani del numero 86. Primo tempo che rallenta con le squadre che non creano reali pericoli e pensano più ad un palleggio ragionato, ma al 17’ arriva il raddoppio: azione cominciata da Pintus, palla poi a Dinaro che mette in mezzo per Simone Pau che deve solo spingere in rete il pallone che vale appunto il 2-0. Il goal di Autocarrozzeria Mura e Lobina arriva quasi allo scadere del primo tempo con una percussione personale di Michele Lai.

Col primo tempo però si chiude anche la partita: Quinto Uomo decide di lasciare il terreno di gioco per un problema regolamentare riguardante un suo giocatore che non aveva le presenze necessarie (almeno tre da regolamento) per partecipare alle fasi finali del torneo, ma che ha comunque presenziato in panchina e, per alcuni secondi, anche in campo. Sicuri di un ricorso del team avversario i ragazzi di Quinto Uomo decidono quindi di abbandonare e terminare di conseguenza anzitempo la gara.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

– KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – QUINTO UOMO

I TOP

Andrea Pintus: 6.5. Segna il goal del vantaggio e da inizio all’azione che porta al raddoppio. Per la breve durata del match sicuramente il migliore dei suoi. INTRAPRENDENTE

Simone Pau: 6.5. Sigla il 2-0 e non ha paura di avanzare nella metà campo avversaria. SENZA PAURA

Claudio Valdes: 6. Impegnato a match appena iniziato nel corso del primo ed unico tempo non viene chiamato in causa spesso. INOCCUPATO

Stefano Dimaro: 6. Qualche buona chiusura ma nulla di più per meritare una bocciatura o una promozione in quanto 25’ sono troppo pochi per una valutazione completa. DILIGENTE

LE PAGELLE – AUTOCARROZZERIA MURA E LOBINA

I TOP

Bruno Piga: 6. Al primo tiro degli avversari nel match risponde presente. I goal presi non sono completamente colpa sua in quanto la squadra risultava sbilanciata in avanti. GUARDIANO SOLITARIO

Michele Lai: 6.5. La sua intraprendenza accorcia le distanze, anche per lui 25’ sono pochi per dare una valutazione completa. VOLENTEROSO

Nicola Ennas: 6.5. Non si ferma un secondo e cerca sempre l’uno contro uno. SENZA PAURA

Carlo Innamorati: 6. Sei politico perché non si vede abbastanza in campo per sottolineare qualcosa di positivo o negativo. SUFFICIENTE

Thomas Victor Todesco

vs

QUATTROEMME COSTRUZIONI vs RISTORANTE 51

Il Mundialito Open del calcio a 7 di Mr Soccer 5 arriva ai quarti di finale: la sfida alle 21:00 vede sul campo Fiore QuattoEmme Costruzioni, con la maglia del Messico, contro Ristorante 51, con la divisa del Brasile. Padroni di casa che hanno terminato il gruppo A come secondi mentre gli ospiti arrivano da un secondo posto nel gruppo B.

Primo pallone del match per gli ospiti che subito colpiscono la traversa con Atzeni e nell’azione seguente vanno in vantaggio con Matteo Ortu che riesce a rubare palla ad un difensore, saltare il portiere e insaccare accompagnando in rete il pallone. Se contribuisce al vantaggio dei suoi il numero 2 di Ristorante 51 è però “colpevole” del pareggio dopo due minuti degli avversari: Bagatti infatti gli strappa il pallone dai piedi e verticalizza subito per Simone Moricio che davanti a Canetto non sbaglia. QuattroEmme prende il ritmo e comincia a creare occasioni in serie e all’ottavo minuto arriva il vantaggio di Alessandro Turri che con la punta calcia sul primo palo: fondamentale l’inserimento con i tempi giusti del numero 2 che riceve palla sulla sinistra da Moricio. Ristorante 51 però non sembra subire lo svantaggio e anzi ha una doppia occasione clamorosamente non capitalizzata: doppia dormita difensiva di QuattroEmme, Ortu serve Atzeni che tutto solo davanti al portiere gli calcia addosso: la palla finisce sul palo e torna sui piedi del numero 8 che ancora una volta, da due passi, trova il palo. Continua il forcing e questa volta sfiora il pareggio Medas: triangolazione con Mastromarino e tiro di prima che finisce a fil di palo. Mentre però Ristorante 51 si affida ai guizzi dei due sopracitati, QuattroEmme opta per il palleggio e la costruzione della manovra, scelta che paga e porta al 3-1. Minuto sedicesimo, azione che parte da Ambu che allarga a destra per Moricio, cross perfetto per Alessio Bagatti e deviazione con la testa che lascia fermo il portiere avversario. I ragazzi con la maglia del Messico capiscono che è il momento di dare il colpo di grazia agli avversari e sette minuti dopo ancora Bagatti protagonista con il solito gioco di sponda per gli inserimenti dei compagni, sul pallone arriva Sandro Scioni che da dentro l’area calcia col piattone gonfiando la rete. A cinque minuti dal termine Ristorante 51 accorcia le distanze dimostrando di esserci ancora con Alessio Mastromarino che segna un bellissimo goal su calcio di punzione da una posizione leggermente defilata sulla sinistra. Primo tempo che chiude sul 4-2 e partita con ancora tante emozioni.

Seconda frazione di gioco con palla a QuattroEmme che sfiora il quinto goal in due occasioni: a negarlo la prima volta è Rais con un salvataggio sulla linea di porta, nella seconda occasione è il palo a frapporsi tra il goal e Bagatti. E per un goal non segnato arriva immediatamente quello subito: scambio veloce in area tra Ortu e Monteverde che viene atterrato, l’arbitro indica che sarà calcio di rigore. Sul dischetto si presenta al 28’ Alessio Mastromarino che non sbaglia e firma il 4-3. Partita che si accende più che mai con QuattroEmme che vuole evitare la rimonta e mettere in sicurezza il risultato mentre Ristorante 51 è più che mai agguerrita nel tentativo di agguantare il pareggio. Le azioni migliori sono proprio le loro e al 43’ ecco che il 4-4 è realtà: corner battuto da Sculco e stacco imperioso di Andrea Giovanni Boi che schiaccia di testa sovrastando il marcatore e superando il portiere. Proprio allo scadere fondamentale Canetto che sulla conclusione forte di Ambu ci mette il petto mantenendo la parità e facendo decidere questi quarti di finale ai rigori.

