TIRIAMO A CAMPARI vs L’AUTORIPARATORE

vs

AUTOC. MURA & LOBINA vs RISTORANTE 51

Ristorante 51 supera di misura Autoc. Mura & Lobina al termine di una tesissima partita ed aggancia la rivale al secondo posto della classifica. 2 a 1 il risultato finale.

Al campo dell’Ossigeno di Cagliari, alle 21,00, gli Whites di Autoc. Mura & Lobina in maglia della Croazia, ed i Gialloverdi di Ristorante 51 in maglia del Brasile, si affrontano per la decima giornata del Mundialito C7, girone B Open. Ristorante 51 subito in avanti con Mastromarino, calcio di punizione in diagonale dal limite, la barriera ribatte. Al 4° minuto passaggio lungo di Rais per Mattia Melis che poi spara alto. Subito dopo punizione di prima centrale di Ortu, Piga respinge. Autoc. Mura & Lobina risponde Michele Lai, passaggio per Matteo Ennas che prova, Boi ribatte. Michele Lai riprova quasi subito, stavolta Canetto para. All’8° Gialloverdi in vantaggio con Alessio Mastromarino, azione personale dalla propria metà campo e tiro che s’infila sotto l’incrocio dei pali. 1 a 0. Reazione immediata degli Whites che mettono sotto pressione l’area avversaria. Diagonale dal limite di Masala, di poco alto. Punizione di prima di Masala dalla distanza che sfiora l’incrocio dei pali. Reazione Gialloverde con Mastromarino, pallonetto a scavalcare per Mattia Melis, la difesa prontamente chiude. Gli Whites tornano a premere con Matteo Ennas che serve al centro Masala il quale non aggancia per poco. Al 14° assist di Samuele Lai per Mattia Melis che pareggia. Il pressing continua. Calcio di punizione di Samuele Lai per Matteo Ennas che poi manda alto. Altra punizione di Marco Melis ribattuta da Medas. Suggerimento di Masala per Michele Lai che prova dalla diagonale, palla che attraversa lo specchio della porta e termina sul fondo. Cross di Masala per Matteo Ennas, la difesa prontamente chiude. Calcio di punizione di Masala dalla distanza, Canetto blocca a terra. Altro calcio piazzato di Nicola Ennas, altra parata a terra del portiere. Nella ripresa il match si fa più equilibrato. Passaggio di Rais per Masala, Piga salva di piede. Suggerimento di Mastromarino per Ortu che prova, Marco Melis chiude. Punizione di Masala dal limite, la barriera ribatte. Gli Whites rispondono con Marco Melis, dribbling presso l’area avversaria, ma poi manda alto. Scambio tra Nicola Ennas, Masala e Michele Lai che prova, palla sopra la traversa. Masala prova ancora da breve distanza, palla di poco a lato. Michele Lai serve Masala che poi manda di poco sopra la traversa. I Gialloverdi ripartono con Monteverde che però si fa intercettare un passaggio da Nicola Ennas che serve Masala il quale poi conclude alto. Scambio tra Monteverde, Mastromarino e Medas, palla sopra la traversa. Suggerimento di Ortu per Mastromarino che prova, Innamorati ribatte. Corner di Ortu per Medas, Piga para. Punizione angolata dal limite di Mastromarino, la barriera respinge. Poi Mastromarino soffia palla a Michele Lai, prova la conclusione, ancora Piga respinge. Contrattacco di Autoc. Mura & Lobina con Masala, punizione di seconda per Michele Lai che prova, Canetto para in due tempi. Passaggio di Matteo Ennas per Samuele Lai, la difesa prontamente chiude. Altro passaggio di Samuele Lai per Masala, anticipato da Boi. Al 42° Innamorati prova dalla distanza e sfiora l’esterno del palo. Un minuto dopo tentativo di Masala dalla distanza, palla sopra la traversa. A questo punto la situazione degenera a causa di una serie di contestazioni avverso alcune decisioni arbitrali. La situazione di fa tesa sino all’ingiuria e al turpiloquio tanto che il direttore di gara si vede costretto all’espulsione di Matteo Ennas. Dopo alcuni minuti gli animi si placano e la gara ricomincia. Si riparte con un calcio di punizione di Alessio Mastromarino battuto dalla propria metà campo che, complice un’involontaria deviazione di un difensore avversario che mette fuori causa Piga, sigla il 2 a 1. La reazione degli Whites è scontata. Punizione di Masala al 51° la difesa ribatte. Altro calcio piazzato battuto da Piga, in avanti per dare man forte all’attacco, Canetto blocca. Corner di Nicola Ennas per Innamorati che serve Michele Lai, palla di poco a lato. Passaggio di Pisu per Masala che poi manda alto sulla traversa. L’ultima azione al 59° con Samuele Lai, suggerimento per Nicola Ennas, Canetto blocca a terra. Partita a fasi alterne che ha visto le due squadre pressare a turno l’area avversaria. Molte le azioni di Autoc. Mura & Lobina che sono state poi neutralizzate dalla difesa rivale o che si sono dimostrate imprecise. Ristorante 51 ha dimostrato un miglior controllo del centro campo ed è apparsa capace di manovre più precise e ragionate che hanno messo seriamente sotto pressione il comparto difensivo avversario.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro Store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – AUTOC. MURA & LOBINA

I TOP

Mattia Melis: 7. È pronto ad andare in rete su assist del compagno e in difesa è tempestivo a chiudere o anticipare gli attaccanti avversari. ATTIVO.

Walter Masala: 7. Prova più volte la conclusione personale, serve passaggi, è rapido negli scambi. REGISTA.

Michele Lai: 7. Cerca ripetutamente la rete sia su passaggio che su azione personale creando qualche apprensione nella difesa avversaria. PUNTA DI LANCIA.