A tirare per primi sono i ragazzi di Ristorante 51, sul dischetto si presenta Atzeni ma Toro intuisce e para il primo rigore. È il turno poi di Argiolas che non sbaglia, come non sbaglia Mastromarino. È Ambu poi chiamato a calciare, batte basso sulla destra ma Canetto arriva sul pallone e para. È il turno di Sculco, che realizza, mentre Scioni si fa ipnotizzare da Canetto. Medas tira con successo il quarto rigore, mentre Turri sa di non poter sbagliare per tenere a galla i suoi e segna il rigore. Ultimo rigore per Ristorante 51, si incarica della battuta Matteo Ortu che con una calma glaciale fa il cucchiaio a Toro segnando il quinto rigore e regalando la semifinale a Ristorante 51. Finisce quindi 6-8 d.c.r.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

– KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE QUATTROEMME COSTRUZIONI

I TOP

Simone Moricio: 8. Un goal e un assist il bottino personale, ma in campo è fondamentale per la riuscita della manovra. Mai statico, mai un punto di riferimento, spazia sulla fascia ed è preziosissimo anche in fase di copertura. COMPLETO

Luciano Ambu: 7.5. Come al solito si posiziona a centrocampo dove cerca di essere una soluzione di passaggio per i compagni e dove cerca di impostare al meglio l’azione. Allo scadere dei 50’ regolamentari ha la possibilità di segnare il goal vittoria ma il portiere gli nega questa gioia. DINAMICO

Mirko Massa: 7.5. Difensore laterale che ha dei clienti molto scomodi come Mastromarino e Medas. Nonostante tutto si rivela un giocatore chiave nell’impostazione della manovra dalla difesa e nelle diagonali difensive. ATTENTO

Alessio Bagatti: 7. La sua specialità è il goal, in questa partita mette però più passaggi vincenti che altro. Tuttavia appare un po’ meno lucido del solito: sbaglia infatti delle occasioni semplici e non è da lui. Rimane però un’ottima prestazione la sua, contraddistinta dal gioco di sponda per i compagni che lo vedono come riferimento offensivo centrale. COLOSSO

LE PAGELLE – RISTORANTE 51

I TOP

Matteo Ortu: 8.5. Giocatore molto tecnico, segna il primo goal della gara, fondamentale nell’azione che porta al rigore e non perde mai l’occasione per rendersi pericoloso. Il cucchiaio con l’ultimo rigore è qualcosa di calcisticamente sublime che dimostra anche che questo ragazzo ha carattere. APPLAUSI

Marco Canetto: 8.5. Voto meritato soprattutto con le due fondamentali parate ai calci di rigore che mettono pressione agli avversari e esaltano i compagni. Importante anche la parata su Ambu a fine secondo tempo che porta appunto la partita ai rigori dove da il meglio. GATTO

Alessio Mastromarino: 8. Doppietta, segna su calcio di punizione e sua azione ma la sua specialità sembrano essere gli strappi palla al piede e il dribbling. Unico appunto: tiene troppo il pallone intestardendosi in azioni personali che puntualmente gli fanno arrivare due o tre uomini addosso. SOLITARIO

Andrea Giovanni Murgia: 7. Il difensore centrale con la numero 16 instaura un bel duello fisico con Bagatti lasciandogli pochissimo spazio di manovra. Polemico con l’arbitro si vede sventolare contro il cartellino giallo ma segna anche il goal del pareggio che vale i rigori. Fa tutto quello che si può fare in un match. DECISO

Thomas Victor Todesco

vs

SMELL BRASIL – PLV MARKET & FD CONCERTI vs PARIS SAINT GENNAR

È il momento dei primi verdetti del torneo estivo di Mr Soccer 5: il Mundialito arriva ai quarti di finale della Serie B e a sfidarsi sul manto del campo Fiore alle 22:00 sono Smell Brazil, con la divisa arancione della Tailandia, e Paris Saint Gennar, con la maglia verde della Nigeria. Smell Brazil ha cominciato il torneo nel gruppo C terminando la fase a gironi con soli tre punti ma trovando due vittorie convincenti nella seconda fase. Paris Saint Gennar invece nel gruppo D ha terminato quarta collezionando una vittoria e una sconfitta, quest’ultima proprio contro Smell Brazil, nella seconda fase.

Primo pallone per Smell Brazil, Paris Saint Gennar che scende in campo in sei uomini ma nonostante l’inferiorità numerica sblocca il match con Marco Piras al terzo minuto: iniziativa personale del numero 7 verde che resiste a tre uomini e apre il piattone sul secondo palo battendo l’estremo difensore. Tuttavia l’uomo in meno rappresenta un forte limite per gli ospiti che si trovano a subire ben presto il gioco degli avversari che dominano poi il primo tempo. Cross di Ledda al 5’ allontanato da Garau e il numero 7 colpisce di testa angolando troppo un minuto dopo sul traversone di Secci. Ancora Garau determinante con la smanacciata sul cross teso di Corona, Ledda prova ad andare sul pallone ma Pitzalis riesce ad anticiparlo. Corona vicino al goal al 9’, discesa letale che si conclude con un tiro che trova il palo e due minuti dopo è Secci a provarci con un tiro a giro ma ancora Garau dice di no. Tuttavia il portierone di Paris Saint Gennar si deve arrendere a Mirko Corona: al 13’ servito da Secci si fa parare la prima conclusione ma sulla seconda il numero 3 di Smell Brazil non perdona e trova il pari infilando il portiere sul primo palo. Prova a reagire la squadra in maglia verde, Giacomini letteralmente fugge sulla fascia e prova a tirare nello specchio, ma subito dopo continua il forcing di Smell Brazil. Garau al 17’ si mette tra la porta e Ledda e al 20’ para sulla punizione di Serra, ma il 2-1 arriva inesorabile: Mirko Corona in pressing alto ruba palla a Giacomini e conclude a rete con successo al 22’ e al 27’ Giulio Ledda firma il 3-1 in scivolata su assist di Serra che chiude il primo tempo.

Secondo tempo con palla a Paris Saint Germain e al 32’ ci prova ancora Piras: ancora tutto da solo, spallata ad un difensore e tiro che va fuori di pochissimo. Smell Brazil prova a controllare il risultato e al 38’ arriva il goal di Gianluca Pusceddu: assist di Rais, dribbling secco e raso terra sul primo palo. Tre minuti più tardi arriva il 5-1 direttamente su calcio di punizione da una posizione leggermente defilata sulla sinistra e calciata benissimo da Stefano Secci. Garau, nonostante i goal subiti, ne evita un altro grazie all’intervento su Rais e a quattro dalla fine Paris Saint Gennar riesce anche trovare il goal del 5-2 con Marco Martinez che in contropiede punisce la disattenzione difensiva: parte così un ultimo disperato assalto dei ragazzi in maglia verde con Giacomini che serve Simbula e guadagna un corner e poi ancora Giacomini prova la conclusione a giro al 50’. Il goal del definitivo 6-2 arriva però con Giulio Ledda: Rais dribbla Garau e prova il cross, il numero 12 di Paris Saint Gennar intercetta ridandogli il pallone e questa volta il secondo cross trova sul secondo palo il numero 7 che insacca.

Smell Brazil passa quindi alle semifinali meritatamente ma vanno fatti i complimenti a Paris Saint Gennar che esce dal torneo ma nonostante l’inferiorità numerica gioca una partita caparbia in cui mette sotto pressione e in difficoltà gli avversari.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

– KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – SMELL BRAZIL

I TOP

Mirko Corona: 8. Sulla fascia è una furia correndo avanti e indietro senza tregua e provando il tiro senza paura. Le sue sovrapposizioni lo portano alla doppietta che “corona” appunto la sua prestazione. RE DELLA FASCIA

Giulio Ledda: 8. Doppietta per lui in una partita dove sembra lasciare più spazio ai compagni in fase offensiva ma in realtà il killer instinct è sempre lo stesso: pensi non ci sia e lui invece appare dal nulla e segna. SERIALE

Gianluca Pusceddu: 8. Regista della squadra in questa occasione, non tiene una classica posizione davanti alla difesa ma anzi preferisce spostarsi sulla destra da cui imposta la manovra. Si toglie lo sfizio del goal. GESTORE

Roberto Pireddu: 7. Se non c’è Corona sulla fascia c’è lui e non sfigura, con sgroppate e ripiegamenti continui. È così “esaltato” in campo che in un’occasione resiste all’avversario che prova a strappargli la palla, torna indietro e dribbla anche i compagni per poi ributtarsi in avanti. FRECCIA

LE PAGELLE – PARIS SAINT GENNAR

I TOP

Marco Piras: 6.5. Sblocca il match, non teme l’inferiorità numerica e si lancia anche in azioni personali contro tre uomini. Si fa male verso la fine del primo tempo rischiando di dover uscire dal campo ma stringe i denti e finisce il match. STOICO

Marco Martinez: 6.5. Costretto ad un doppio ruolo per l’inferiorità numerica corre senza risparmiarsi e trova anche il goal della speranza. NEVER GIVE UP

Alberto Garau: 6.5. Che portiere, para tutto nel primo e si arrende solo ai buchi in campo lasciati dall’uomo in meno. Anche se i goal subiti sono sei è assolutamente un portiere di livello. SICUREZZA

Thomas Giacomini: 6.5. quando il passivo comincia ad essere consistente non ha paura di scendere nella metà campo avversaria facendo vedere buone qualità e spirito di iniziativa. SENZA PAURA

Thomas Victor Todesco

vs

REAL TEAM vs STUDIO TORCHIANI NON STOP

Inizia finalmente la fase ad eliminazione diretta con i quarti di finale di una combattuta Serie B del Mundialito categoria Amateur di Mr Soccer 5. Alle 21 sul campo Fiore si sfidano Real Team, con la divisa della Croazia, e Studio Torchiani Non Stop, con la maglia blu dell’Honduras. Percorsi simili quelli delle due squadre all’interno del torneo: Real Team si è classificata quinta nel girone F e nella seconda fase e nel girone B della Serie B ha ottenuto due vittorie su due. Studio Torchiani invece ha finito da ultima della classifica il girone E ottenendo poi due vittorie nel gruppo F della serie B.

Primo pallone per Studio Torchiani ma i ragazzi di Real Team partono forte pressando gli avversari e mettendoli in difficoltà con un palleggio organizzato che gli permette di arrivare in porta in alcune occasioni e sbloccare il match al sesto minuto: corner battuto da Argiolas allontanato dalla difesa, sulla palla arriva Luca Cuboni che calcia di prima tenendo basso il pallone e bucando il portiere. Gli ospiti non si lasciano abbattere dalla rete subita e cercano subito di ristabilire la parità, cosa che accade al 13’ con il goal di Daniel Scull Estopinan: numero in area di rigore di Olla che si libera del marcatore, calcia con la punta e trova la respinta del portiere su cui si avventa il numero 99 che insacca da due passi. Studio Torchiani, in fiducia per il goal appena fatto, mette pressione ai padroni di casa e va vicino al raddoppio sempre con Scull che salta secco Argiolas, conclude e trova il portiere a bloccare il pallone in due tempi. Reazione di Real Team negli ultimi minuti con Soddu che impegna Serra in due occasioni con le sue conclusioni dopo le sgroppate sulla fascia. Primi 25’ che terminano quindi in parità.