Samuele Lai: 6,5. Serve passaggi, batte i tiri piazzati, serve l’assist al compagno che va in rete. DINAMICO.

LE PAGELLE – RISTORANTE 51

I TOP

Alessio Mastromarino: 7,5. Segna una doppietta su azione personale e su calcio piazzato dalla distanza. ARIETE.

Andrea Giovanni Boi: 6,5. Supporta adeguatamente la difesa facendosi trovare pronto sulle ribattute e anticipando tiri avversari. VIGILE.

Rubens Medas: 6,5. Prova la conclusione personale o su passaggio e si fa trovare pronto a ribattere tiri avversari. GRINTOSO.

I FLOP

Valentino Monteverde: 5,5. Un paio dei suoi passaggi vengono intercettati dagli avversari che poi si avviano in contropiede mettendo in pericolo la propria porta. IMPRECISO.

Giancarlo Pozzobon

vs

REMAX FRANCE vs REMAX MISTRAL

Remax Mistral supera agevolmente una Remax France in ranghi ridotti ed accede così ai quarti di finale. 9 a 0 il risultato finale.

All’Ossigeno di Cagliari, alle 22,00, i Bleu di Remax France in maglia della Francia ed i Gialloverdi di Remax Mistral in maglia della Colombia, si sfidano per la terza giornata del Mundialito C, serie A, girone F Amateur. Gara comunque che appare già compromessa dall’inizio per Remax France la quale può schierare in campo solamente cinque giocatori. Al 1° minuto assist di Ambu per Giovanni Argiolas ed è l’1 a 0. Al 2° altro assist di Ambu ancora per Giovanni Argiolas che raddoppia. Remax France ribatte prima con Murgioni, tiro dalla distanza parato, poi con Atzeni, passaggio per Murgioni che prova al volo, Pinna blocca sicuro. Gialloverdi ancora in avanti con calcio di punizione di Ambu per Giovanni Argiolas che insacca. 3 a 0. Poi passaggio di Serreli per Argiolas, assist per Emanuele Sanna che piazza il 4 a 0. Al 10° è ancora Giovanni Argiolas a marcare il 5 a 0 con un tiro dal limite. Reazione dei Bleu con Atzeni, lungo per Murgioni che prova, il portiere para. Poi tentativo dalla diagonale di Murgioni, Pinna slava di piede. Remax Mistral di nuovo in avanti con Argiolas, assist per Emanuele Sanna che sigla il 6 a 0. Al 14° assist di Ambu ancora per Emanuele Sanna e è il 7 a 0. Qualche minuto dopo assist di Sanna per Giovanni Argiolas che marca l’8 a 0. I Bleu cercano comunque la rete della bandiera. Murgioni serve Rocca, alto sulla traversa. Passaggio di Rocca per Murgioni, di poco alto. Suggerimento di Pirroni per Rocca che prova dal limite, parato dal portiere. I Gialloverdi contrattaccano con Argiolas, passaggio per Falaguerra, diagonale alto. Serreli ancora per Falaguerra, di poco fuori. Passaggio di Siddu per Sanna, il portiere salva in angolo. Al 24° assist di Sanna per Davide Siddu che piazza il 9 a 0. Reazione Bleu con Murgioni, azione personale, ma al momento del tiro dal limite scivola e l’azione sfuma. Ripartono i Gialloverdi con Falaguerra, tentativo dalla diagonale, Atzeni para. Poi Ambu serve Argiolas che prova, ancora Atzeni salva di piede. L’ultima azione è per Remax France, assolo di Murgioni che tenta l’affondo in area avversaria, Pinna salva in uscita. Gara che si conclude al termine dei 35 minuti di gioco effettivo previsto a causa dei limiti di orario imposti dalla direzione del campo. Esito della gara scontato vista la carenza di organico di Remax France che ha dovuto anche adottare la tattica del “portiere a rotazione”. Da precisare, tuttavia, che i Bleu non si sono rassegnati, hanno cercato la rete dell’orgoglio ed il portiere avversario è stato chiamato a qualche intervento di rilievo.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro Store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – REMAX FRANCE

I TOP

Marco Murgioni: 6. Prova la conclusione personale o su passaggio. TENTAR NON NUOCE.

Roberto Rocca: 6. Serve passaggi, prova la conclusione, non va in rete, ma ci prova comunque. A TESTA BASSA.

Fulvio Atzeni: 6. Nel turno di portiere effettua due belle parate e contiene così il passivo. JERSEY.

Marcello Pirroni: 6. Serve passaggi, effettua lanci in profondità, prova a contrastare gli attaccanti avversari. POLIEDRICO.

LE PAGELLE – REMAX MISTRAL

I TOP

Giovani Argiolas: 9. Con cinque reti e tre assist è stato l’indiscusso campione della serata. SUPERSTAR.

Emanuele Sanna: 8. Tre reti ed un’assist che lasciano in segno nello svolgimento della gara. CONDOTTIERO.

Luciano Ambu: 7,5. L’indiscusso padrone della fascia che effettua tre assist per i compagni che vanno a segno: IL MAESTRO.

Davide Siddu: 6,5. Serve passaggi da tutte la posizioni ed è pronto ad andare in rete sull’assist del compagno. VOLONTEROSO.

Giancarlo Pozzobon

vs

COLCHONEROS vs FC BALENTIA

FC Balentia supera Colchoneros ed accede così ai quarti di finale. 7 a 3 il risultato finale.