Il secondo tempo continua il trend visto nel finale del primo tempo con Studio Torchiani disposto meglio in campo e con un gioco più fluido: per i primi 10’ del secondo tempo infatti Real Team fatica a palleggiare a tenere il pallone regalandolo agli avversari con lanci lunghi e, alle volte, sconclusionati. Al 27’ ripartenza di Loddo per Nonnis e portiere che si distende, cinque minuti dopo ancora Nonnis che calcia molto bene da fuori, pallone che si abbassa e estremo difensore costretto ad alzare con la mano sopra la traversa; palo poi colpito al 37’ da Loddo e Soddu, al 41’, salva il risultato sulla linea dopo lo scambio veloce tra Scull e Olla e la conclusione di quest’ultimo. Risposta di Real Team con il diagonale di Argiolas ma, quando le squadre sono probabilmente proiettate ai calci di rigore, ecco l’episodio che cambia la partita: 48’ minuto, Cuboni con una palla deliziosa trova Argiolas che viene messo giù in area con conseguente calcio di rigore. Luca Cuboni si incarica della battuta e calcia forte leggermente sulla destra, inutile il tocco del portiere che aveva intuito la direzione e 2-1. Dopo il goal arrivano le proteste piuttosto animate di Studio Torchiani che portano al rosso diretto per Loddo e Mascia e che lasciano la squadra in 5. Tuttavia ci prova in extremis Studio Torchiani, Scull trova un formidabile Piga al 51’ ma il contropiede è letale: Cuboni atterrato ancora in area dal portiere dopo averlo saltato, altro calcio di rigore trasformato questa volta da Valeriano Puddu che, nell’azione seguente, un’altra ripartenza, offre l’assist per il definitivo 4-1 di Luca Cuboni.

Real Team accede quindi alle semifinali e aspetta di conoscere il suo avversario.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

– KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – REAL TEAM

I TOP

Luca Cuboni: 7.5. Nel complesso offre momenti di alti in cui si muove bene facendo arrivare alla fine l’azione e altri in cui risulta meno lucido. Ma comunque la sua prestazione conta tre goal e alcuni ottimi spunti. DECISIVO

Cristiano Soddu: 7. Scende con continuità sulla fascia sia a destra che a sinistra. Non ha paura di provare a cercare la conclusione e salva un goal. GUARDIANO

Marco Argiolas: 6.5. Interno di centrocampo, forse in difficoltà da metà partita per la fisicità degli avversari riesce comunque a essere decisivo procurandosi il rigore con i giusti inserimenti. FUNZIONALE

Simone Astero: 6.5. Aiuta tanto in fase difensiva rinunciando quasi completamente a quella offensiva. Determinante per i raddoppi e per le diagonali quando un compagno si spinge in avanti. ATTENTO

LE PAGELLE – STUDIO TORCHIANI

I TOP

Luca Nonnis: 6.5. Esterno d’attacco che corre tantissimo nell’arco dei 50’ arrivando spesso alla conclusione nonostante preferisca saltare l’uomo e trovare l’ultimo passaggio. SPINA NEL FIANCO

Matteo Olla: 6.5. Anche lui non offre mai un riferimento e nonostante agisca da terminale offensivo non ha paura di arretrare fino alla mediana per avere il pallone tra i piedi e cercare la giocata migliore. GUIDA

Daniel Scull Estopinan: 6.5. Centrocampista che unisce fisico e tecnica, salta l’uomo con facilità e spazia giocando in tutte le zone del campo soprattutto in fase di possesso. Ha il merito di segnare il momentaneo pareggio. RAPACE

I FLOP

Simone Loddo: 4. Un vero peccato perché fino al 48’ era uno dei migliori in campo e tra i suoi, poi dopo il rigore del 2-1 le proteste e un gesto sconsiderato verso l’arbitro che in primo luogo non può avere alcuna giustificazione e che gli costa il rosso diretto. SOPRA LE RIGHE

Thomas Victor Todesco

 

vs

DINAMO LOSCA vs VIGILI DEL FUOCO

Alle 22:00 al campo Fiore è tempo di verdetti: si decide infatti chi del girone A della Serie A andrà ai quarti di finale del Mundialito di Mr Soccer 5. Si sfidano Dinamo Losca, con la maglia dell’Inghilterra, e Vigili del Fuoco, con la maglia della Nuova Zelanda.

Primo pallone toccato dagli ospiti ma è subito Dinamo Losca a sbloccare il match con il calcio di punizione magistrale calciato da Rafaele Picciau che al 5’ mette la palla nell’angolino basso sinistro con il portiere che non può fare nulla. Continua il forcing dei padroni di casa con Picciau e Taberlet che arrivano con facilità al tiro ma al 14’ arriva la risposta di Vigili del Fuoco: punizione battuta da Salis e sassata che si schianta sulla traversa interna uscendo però dalla porta. Subito dopo l’arbitro concede da quasi la stessa posizione, leggermente defilata sulla destra, una punizione di seconda sempre per gli ospiti: E. Cocco tocca per Davide Salis che tira ancora fortissimo trovando l’unico corridoio concesso dalla barriera e di conseguenza il pari. Taberlet prova subito a dare un segnale di reazione ai suoi con una doppia conclusione al 19’: raccolto il suggerimento di Sulis la prima conclusione è parata dal portiere con i piedi mentre la seconda finisce di molto sopra la traversa. Sempre Sulis vicino poi al vantaggio al 20’ ma è sfortunato perché il suo tiro sbatte sul palo e finisce tra le braccia del portiere. il sorpasso dei Vigili del Fuoco arriva in modo inaspettato un minuto dopo: punizione concessa nei pressi della linea mediana del campo, sul pallone sempre Davide Salis­ che lascia partire un gran tiro trovando una deviazione apparentemente innocua di un difensore di Dinamo Losca che però spiazza il portiere facendo finire la palla in rete. Le squadre vanno a riposo sul punteggio di 1-2, ammonito per un contrasto al 14’ Sulis.

Secondo tempo che inizia con la sfera nei piedi dei padroni di casa che, dopo il cartellino giallo per Sanna al 29’, sono pericolosi al 30’ con Floris. Ma due minuti più tardi Zucca raccoglie sulla fascia un lancio dalla difesa, palleggiando si libera della marcatura e mette sul secondo palo un pallone forte e teso che il da poco entrato Micheal I. Espis deve solo spingere in rete siglando il terzo goal dei suoi. A questo punto della gara Vigili del Fuoco opta per un atteggiamento più difensivo, lasciando Lepori come unico terminale difensivo e costruendo una linea di centrocampo a tre uomini per chiudere gli spazi centrali e sulle fasce. Tuttavia però nel tentativo di fermare gli avversari scatta il giallo per Lepori e Glori, infatti Dinamo Losca non molla il colpo e anzi sembra che il terzo goal degli avversari li spinga a correre e provarci ancora di più: Cois al 29’ calcia sulla barriera da calcio piazzato e subito dopo Taberlet prova una conclusione che diventa quasi un assist per Perra che però non calcia bene. Ancora Perra protagonista, sempre su punizione, che centra la barriera e sulla palla si avventa poi Picciau che spara alto. Ultimi minuti molto movimentati: giallo e poi rosso per Cois, ripartenza di Sulis che costringe il portiere all’intervento in tuffo e al 53’ calcio di rigore: atterrato Matteo Giacomini che si prende la responsabilità di calciare, rigore battuto magistralmente con il portiere spiazzato e goal del definitivo 2-3. Vigili del Fuoco accede quindi ai quarti di finale dopo due vittorie nella seconda fase e una fase a gironi superata a pieno punteggio.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

– KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – DINAMO LOSCA

I TOP

Rafaele Picciau: 6.5. Segna il goal del vantaggio con una bellissima punizione. Nel primo tempo cerca e trova gli scambi veloci con i compagni e non ha paura di provare a concludere in porta. DECISO

Marco Perra: 6.5. Il migliore dei suoi, funge da regista difensivo impostando l’azione o centralmente o scaricando sui compagni sulla fascia. Anche lui prova diverse conclusione non troppo fortunate ma finisce la partita esausto dopo aver dato tutto quello che poteva. STOICO

Matteo Giacomini: 6. Si procura e segna il rigore a fine gara, per il resto forse un po’ in difficoltà ma partita comunque sufficiente. SOTTO TONO

Alessandro Floris: 6. Centrale massiccio con il vizio della discesa in attacco, riesce a controllare le punte avversarie abbastanza bene. Giallo giusto ma per il resto partita assolutamente corretta la sua. COLONNA

LE PAGELLE – VIGLI DEL FUOCO

I TOP

Davide Salis: 7. Il numero 3 dei Vigili del Fuoco ha il piede leggero: fa tremare la porta quando centra la traversa e segna due goal con due missili su punizione, il secondo da distanza. DEVASTANTE

Salvatore di Re: 7. Leader del pacchetto arretrato sbaglia poco sulle marcature e si dimostra un difensore dinamico anche sui disimpegni e nelle letture dei passaggi. SICUREZZA

Pino Limoncino: 6.5. Nel secondo tempo gioca in un ruolo misto tra mezz’ala e esterno: quando non in possesso arretra e infittisce la linea di centrocampisti mentre in fase di possesso si allarga per cercare di ripartire. DUTTILE

Emanuele Sanna: 6. Sui due goal non può fare molto, ma nel primo tempo permette ai suoi di mantenere il vantaggio e a tempo scaduto chiude su una ripartenza che poteva valere il 2-3. REATTIVO

Thomas Victor Todesco

 

 

vs

REAL TEAM vs ZUDDAS GOMME

Real Team vince a tavolino 3-0 contro Zuddas Gomme e vola ai quarti di finale.

vs

M.R.A. MULTISERVICE vs REMAX FRANCE

M.R.A. Multiservice supera di misura Remax France, ma il passaggio ai quarti di finale non è scontato a causa della bassa differenza reti. 2 a 1 il risultato finale.

Al Campo Fiore di Cagliari, alle 22,00, i Biancazzurri di M.R.A. Multiservice in maglia dell’Italia e i Blacks di Remax France in maglia della Francia, si sfidano nella seconda giornata del Mundialito C7, serie A, girone F Amateur. Partita che inizia un po’ in sordina con azioni tese a saggiare le rispettive difese. Al 5° minuto è Frau che calcia un corner, Mameli anticipa tutti e para in due tempi. Al 7° Piras prova da breve distanza, il portiere salva in angolo. Un minuto dopo Rocca subisce fallo in area e l’arbitro decreta la massima punizione. Batte lo stesso Rocca, palo e palla sul fondo. I Biancazzurri si scuotono e partono con Martis, calcio piazzato dal limite, di poco a lato. Al 12° altra punizione di Cogoni, Corso para sicuro. Due minuti dopo traversone al centro di Sanna, il portiere anticipa e respinge. I Blacks riprendono il pressing con Rocca, passaggio per Murgioni che prova, Matta chiude. Poi ancora Murgioni prova da dentro l’area avversaria, ma conclude di poco a lato. Al 17° assist di Rocca per per Marco Murgioni che piazza l’1 a 0. Reazione dei Biancazzurri con Nonnis, dribbling al limite dell’area avversaria, conclusione di poco a lato. Un minuto dopo calcio di punizione dal limite di Gianluca Nonnis, deviazione della difesa che spiazza Corso ed è l’ 1 a 1. Allo scadere contrattacco Remax con Rocca, passaggio per Frau, anticipato da Mameli. Nella ripresa M.R.A. Multiservice subito in avanti con Nonnis, calcio piazzato parato dal portiere. Poi passaggio di Martis per Nonnis che svirgola alto. Un minuto dopo Martis prova dalla distanza, Corso blocca a terra. Ripaertono i Blacks con Atzeni, cross al centro, Mameli ribatte. Biancazzuri ancora all’attacco con Cristian Basciu, corner per Sanna che prova, Collu devia. Poi azione personale dal limite di Martis, palla di poco alta. Al 36° Sanna prova da breve distanza, di poco fuori. Remax France contrattacca con Piras, passaggio per Rocca, ma Martis chiude prontamente. Passaggio di Rocca per Murgioni che poi manda alto. I Biancazzurri riprendono il pressing con Martis, triangolo con Nonnis, tiro di poco a lato. Al 41° calcio di punizione da posizione angolata di Cristian Basciu che con un preciso tiro ad effetto centra l’incrocio opposto dei pali dove Corso non può arrivare. 2 a 1. Il pressing continua. Altro tiro piazzato di Cogoni, il portiere ribatte. Matta serve Nonis che conclude di poco a lato. Altro passaggio al centro di Nonnis per Cogoni che poi spara altissimo. Remax France contrattacca alla ricerca del pareggio. Suggerimento di Rocca per Murgioni che manda di poco alto. Nei minuti di recupero serie di scambi tra Rocca, Piras e Atzeni, tentativi respinti dalla difesa. Allo scadere è il portiere Corso portatosi in avanti per dare man forte a battere un calcio di punizione, conclusione di poco sopra la traversa. Gara piuttosto equilibrata sul piano tecnico e del gioco con i comparti difensivi particolarmente solidi tanto che M.R.A. Multiservice è riuscita ad andare in rete solamente su calci piazzati, mentre gli avversari su un’unica azione offensiva.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro Store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – M.R.A. MULTISERVICE

I TOP

Cristian Basciu: 7. Assicura al vittoria alla squadra con un splendido calcio piazzato ad effetto. VOLPONE.