All’Ossigeno di Cagliari, alle 21,00, i Reds di Colchoneros in maglia della Serbia ed i Biancoverdi di FC Balentia in maglia del Galles, si affrontano nella terza giornata del Mundialito C7, serie A girone E Amateur. Colchoneros subito in avanti con Piras, passaggio per Spiga che prova dalla diagonale, il portiere salva di piede. Pronta risposta di Balentia con Mattia Pitzolu che va a segno su assist di Littarru. Al 3° calcio di punizione di Mura che termina di poco a lato. Ripartono i Biancoverdi con Pitzolu, calcio piazzato di prima ribattuto dalla barriera. Al 5° traversone di Littarru per Pitzolu, tiro ribattuto dalla traversa. Poi punizione di Pitzolu dalla distanza, palla di poco a lato. Triangolazione Piras, Deidda, Piras, diagonale che termina sul lato opposto. All’8° altro calcio piazzato di Littarru, respinto dalla barriera. Reazione dei Reds con Mura, punizione dalla distanza di poco fuori. All’11° è Alessandro Spiga a siglare il pareggio con un preciso tiro piazzato dal limite. Immediata la risposta Biancoverde con Littarru, passaggio per Mattia Pitzolu che scarta anche il portiere e piazza il 2 a 1. Solo un minuto e Balentia allunga ulteriormente con Littarru, assist in profondità per Mattia Pitzolu che non sbaglia. 3 a 1. Colchoneros si riorganizza e contrattacca. Punizione di prima di Stefano Piras, murato dalla barriera. Lancio lungo di Mura per Lumia, Paluma salva in uscita. Al 17° assist dalla diagonale di Mura per Antonio Lumia che marca il 3 a 2. Un minuto dopo tentativo dalla distanza di Mura, di poco a lato. Poi Monni prova la conclusione da lontano, fuori di poco. Reazione di Balentia con Piras che tenta dalla diagonale, di poco fuori. Poi passaggio lungo di Deidda per Littarru, Di Basilio anticipa. I Reds ripartono con Mura, punizione dalla distanza respinta dalla barriera e poi tentativo dalla diagonale di Monni, il portiere salva in angolo. In apertura di ripresa Biancoverdi subito in avanti con Deidda, assist per Stefano Piras che dalla diagonale piazza il 4 a 2. I Reds tornano a pressare con Stefano Piras, passaggio per Spiga che prova da breve distanza, il portiere ribatte. Al 30° Mura serve Spiga che tenta dalla diagonale, palo pieno. Suggerimento di Roberto Piras per Mura che poi svirgola sul fondo. Al 33° calcio di punizione di Stefano Mura dalla distanza ed è il 4 a 3. Balentia di nuovo in avanti con Pisu, traversone per Littarru, anticipato dal portiere. Deidda cerca la conclusione dalla distanza, Di Basilio blocca a terra. Poco dopo passaggio di Pitzolu per Deidda che prova, il portiere respinge, recupera e riprova Pitzolu, Di Basilio blocca. Deidda serve Littarru che tenta il tiro, Monni prontamente chiude. Sul ribaltamento di fronte calcio piazzato di Mura che spara alto. Poi punizione dal limite di Spiga, murato dalla barriera. Al 40° passaggio lungo di Lumia per Spiga che prova di testa, palla di poco fuori. Un minuto dopo Monni serve Mura che appoggia per Spiga il quale manca di poco l’aggancio. Balentia si organizza e cerca l’affondo finale. Calcio d’angolo di Stefano Piras, palla che colpisce accidentalmente Lumia, spiazza Di Basilio ed entra in rete. 5 a 3. Al 44° tiro dal limite di Stefano Piras che marca il 6 a 3. Due minuti dopo lancio lungo di Pisu per Littarru, assist per Mattia Pitzolu che sigla il 7 a 3. Poi ancora Littarru prova dal limite, tentativo smorzato da Spiga. L’ultima azione è per i Reds con Lumia che calcia dalla distanza, Plauma mette in angolo. FC Balentia ha prevalso grazie ad una maggior coralità tra i giocatori in fase di attacco, evidenziando passaggi rapidi ed azioni fluide. Conchoneros è sembrata invece fare più affidamento sulle palle inattive e sulle capacità individuali dei singoli giocatori.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro Store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – COLCHONEROS

I TOP

Stefano Mura: 7. Piazza una rete con un preciso calcio di punizione dalla distanza, serve un’assist al compagno che va in rete. TIRATORE.

Alessandro Spiga: 7. Prova più volte la conclusione personale, va in rete su calcio piazzato. OPPORTUNISTA.

Antonio Lumia: 7. Supporta la difesa, serve passaggi, è pronto ad andare in rete su assist del compagno. JOLLY.

Stefano Piras: 6,5. Molto veloce sulla fascia, effettua passaggi ai compagni, contrasta gli attaccanti, supporta la difesa. TUTTOFARE.

LE PAGELLE – FC BALENTIA

I TOP

Mattia Pitzolu: 8. Quattro reti segnate di cui ben tre su assist dei compagni. Meglio di così… ESEMPLARE.

Stefano Piras: 7,5. Tre volte a segno su assist, azione dal limite e direttamente su calcio d’angolo. CORSARO.

Matteo Littarru: 7,5. Effettua passaggi, confeziona ben tre assist per i compagni che vanno in rete. PROPULSORE.

Alberto Deidda: 6,5. Serve passaggi, prova la conclusione personale, effettua l’assist per il compagno che va a segno. ATTIVO.

Giancarlo Pozzobon

vs

REAL DIABLOSSIMIUS vs DINAMO LOSCA

La seconda fase del Mundialito di Mr Soccer 5 continua con la prima giornata della seconda fase della categoria Amateur: nella serie Serie A Girone A si sfidano al centro sportivo Belly alle ore 22:00 Real Diablossimius, in maglia nipponica, e Dinamo Losca, con la divisa dell’Inghilterra. Padroni di casa che arrivano dal terzo posto nel girone A e ospiti anch’essi terzi nel girone E.

Prima palla per gli ospiti che vanno in svantaggio al 10’ con il goal di Matteo Cuccu che grazie all’assist di Lobina riesce a trafiggere il portiere con una bella conclusione di sinistro. Al 14’ altro episodio chiave del match: F. Giacomini contesta platealmente e più volte una decisione dell’arbitro che tira fuori il cartellino rosso mettendo fine anzitempo alla gara del numero 9. Partita che comincia ad animarsi e i ragazzi di Dinamo Losca trovano il pareggio al 18’e in inferiorità numerica con Marco Perra. Al 19’ ospiti nuovamente in sette in campo e al 23’ occasionissima per Cuccu: il numero 10 parte in contropiede tre contro uno e con due opzioni di passaggio pulite decide di tirare, ma la conclusione si spegne fuori insieme al potenziale vantaggio. Sul cambio di fronte ancora bella conclusione di Perra, ma Coni si immola e salva tutto. Poco dopo sempre per gli ospiti calcio di punizione tirato molto bene Sulis con la palla che si abbassa ma finisce a lato del secondo palo. A primo tempo concluso ancora ripartenza per i ragazzi di Real Diablossimius: Cuccu apre per Torru sulla destra e il numero 3 prende palo. Primo tempo in parità.

Il secondo tempo è forse la cosa più lontana dal calcio inteso come sport: su 25’ si gioca, di fila e senza interruzioni, forse per un massimo di dieci minuti. A rallentare e spezzettare il gioco i continui falli e contrasti seguiti da lamentele verso l’arbitro e verso gli avversari da parte di entrambe le formazioni e panchine. Nonostante tutto si assiste comunque a qualche azione interessante, come il palo interno di Coni che incredibilmente esce dalla porta al 26’ e l’episodio che porta al vantaggio di Dinamo Losca: calcio di punizione battuto da M. Giacomini e fallo di mano ingenuo di Strazzera, l’arbitro concede il penalty. Sul dischetto si presenta lo stesso Matteo Giacomini che è freddo e al 36’ calcia bene mettendo la palla nell’angolo alto sinistro. Da qui fino al recupero le squadre a parte i contrasti combinano poco e al 48’ viene espulso Lampus per doppia ammonizione dovuta a proteste: il numero 8 di Real Diablossimius reclama in maniera eccessiva ad un fischio dell’arbitro finendo anche lui la partita prima del dovuto. Nella confusione generale e nel tentativo di recuperare i ragazzi in maglia giapponese lasciano spazio ad una ripartenza al 52’ inoltrato che permette a David Cois di siglare tutto solo il 1-3 finale dopo cui l’arbitro fischia la fine del match.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

– KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti

LE PAGELLE – REAL DIABLOSSIMIUS

I TOP

Matteo Cuccu: 6. Segna l’unico goal per la sua squadra e sbaglia l’ultimo passaggio in altre azioni. Non fa una partita eccezionale ma visto l’andazzo in campo di oggi è una buona prova. Si scusa con l’arbitro per chiarire quanto successo in campo a gara finita. GOAL DELLA BANDIERA

Federico Lobina: 6. Qualche spunto buono e un assist, nulla di più. La confusione generale è tanta e si perde. SPAESATO

I FLOP

Andrea Torru: 5.5. Un palo nel primo tempo e il tiro che poteva valere il 2-2 a lato di un soffio. SFORTUNATO

Marco Lampus: 5. Non riesce a giocare una buona partita complice il nervosismo in campo che lo porta ad alzare i toni inutilmente a gara praticamente finita con l’arbitro e prendere il rosso. A gara finita anche lui si scusa. GIORNATA NO

LE PAGELLE – DINAMO LOSCA

I TOP

David Cois: 6. Sufficienza solo perché a fine gara mette in porta il definitivo 1-3, ma passa agli onori della cronaca soprattutto per le continue proteste ad alta voce nei confronti del direttore di gara. POLEMICO

Matteo Giacomini: 6. Si procura il rigore e lo calcia egregiamente. EFFICACE

Marco Perra: 6. Percorre la fascia e si procura qualche occasione per finire anche lui nel caos del match. LOST

I FLOP

Fabrizio Giacomini: 4.5. Al quarto d’ora del primo tempo la sua partita è già terminata per un rosso diretto. Continua ad avere da ridire su tutto anche da fuori dal campo e a partita finita, seppure più calmo, continua a lamentarsi. ECCESSIVO

Thomas Victor Todesco

vs

PARIS SAINT GENNAR vs SMELL BRASIL

Seconda fase della Serie B girone D del Mundialito di Mr Soccer 5: alle 21:00, sul campo del centro sportivo Belly, si sfidano Paris Saint Gennar, con la maglia verde della Nigeria, e Smell Brazil, con la divisa arancione della Tailandia. Padroni di casa che arrivano dal quarto posto nel girone D e ospiti invece che si sono classificati sesti nel girone C.