Gianluca Nonnis: 7. Rapido negli scambi, veloce nei passaggi, sigla la rete del pareggio con un preciso calcio piazzato. CECCHINO.

Angelo Martis: 6,5. Effettua passaggi ai compagni, si muove bene in spazi stretti, prova la conclusione personale. REGISTA.

Roberto Cogoni: 6,5. Controlla gli attaccanti avversari, supporta la difesa, si incarica dei calci piazzati. GUARDINGO.

LE PAGELLE – REMAX FRANCE

I TOP

Marco Murgioni: 7. Prova più volte la conclusione personale ed è pronto ad andare in rete su assist del compagno. FALCO.

Roberto Rocca: 7. Serve numerosi passaggi, effettua l’assist al compagno che va in rete. DECISO.

Giorgio Corso: 6,5. Nessuna colpa sulla rete del momentaneo pareggio avversario, per il resto si dimostra attento e si fa trovare piazzato nel respingere i tentativi avversari evitando così un passivo ben peggiore. VIGILE.

Matteo Piras: 6,5. Supporta la difesa, corre veloce sulla fascia, effettua passaggi, prova la conclusione personale. TUTTOFARE.

Giancarlo Pozzobon

vs

SMELL BRASIL & PLV MARKET vs INVICTA LUPI

Schiacciante vittoria di Smell Brasil – PLV Market & FD Concerti contro Invicta Lupi che conquista così l’accesso ai quarti di finale di categoria. 6 a 0 il risultato finale.

Al Campo Fiore di Cagliari, alle 21,00, gli Orange di Smell Brasil – PLV Market & FD Concerti in maglia della Thailandia ed i Gialloverdi di Invicta Lupi in maglia della Romania, si affrontano per la seconda giornata del Mundialito C7, serie B, girone D Amateur. Smell Brasil subito in avanti con Manca che prova dal limite, Pau blocca a terra. Subito dopo ancora Manca soffia palla a Cabitza, tenta da breve distanza, di poco a lato. Poi lungo lancio di Pusceddu per Ledda che prova di testa, di poco fuori. Passaggio di Serra per Pusceddu che tenta dalla distanza, palo e palla sul fondo. Invicta Lupi risponde con Drontroiu, tentativo da lontano, di poco fuori. Passaggio di Cabitza per Gruia che scavalca Locci, poi serve Nieddu che però non aggancia. Al 7° minuto Orange di nuovo in avanti con Serra, assist all’indietro per Stefano Secci che sigla l’1 a 0. I Gialloverdi contrattaccano con Cabitza, corner per Nieddu che poi svirgola alto. Al 12° altro corner di Nieddu per Cabitza che manca di poco il colpo di testa. Poco dopo scambio Cabitza, Drontoiu, Nieddu che si coordina, tira al volo, palla di poco alta. Al 16° punizione di prima di Cabitza dalla distanza, facile la parata di Locci. Un minuto dopo Cabitza intercetta palla a Tuveri, serve Drontoiu che prova e sfiora l’incrocio dei pali. Poco dopo azione personale di Ugas che serve Cabitza, Manca chiude prontamente in angolo. Al 21° lungo lancio in profondità di Nieddu per Gruia, Locci esce e salva in corner. Smell Brasil si riorganizza e rompe l’assedio. Assist di manca per Mirko Corona lasciato solo in avanti ed è il 2 a 0. Immediata la reazione Gialloverde con Gruia, dribbling dentro l’area avversaria, tiro, Locci ribatte di piede. Smell Brasil contrattacca con Manca, passaggio per Ledda che poi colpisce il palo. Un minuto dopo Ledda prova dalla diagonale, palla che termina sul lato opposto. Allo scadere è ancora Giulio Ledda pronto ad approfittare di un favorevole rimpallo sulla difesa avversaria e a piazzare il 3 a 0. Nella ripresa Invicta Lupi torna a pressare. Passaggio di Ugas per Nieddu, il portiere salva di piede. Gruia strappa palla a Tuveri, serve Ugas che prova, Locci salva di piede. Al 28° Cabitza prova dalla distanza, il portiere salva in angolo. Due minuti dopo scambio Gruia, Ugas, Buzatu, tiro dal limite, di poco fuori. Smell Brasil risponde con Pusceddu, traversone per Ledda che prova di testa, di poco alto. Poi Serra tenta da lontano, palla di poco a lato. I Gialloverdi si riportano in avanti con Ugas, lungo lancio per Gruia che prova il pallonetto, di poco sopra la traversa. Al 36° punizione di prima di Nieddu, la barriera ribatte. Poi diagonale di Cabitza per Nieddu che manda di poco fuori. Al 38° altro calcio piazzato di Nieddu ancora murato dalla barriera. Reazione Orange con Manca, corner per Fodri che prova, Nieddu ribatte. Invicta Lupi di nuovo in avanti con Cabitza, calcio di punizione per Nieddu che serve Gruia il quale dentro l’area avversaria controlla male la palla, la difesa chiude, sfuma una facile occasione. A questo punto gli Orange decidono di giocarsi il tutto per tutto. Passaggio di Serra per Manca, conclusione di poco alta. Al 45° Manca serve Luca Serra che prova dal limite a piazza il 4 a 0. Un minuto dopo suggerimento di Secci per Alessandro Manca ed è il 5 a 0. Al 48° calcio di punizione dal limite di Stefano Secci che marca il 6 a 0. I Gialloverdi cercano comunque la rete della bandiera. Calcio piazzato di Drontoiu, conclusione alta sulla traversa. Allo scader Gruia serve Ugas, passaggio per Nieddu, pessima gestione della palla che poi termina sul fondo. Risultato che rispecchia perfettamente l’andamento della gara. Smell Brasil squadra compatta, difesa granitica, capace di manovre ben organizzate, rapide e fluide. Invicta Lupi non si è mai data per vinta, ma ha dimostrato un comparto difensivo scollegato ed un attacco poco preciso e poco incisivo con difficoltà da parte dei giocatori di una buona gestione della palla in spazi ristretti.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro Store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – SMELL BRASIL – PLV MARKET & FD CONCERTI

I TOP

Stefano Secci: 7,5. Pronto ad andare a segno su assist del compagno ed a raddoppiare nel finale con un preciso calcio piazzato. MORDACE.

Luca Serra: 7,5. Serve l’assist al compagno che va a segno e a sua volta è pronto ad andare a segno su azione. CORSARO.

Giulio Ledda: 7,5. Serve passaggi, prova la conclusione personale, va in rete approfittando di un rimpallo della difesa avversaria. OPPORTUNISTA.

Alessandro Manca: 7,5. Va in rete su passaggio e a sua volta effettua l’assist al compagno che va a segno. DECISO.

IL COACH

Antonino Marino: 6,5. Dispone al momento opportuno sostituzioni ed aggiustamenti tattici e in qualche occasione invita i suoi ad evitare polemiche e contestazioni contro l’arbitro e gli avversari. GRANDE SAGGIO.

LE PAGELLE – INVICTA LUPI

I TOP

Marco Cabitza: 7. Serve numerosi passaggi, si incarica dei calci piazzati, ribatte tentativi avversari a rete, prova la conclusione personale. ONNIPRESENTE.

Domenico Nieddu: 6,5. Effettua passaggi, è rapido negli scambi con i compagni, prova la conclusione a rete anche se senza fortuna. OSTINATO.

I FLOP

Ionel Gruia: 5,5. Impreciso nelle finalizzazioni, allo scadere manca una facile occasione a causa di un cattivo controllo di palla. TITUBANTE.

Daniel Drontoiu: 5,5. Nel comparto difensivo concede troppo spazio agli avversari che possono andare facilmente a segno. VAGABONDO.

Giancarlo Pozzobon

vs

REMAX MISTRAL vs M.R.A. MULTISERVICE

Il Mundialito di Mr Soccer 5 prosegue entrando nella seconda fase. Al campo Fiore alle 22:00 va in scena la sfida della Serie A girone F tra Remax Mistral, in divisa colombiana, e MRA Mutiservice, con la maglia dell’Italia. Padroni di casa che arrivano a questa seconda fase dopo un girone perfetto terminato a punteggio pieno mentre gli ospiti arrivano da un terzo posto che gli ha assicurato comunque l’accesso alla Serie A.

Prima palla proprio per i ragazzi in azzurro che iniziano con Claudio Basciu in porta per emergenza, ma il primo vero brivido della partita arriva con Fanti che al 7’ lascia partire un tiro fortissimo che sbatte sulla traversa. Due minuti più tardi però arriva il vantaggio dei padroni di casa con Luciano Ambu che concretizza una bella azione a tutto campo iniziata da Argiolas insaccando poi in semi sforbiciata il cross dalla destra di Turri. Ancora Argiolas poi a impegnare il portiere con un bolide da calcio piazzato, ma MRA Multiservice prova a reagire con C. Basciu, che aveva poco prima impegnato con una conclusione l’estremo difensore avversario, e che si procura al 20’ un calcio di punizione a ridosso dell’area di rigore: calcia Simbula ma la palla va a lato. Ultimi minuti piuttosto accesi e ricchi di azioni importanti da entrambe le parti, in particolare i ragazzi in azzurro hanno almeno altre due ottime occasioni con Farris prima e con Sanna poi: il numero 9 è ben servito da Basciu ma davanti al portiere spara alto. A tempo praticamente finito il portiere di MRA alza sopra la traversa la conclusione di Serreli e con questa azione si concludono i primi 25’.

Il secondo tempo comincia invece col botto perché Remax Mistral piazza subito un uno-due che complica la partita per gli avversari: mattatore di questi primi minuti Alessandro Turri, che prima segna il 2-0 al 26’ e mette poi l’assist al 29’ per Giovanni Argiolas che calcia di prima e centrale sul passaggio del compagno trafiggendo Basciu. Gli avversari comunque non si danno per vinti e continuano a cercare di ridurre lo svantaggio con Farris, che prova la conclusione da lontano, poi Martis di testa su calcio d’angolo e Sanna che guadagna un corner da cui scaturirà il colpo di testa di Cogoni che finirà poi fuori. Al minuto trentanove però arriva il 4-0 di Luciano Ambu che raccoglie il cross tagliato sul secondo palo proveniente dalla sinistra di Falaguerra siglando la sua personale doppietta. A questo punto del match cambio tra i pali di MRA Multiservice, difesi fino alla fine del match da Simbula. Giovanni Argiolas è tuttavia letale anche per il neo-entrato portiere, battendolo al 43’ dopo un’azione personale che lo vede ripartire in velocità, resistere al marcatore e siglare appunto il 5-0 calciando sul secondo palo. Quattro minuti dopo arriva anche il 6-0 firmato Pier Luigi Serreli che fa tutto da solo saltando tre uomini e segnando. Con il risultato ampiamente a loro sfavore i ragazzi di Mra Multiservice provano un ultimo assalto che ha successo e che porta il nome di Matteo Simbula: uscita palla al piede del portiere che scarica per Cogoni, palla di ritorno e conclusione forte e tesa che si insacca alle spalle di Pinna per il 6-1 finale.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

– KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – REMAX MISTRAL

I TOP

Luciano Ambu: 7.5. Dinamico, offre sempre un’alternativa di passaggio ai compagni e segna una doppietta. Grande gesto tecnico in occasione del primo goal. TUTTOCAMPISTA

Giovanni Argiolas: 7.5. Ottima prestazione per il centrocampista che come al solito lega il gioco e si inserisce on i giusti tempi. La sua doppietta testimonia la sua efficacia balistica. ARMA D’ASSEDIO

Alessandro Turri: 7.5. Goal, due assist e una costante presenza sulla fascia. Pericolosissimo con le conclusioni dalla distanza anche lui. INSTANCABILE