Pronti via e la partita si sblocca al 5’ con Giulio Ledda che sugli sviluppi di un corner vede la sua conclusione ribattuta dal portiere che sul secondo tiro non può invece nulla. Prova subito a rispondere la squadra avversaria con Panduccio che salta l’uomo e prova la conclusione a giro col sinistro ma il portiere mette in angolo. Sull’altro fronte bella combinazione tra Secci, Ledda e Pireddu che termina proprio con la conclusione di quest’ultimo che calcia di prima a lato della porta. Al 9’ arriva però il pareggio di Marco Piras che trafigge Locci con un bel diagonale sul secondo palo e, quattro minuti dopo, Paris Saint Gennar riesce anche ad andare in vantaggio: triangolo fra Luca Deplano e Panduccio e conclusione vincente del numero 3 sul primo palo. I ragazzi di Smell Brazil cominciano qui a macinare gioco e azioni convincenti e il 2-2 arriva con la rete di Roberto Pireddu al 17’: azione iniziata con il lancio di Secci, Ledda spalle alla porta fa sponda col petto per l’inserimento del numero 4 che calcia di punta. Il 2-3 arriva nell’azione seguente e questa volta è Pireddu a servire Giulio Ledda che sigla la sua personale doppietta. Poco prima del fischio finale dei primi 25’ padroni di casa che hanno due buone occasioni con Panduccio, sempre pericoloso con dribbling e conclusioni a giro e Deplano che si propone con continuità sulla fascia. Secondo tempo che è quasi tutto dai ragazzi di Smell Brazil che nonostante il vantaggio riescono a giocare in maniera fluida. Al 27’ palla in mezzo di Serra e malinteso tra Pitzalis e Garau che quasi costa il goal. Subito dopo ancora Ledda che impegna il portiere con una bella conclusione e al 34’ azione corale che inizia con Pireddu, passa per i piedi di Ledda e Serra e termina proprio con il numero 4 che non riesce ad arrivare in tempo sulla palla tagliata del compagno. Al 43’ arriva il 2-4 di Luca Serra che raccoglie il bel cross dalla sinistra di Ledda e insacca con un bel tiro al volo e, all’ultimo minuto, Giulio Ledda riesce a realizzare la sua personale tripletta bucando Garau con un bel diagonale dalla destra su assist di Secci.  3-5 in favore di Smell Brazil il risultato finale: gran parte della gara si svolge nel primo tempo dove entrambe le squadre provano la giocata in maniera efficace. Nella seconda frazione di gioco invece i padroni di casa non riescono a gestire bene la palla cercando le soluzioni di passaggio più difficili regalando di fatto la sfera agli avversari.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. È per questo che quest’anno si confermano sponsor:

– KBK Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo OFFICINA MUSH che grazie alla professionalità dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potete trovare il loro store.

Le sponsorizzazioni e le partnership permettono alle società sportive dilettantistiche di sostenersi e di poter garantire servizi di qualità destinati ai propri appassionati utenti.

LE PAGELLE – PARIS SAINT GENNAR

I TOP

Armando Panduccio: 6.5. Molto tecnico come giocatore e dotato di un buon sinistro, tutte le azioni pericolose nel primo tempo passano da lui.  Va vicino al goal, riesce a fornire un assist ma nel secondo tempo fa poco come tutta la squadra. DISCONTINUO

Luca Deplano: 6.5. Nel primo tempo è una presenza costante sulla fascia destra, si sovrappone sempre e non si ferma un attimo con scambi veloci con i compagni. Trova un goal meritatissimo. INCURSORE

Marco Piras: 6. Segna il goal del pareggio e la sua prestazione è fatta di tanta corsa sulla fascia e lavoro sporco nel portare via l’uomo e aprire gli spazi per attaccanti e centrocampisti. ARMA TATTICA

I FLOP

Marco Martinez: 5. Non gioca una buona partita in generale non riuscendo ad esprimersi al meglio perché, con compiti più difensivi che offensivi, deve dare una mano a centrocampo. GIORNATA NO

LE PAGELLE – SMELL BRAZIL

I TOP

Giulio Ledda: 8. È l’uomo simbolo del pacchetto offensivo del team. Segna una tripletta e fa segnare con due assist. Gioco semplice ed efficace il suo: stop spalle alla porta e aperture precise per i compagni, mentre quando è davanti alla porta non sbaglia praticamente nulla. KILLER ISTINCT

Roberto Pireddu: 8. Anche lui protagonista di una partita eccezionale, corre per tutta la partita senza risparmiarsi con inserimenti, conclusioni ma soprattutto con tanta corsa e l’impostazione del gioco. Primo a pressare e primo ad andare a prendere il pallone per poterlo giocare è fondamentale nella costruzione e nella gestione del gioco. FULCRO

Luca Serra: 7. Goal anche per lui, si sacrifica molto in fase di non possesso e in fase di possesso non cerca quasi mai la giocata personale. Goal meritato e anche ben realizzato. AL SERVIZIO DELLA SQUADRA

Stefano Secci: 7. Coinvolto costantemente nelle azioni offensive che partono da lui o passano comunque dai suoi piedi. Fornisce un assist e gli manca solo il goal, per il resto ottima prestazione fatta di sostanza e pochi fronzoli. PRAGMATICO

IL MISTER

Antonino Marino: 7. Mr. Marino tiene i suoi sull’attenti per quasi tutto il match, nel primo tempo è una furia e non le manda a dire i suoi quando non rispettano le posizioni o si perdono in tocchi leziosi aggiuntivi. Dopo aver detto ai suoi che giocano male in campo quasi non si vede più un errore. Indovina i cambi a seconda della situazione e non si ferma un secondo. SERGENTE DI FERRO  

Thomas Victor Todesco

vs

LOS DE SIEMPRE vs TECNORETE MONTE URPINU

vs

MESSICO vs SMELL BRASIL – PLV MARKET & FD CONCERTI

All’impianto sportivo dell’ossigeno di Cagliari va in scena la categoria Amateour del Mundialito del Calcio a 7 . Si affrontano Messico e Smell Brasil.

Alle ore 21.00 apre il programma odierno all’impianto Ossigeno di Cagliari il Match tra Messico e Smeel Brasil. Partenza lampo dei padroni di casa ; dopo appena due minuti gli uomini di Curreli riescono infatti a passare in vantaggio grazie al tap-in fulmineo di Bruno Pusceddu su assist chirurgico proprio del numero 2. La risposta dello Smell Brasil è però immediata e veemente : Luca Serra controlla al limite dell’area e scarica un mancino di rara potenza e precisione su cui Cappai non può proprio nulla. A metà primo tempo è ancora Luca Serra a ristabilire le gerarchie con un altra rete di pregevole fattura ; il numero 9 approfitta di una incomprensione della difesa avversaria, trovando una girata pazzesca che paralizza letteralmente Cappai. Il Messico è però duro a morire e dopo pochi minuti Filippo Cabras inventa un eurogoal con un destro al volo che sfonda la porta avversaria e che genera gli applausi di tutta la panchina ; 2-2 e partita che non ci concede un attimo di tregua. A cinque dal termine sono ancora i verdi a passare in vantaggio grazie al cross tagliato di Serra e alla zampata di un Alessandro Curreli lasciato inspiegabilmente solo dalla difesa di Smell Brasil. Nel finale Domenico Zedda sancisce il momentaneo 4-2 con la quale le squadre vanno al riposo. Anche la ripresa inizia sulla falsariga dei primi 25 minuti con un Alessandro Curreli che riesce a timbrare la doppietta personale anche grazie alla complicità di un Diego Locci uscito completamente a vuoto. A metà ripresa nel giro di un minuto prima ancora Alessandro Curreli riesce ad allungare con l’ennesima zampata in area di rigore, poi è Luca Serra a riaprire virtualmente i giochi grazie ad una sassata da nemmeno un metro dalla porta. Nel finale Smell Brasil getta definitivamente la spugna subendo il settimo e l’ottavo goal da un Alessandro Curreli del tutto straripante quest’oggi ; gli avversari non possono e non riescono a fermarlo. Nel finale è Pistis su assist di Ticiani a sancire il definitivo 8-4.


I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che questa edizione esitva si confermano i seguenti sponsor:
-Un nuovo partner, la KBK
Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo , sarà Officina Mush che grazie alla professionilità e creatività dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potrete trovare il loro Store —->Link

LE PAGELLE – Messico

TOP

Alessandro Curreli : 9. Segna in tutti i modi e da tutte le posizioni. Viene lasciato inspiegabilmente solo da una difesa che ancor oggi non ha ben capito come poterlo fermare in modo adeguato ; frantuma in mille pezzi uno Smell Brasil del tutto inadeguato a fronteggiare un giocatore con questa qualità. La tempesta è arrivata! Uragano.

Nicola Serra : 7.5. Coniuga una fase di copertura sempre attenta e precisa, con alcune discese interessanti in avanti che gli permettono di servire diversi palloni geniali a Curreli e compagni. Gioca infatti per la squadra, risultando tra i più attivi lungo una fascia che viene completamente dominata dal numero 3. Moto perpetuo. 

Domenico Zedda : 7.5. Ma che goal ha fatto? Spara una cannonata di rara potenza che paralizza un Locci del tutto attonito di fronte allo strapotere avversario. Con il passare dei minuti cerca più volte di ripetersi non trovando peró fortuna, mettendo in mostra comunque delle capacità balistiche fuori dal comune. Generoso in fase di copertura. Bombardiere da guerra. 

Bruno Pusceddu : 7.5. In mezzo al campo ha un dominio pressochè incontrastato. Ha sempre la possibilità e la lucidità di potersi girare e di impostare la manovra in modo preciso e rapido ; in più alle volte è proprio lui a trovare i giusti spazi per affondare il colpo. Segna, dispensa assist e altre verticalizzazioni interessanti come se nulla fosse. Metronomo. 


LE PAGELLE – Smell Brasil


TOP

Luca Serra : 8.5. L’unico che sembra crederci o che perlomeno sembra avere quella qualità in grado di scardinare una difesa il più delle volte precisa ed ordinata. Tiene a galla i suoi con diverse giocate interessanti, ma senza il supporto dei compagni è costretto a cedere in corso d’opera. Tecnicamente, tatticamente e fisicamente di un altra categoria. Spiraglio di luce.

Rafael Ticiani : 6. Nonostante l’assist fornito a Pistis verso la fine della ripresa, la sua gara non può sicuramente andare oltre la sufficienza. Più che altro svogliato e mai incisivo rispetto a come ci aveva ampiamente abituato ; Si, è protagonista di qualche giocata interessante, ma è fin troppo poco per uno con la sua qualità ed esperienza. Sufficiente. 

Yari Manuel Rais : 6.5. Anche per lui tanta corsa e generosità ma poca concretezza in avanti. Ancora un po’ acerbo tatticamente, riesce comunque a sopperire a tale lacuna con un pressing continuo per tutti i minuti giocati. A causa dello scarso gioco dei compagni, è però molto spesso lui a doversi procurare il pallone. Mastino. 

FLOP

Diego Locci : 5.5. Partita strana per il numero 1 di Smell Brasil. Alterna buoni interventi, anche di una certa difficoltà, a momenti di completa apnea in cui non sembra riconoscersi neanche lui. Sono infatti diversi gli errori e le uscite a vuoto che sono poi costate caro a tutta la squadra. Due facce. 

 

 

Matteo Turchi

vs

TIRIAMO A CAMPARI vs FC COLONIA SARDA 2011

All’impianto sportivo dell’Ossigeno di Cagliari va in scena la categoria Open del Mundialito del Calcio a 7 . Si affrontano Tiriamo a Campari e Colonia Sarda.