Felice Falaguerra: 6.5. cambia il reparto offensivo: con il continuo spaziare offre diverse soluzioni di passaggio e palleggio e crea spazi che disorientano i difensori. FALSO 9

LE PAGELLE – MRA MULTISERVICE

I TOP

Cristian Basciu: 6. Stretto nella morsa dei centrocampisti avversari non riesce ad esprimersi al meglio ma tra i compagni è quello che tocca più palloni e che cerca la verticalizzazione veloce, cosa che non accade quando va in panchina. FARO

Michele Farris: 6. Tanta corsa durante i 50’ e anche diverse conclusioni nello specchio della porta. Tanto impegno da parte sua ma da solo non può sicuramente vincerla. VOLENTEROSO

Matteo Simbula: 6. Va in porta sul 4-0, subisce un goal ma è anche l’unico, in ruolo non suo, a segnare un goal. Paradossalmente fa di più giocando da regista arretrato in porta che in mezzo al campo. PORTIERE VOLANTE

I FLOP

Claudio Basciu: 5. Tutta la gara in porta per la mancanza di un portiere di ruolo, nel primo tempo regge il colpo ma nel secondo, come tutta la squadra, è vittima del tracollo. Quando esce dai pali non è protagonista di azioni importanti. AL SERVIZIO DELLA SQUADRA

Thomas Victor Todesco

vs

TECNO RETE MONTE URPINU vs CRA REGIONE SARDEGNA

Il Mundialito di Mr Soccer 5 entra nel vivo con la seconda fase del circuito Amateur e alle 21:00, al campo Fiore, va in scena la sfida valida per la Serie B girone A tra Tecnorete Monte Urpinu, occasionalmente in maglia arancione per non confondersi con gli avversari, e CRA Regione Sardegna, con la divisa verde del Camerun. Padroni di casa che nella fase a gironi si sono piazzati quarti a 6 punti mentre gli ospiti, provenienti dal girone Over, ultimi con un punto.

Prima palla per Tecnorete che subito al 6’ si presenta in area avversaria, ma sono i ragazzi in maglia verde a sfiorare il vantaggio con Manca che centra il palo, colpito poi qualche minuto dopo da Passino. È allegri poi ad impegnare il portiere, che respinge coi piedi al 7’ e due minuti dopo un rinvio errato di Spano quasi costa lo svantaggio: la palla viene intercettata da Provenzano che da centrocampo prova ad indirizzare, senza successo, verso la porta. Al 18’ bell’esterno da fuori Saviola messo in angolo dal portiere, ma la partita si sblocca però con Marco Cavallet al 22’: palla di Provenzano per il numero 10 che all’interno dell’area resiste ai marcatori, si gira nello stretto e conclude sul primo palo battendo il portiere. allo scadere del primo tempo occasione per il raddoppio con Manca che riparte in velocità in contropiede e davanti al portiere sbaglia l’appoggio per il compagno permettendo all’estremo difensore di recuperare la sfera. Squadre a riposo sullo 0-1.

Secondo tempo con la palla a CRA Regione Sardegna che al 31’ trova il raddoppio con Andrea Manca su l’assist di Orgiana colpendo in contro tempo. Gli ospiti hanno anche l’occasione di chiudere la partita con un calcio di rigore: ingenua la deviazione col braccio di Casella sul tiro di Padovano, sul dischetto si presenta Salipante che si fa ipnotizzare da Spano. Sulla respinta arriva Provenzano che non inquadra la porta e sul capovolgimento di fronte Giuseppe Fontana sui inventa un goal bellissimo con un pallonetto, al 34’, da centrocampo che si infila direttamente in porta riaprendo la gara. Il goal del numero 6 di Tecnorete non solo riapre la partita ma riaccende anche gli animi dei compagni che al 38’ trovano il pareggio: Matta apre dalla destra per Michele Addaris che conclude di prima centralmente trafiggendo Labieni. Qualche minuto dopo palla in profondità di Allegri ma Passino sventa la minaccia e i ragazzi di CRA Regione Sardegna riprendono in mano la gara con numerose occasioni: palo di Cavallet al 43’ e “sette” colpito da Padovano poco dopo. Tuttavia al 49’ è proprio Francesco Padovano a regalare la vittoria ai suoi con un goal che arriva direttamente da calcio d’angolo e che vale il 2-3 finale.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

– KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – TECNORETE MONTEURPINU

I TOP

Giuseppe Fontana: 6. Regista della squadra, tocca tanti palloni ed è il primo a andare a prenderla nelle retrovie se non gli arriva. Si inventa un grandissimo goal che riapre a 360° la partita. LEADER

Angelo Spano: 6. Para un rigore in un momento chiave del match e da, insieme al compagno con la 6, la giusta carica per recuperare due goal. Non eccezionale nei tre goal subiti ma efficace nell’occasione del penalty. ISTINTIVO

Carlo Matta: 6. Serve l’assist nel goal del pareggio, per il resto è un po’ ingabbiato tra centrocampisti e difensori, ma è comunque abili a liberarsi al momento giusto per il passaggio vincente. POSTO GIUSTO, MOMENTO GIUSTO

Michele Addaris: 6. Pareggia i conti ma vale lo stesso discorso del compagno sopracitato: lo si vede poco ma al momento di colpire c’è. FALCO

LE PAGELLE – CRA REGIONE SARDEGNA

I TOP

Francesco Padovano: 7.5. Praticamente ogni azione offensiva passa per i suoi piedi: segna, fa segnare e centra anche il palo. È l’incubo dei difensori avversari. NIGHTMARE

Andrea Manca: 6.5. Gioca muovendosi su tutto il fronte d’attacco, lo si vede di più nel primo tempo ma riesce a timbrare il cartellino nel secondo. IN AGGUATO

Marco Cavallet: 7. Fa coppia con Padovano e l’intesa in campo si vede: i due si trovano alla perfezione e creano una mole notevole di occasioni da goal. Lui riesce a concretizzarne una. ALL’ARREMBAGIO

Alessio Salipante: 6. Sufficienza perché nel complesso fa una buona partita, riuscendo a muovere il pallone con ordine e trovandosi con i compagni. Più un giocatore di contenimento che offensivo prova a segnare su rigore ma lo sbaglia. IMPRECISO

Thomas Victor Todesco

vs