 

Alle ore 22.00 chiude il programma odierno all’impianto Ossigeno di Cagliari, il match tra Tiriamo a Campari e Colonia Sarda. Partenza lampo dei padroni di casa ; dopo appena due minuti è infatti Giuseppe Mura a siglare il goal del momentaneo 1-0 grazie ad un mancino al volo sull’errore in uscita di Trudu. Al 10′ è Omar Floris a sfiorare il pareggio grazie ad un gran azione imbastita proprio dal numero 17 e conclusa con un magistrale colpo di tacco che per questione di centimetri non porta il risultato sperato. Dopo qualche azione insidiosa sempre di Colonia Sarda, al 20′ è l’asse Mura-Ghiani a portare i padroni di casa sul risultato di 2-0; il numero 9 deve infatti solo appoggiare a porta ormai sguarnita. Nel finale è Marco Porru a sfiorare il pari, trovando peró una buona respinta da parte del portiere avversario. Si va al riposo con questo risultato. Ad inizio ripresa prima Omar Floris riesce ad accorciare con una stupenda azione in solitaria, poi è Riccardo Serra a riallungare nuovamente con un tiro a giro di rara bellezza che si insacca all’incrocio dei pali come se nulla fosse ; 3-1 e distanza che rimangono invariate. A dieci dal termine è ancora Matteo Ghiani a chiudere definitivamente il match grazie ad un gran controllo in area e ad un destro fortuito sui cui il portiere avversario non riesce ad intervenire in modo efficace. Quando sembrava ormai tutto perduto, è però ancora Omar Floris ad accorciare nuovamente grazie all’ennesima giocata solitaria e conseguente tiro di punta ; Cabras non è attento. La reazione di Colonia Sarda è veemente ed inaspettata, e permette a Marco Porru di siglare il goal del momentaneo 4-3 grazie ad un piazzato magistrale da posizione defilata ; la gara è ufficialmente riaperta. Sempre l’esterno di Colonia riesce poco dopo a trovare la doppietta personale grazie ad una conclusione sporca dalla 3/4 che non lascia però scampo a Cabras. Gli ospiti riescono così ad agguantare un pari che sembrava ormai insperato visto il parziale maturato e la forza dell’avversario ; d’altra parte è stata proprio Tiriamo a Campari ad abbassare sensibilmente i ritmi permettendo così a Porru e compagni di avere quella reazione che in fin dei conti ha portato un importante 4-4.


I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che questa edizione esitva si confermano i seguenti sponsor:
-Un nuovo partner, la KBK
Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo , sarà Officina Mush che grazie alla professionilità e creatività dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potrete trovare il loro Store —->Link

LE PAGELLE – TIRIAMO A CAMPARI

TOP

Riccardo Serra : 7.5. Gestisce e riparte, disegna calcio e alle volte lo conclude, corre da una parte all’altra e cerca sempre di giocare in modo semplice ed essenziale ; il numero 4 è infatti il vero metronomo della squadra e l’unico in grado di fornire velocità ed imprevedibilità alla manovra. A ciò si aggiunge una perla di rara bellezza con cui chiude apparentemente il match. Maestro.

Matteo Ghiani : 7.5. Una doppietta all’attivo che in fin dei conti permette di portare a casa un punto misero visto il risultato maturato per gran parte del match. Perfetto nelle sponde per i compagni e nell’appoggio della manovra, meno preciso quando deve concludere verso la porta avversaria. Nonostante le due reti, sono infatti numerosi i palloni sprecati dal numero 9. Può fare sicuramente di più! Everest. 

Giuseppe Mura : 8. Quando parte palla al piede può fare letteralmente ciò che vuole e meglio crede. Incontenibile ed imprendibile per chiunque, sempre nel vivo dell’azione e anche preciso negli ultimi metri. I suoi strappi strabilianti non bastano però per portare a casa i tre punti. Fendente.

FLOP

Stefano Cabras : 5.5. Non è un portiere, ed inizialmente questo non sembra neanche pesare sull’economia del match. Anzi, si rivela anche essenziale e reattivo in numerosi interventi che sbarrano la strada a Floris e compagni. Nel finale però commette una serie di errori che di fatto permettono a Porru di agguantare un pari che per tutti sembrava ormai insperato. In calo.


LE PAGELLE – COLONIA SARDA


TOP

Luca Seu : 7. Sradica il pallone dai piedi di Mura e compagni permettendo così ai suoi di ripartire. Se inizialmente sembra essere completamente in bambola come il resto della squadra, con il passare dei minuti cresce sensibilmente dando la forza ai suoi di credere ancora nel pareggio. Diventa infatti una montagna insuperabile persino per Mura. Araba fenice.

Omar Floris : 8. L’unico che dall’inizio alla fine ha giocato sempre sugli stessi ritmi senza mai abbassare per un attimo la tensione. Prova in tutti i modi e da tutte le posizioni, trovando due goal e un assist che sanno di rinascita e che permettono ai suoi di trovarsi al triplice fischio sul risultato di 4-4. Danza sul pallone e mette costantemente in crisi tutto il reparto difensivo avversario. Squarcio. 

Marco Porru : 7.5. Assopito nel sonno del primo tempo, anche lui si sveglia e scatena definitivamente nella ripresa. Floris gli dà le indicazioni su dove e come colpire, e lui segue a pieno i consigli del numero 17 realizzando una doppietta in rapida serie che sa letteralmente di rinascita. Prima disegna un tiro a giro praticamente perfetto dal limite dell’area, poi dalla distanza è anche fortunato vista l’imprecisione di Cabras. L’urlo. 

Fabio Trudu : 6. Non parte benissimo con un errore in uscita che permette a Mura di portarsi subito in vantaggio. Dopo un primo tempo non all’altezza, anche lui riesce a riprendersi parzialmente nella ripresa, dimostrando maggiore sicurezza e precisione in qualsiasi giocata. Sufficiente. 

Matteo Turchi

vs

STUDIO TORCHIANI NON STOP vs INVICTA LUPI

All’impianto sportivo dell’Ossigeno di Cagliari va in scena la categoria Amateour del Mundialito del Calcio a 7 . Si affrontano Studio Torchiani Non Stop e Invicta Lupi.

 Alle ore 21.00 apre il programma odierno all’impianto Ossigeno di Cagliari, il match tra Studio Norchiani Non Stop e Invicta Lupi. Partenza sottotono per entrambe le squadre ; le due difese risultano infatti sempre compatte ed ordinate, e non concedono quasi nulla al rispettivo avversario. Il più pericoloso di questi primi minuti è un Daniele Meloni che per ben due volte sfiora il goal del vantaggio grazie a due giocate splendide dal limite dell’area ; si resta però sul risultato di 0-0. Al 12 ‘ è  Invicta Lupi a passare in vantaggio : ripartenza fulminea degli ospiti , filtrante delizioso di Damian Razvan e girata perfetta del solito Ionel Gruia. A cinque dal termine sono però i padroni di casa a concretizzare le numerose occasioni avute e ad agguantare il pari ; l’errore ingenuo di Gruia costa infatti caro, e in ripartenza è Matteo Olla a trovare il goal dell’uno a uno grazie all’assist intelligente di Loddo. A tempo ormai scaduto è però ancora Invicta a passare in vantaggio grazie al piazzato a giro di Federico Ugas sul perfetto colpo di tacco di Cabitza. Si va al riposo con questo risultato. Anche nella ripresa è Invicta Lupi a fare la partita, soffrendo peró qualche buona ripartenza imbastita dai padroni di casa. Al 10′ è ancora Ugas Federico ad inserirsi perfettamente e a sfruttare al meglio l’ennesimo assist al bacio di Damian Razvan ; 3-1 e partita virtualmente chiusa. Nel finale prima Damian Razvan riesce ad allungare, poi è ancora Simone Loddo a riaccorciare con una gran conclusione dal limite. La piccola reazione dei padroni di casa non basta però ad agguantare un pari che sarebbe stato forse immeritato per quanto visto oggi nel terreno di gioco. Risultato finale di 4-2.

I Campionati di calcio a 5 e calcio a 7 più famosi dell’hinterland Cagliaritano meritano partner d’eccezione. E’ per questo che questa edizione esitva si confermano i seguenti sponsor:
-Un nuovo partner, la KBK
Servizi alle Imprese, ha deciso di affiancare il proprio brand a quello della Mr Soccer 5. In primo piano per sostenere questo entusiasmante progetto sportivo.

– Sponsor tecnico dell’evento estivo , sarà Officina Mush che grazie alla professionilità e creatività dei suoi grafici ha colorato il Mundialito Season 2019 con le meravigliose maglie delle nazionali. Qui potrete trovare il loro Store —->Link

LE PAGELLE – STUDIO TORCHIANI NON STOP

TOP

Daniele Meloni : 6.5. Il più pericoloso da fuori e tra i pochi che ci crede costantemente per tutti i minuti giocati. Ha qualche lampo interessante che non porta però il risultato sperato sia per imprecisione del numero 9, sia per sfortuna. Nel finale ha infatti l’occasione per riaprirla, ma spara in faccia a Pusceddu. Altalenante.

Giorgio Carlo Testa : 6.5. Il motorino inesauribile di  Studio Norchiani Non Stop. Ringhia sulle caviglie avversarie senza mai concedersi un attimo di pausa ; si sacrifica infatti tanto per la squadra non riuscendo però ad essere incisivo come dovrebbe in fase offensiva. Meglio quando ha la possibilità di scendere palla al piede, rispetto ad una fase difensiva non al meglio delle sue possibilità. Due facce. 

Simone Loddo: 7.5. Se Meloni ci prova costantemente senza mai trovar fortuna, il numero 7 è l’unico in grado di avere la giusta giocata negli ultimi dieci metri. Intelligente in occasione dell’assist che riapre virtualmente i giochi, e perfetto nella conclusione che fa ancora sperare in un possibile pareggio nei minuti finali. A centrocampo è tra i più positivi. Tuttofare. 

FLOP

Luca Mascia : 5.5. Qualche errorino di troppo in entrambi le fasi. Non preciso in marcatura, molto spesso in ritardo negli interventi e mai incisivo in fase offensiva. Commette infatti troppi falli che permettono sempre ad Invicta Lupi di recuperare ed addormentare il match ; Nervoso nel finale. Rimandato.

LE PAGELLE – INVICTA LUPI

TOP

Ionel Gruia : 7. Si presenta immediatamente con una girata perfetta da vero rapace d’area di rigore. Commette un errore ingenuo in occasione del primo goal avversario, ma riesce a farsi perdonare con il passare dei minuti anche grazie all’immenso impegno e sacrificio profuso oggi in campo. Nel finale è infatti essenziale nei numerosi falli procurati che gli permettono di addormentare definitivamente il match. Saggio.

Constantin Damian Razvan : 8. La costante spina nel fianco della difesa avversaria. Inizialmente si prodiga in una serie di assist che Ugas e Gruia riescono a sfruttare perfettamente, poi nel finale riesce anche a timbrare il cartellino con un altro inserimento praticamente perfetto. Frantuma la difesa avversaria come se nulla fosse. Uragano. 

Federico Ugas : 8. Un fantasma che si materializza letteralmente dietro le spalle avversarie per poi colpire quando ce n’è più bisogno. Inserimenti sempre coi tempi giusti e corsa continua lungo una fascia completamente governata dal numero 8. Martella infatti costantemente la difesa avversaria senza mai lasciargli un attimo di tregua. Sentenza.

Marco Cabitza : 6.5. In ogni squadra che si rispetti è necessaria la presenza di un vero tuttofare, in grado di coniugare perfettamente entrambe le fasi fornendo equilibrio a tutti i reparti. È infatti letteralmente dappertutto, tanto che gran parte delle azioni partono da sue iniziative, mentre in fase difensiva è sempre il primo a cercare di sbarrare la strada agli avversari. Perpetuo.

 

 

Matteo Turchi

vs