Categoria: Quartu League

L’epopea Consulenza Impresa: anni di successi e sfide appassionanti per il patron Paolo Podda

Cari amici appassionati inguaribili di calcio, siamo qui per raccontarvi una storia da farà accapponare la pelle, una di quelle storie che hanno contribuito a rendere il Quartu League così popolare: la storia di Paolo Podda e della sua creatura splendente, Consulenza Impresa.

Paolo, come spesso accade nelle avventure più belle, inizia il suo percorso da lontano: nel 2011-12 iscrive la squadra all’8° Quartu League, partecipando al campionato di serie C1: in questa stagione come raramente accadrà in seguito, Paolo veste i panni di giocatore a tempo pieno, disputando praticamente tutte le partite e con un rendimento costante e molto prezioso contribuisce in maniera decisiva al titolo, conseguito dopo una lotta serrata e affascinante con Piccoli Amici, dei grandi rivali Giovanni Frau e “Bibo” Usai: nella formazione figura inizialmente anche Giacomo Pilleri (divenuto poi allenatore e gestore del gruppo), gli altri interpreti sono Francesco Marcia, Massimiliano Portas, Filippo Lai, Andrea Romeo, e i due portieri Matteo Diana e Massimiliano Mereu; a metà stagione è fondamentale l’inserimento di un giocatore che poi diventerà la bandiera della squadra, ovvero Mauro Corona che con la sua classe fa aumentare sensibilmente il tasso tecnico degli azulgrana. Durante la fase finale vi sarà una eliminazione dolorosa ma comprensibile contro la fortissima Falcon fitness, che anche in quella primavera si laurea campione.

L’anno successivo Paolo Podda sale di categoria, con una squadra già pronta per la massima serie decide ugualmente di partecipare alla serie B per rispettare alla lettera il programma stilato mentalmente: in rosa si registra l’ingresso di Marco Sireus (è più un ritorno perché la punta aveva già vinto con Mauro Corona,  Paolo Podda e Massimiliano Mereu con la progenitrice di questa squadra, Macelleria Marcias). Con numerosi successi la cadetteria viene conquistata. Durante la fase finale ci sarà l’eliminazione in semifinale ad opera di GoldBar, sempre in semifinale si chiuderà la successiva avventura, nel Summer 2013.

La stagione 2014/15 è quella del grande salto, della consacrazione assoluta. La squadra è molto competitiva ma non basta per spodestare Figli dei Fiori che si aggiudicano lo scudetto. Paolo Podda però riesce durante l’inverno a centrare l’acquisto del momento, il giocatore più ambito veste la maglia bianca di Consulenza impresa, è Umberto Festa: con quest’ultima azzeccatissima pedina, lo scacchiere dello stratega Paolo è completo e assolutamente inespugnabile: la fase finale viene superata, passo dopo passo, con risultati rotondi  e prestazioni convincenti; a metà del mese di maggio è previsto l’atto finale, al mitico Pessina stadium (che circa un anno dopo diventerà Toto calcetto), gremito in ogni ordine di posti, Consulenza Impresa si confronta con il suo rivale più ostico, ma anche il più atteso: Figli dei Fiori di Valentino Casula: è una Vittoria strepitosa, fantastica e indiscutibile. Larga nel punteggio e nel gioco espresso. Consulenza impresa che aveva iniziato qualche anno prima in sordina, è ora la squadra da battere.

Nella stagione successiva è facile e prevedibile quale obiettivo abbiano in mente Paolo e compagni: centrare quel double che fino a quel momento era stato un tabù per tutti, ad eccezionale di Falcon fitness (nel 2009/10). Nello squadrone di nero vestito entra un’altra Stella luminosa, ovvero, Alessio cossu: patron Podda raramente ha la squadra al completo, le assenze tolgono i campioni in carica fuori dalla lotta scudetto, sarà avicola Passerini a conquistarlo: proprio la squadra di Giuseppe Passerini, in una semifinale epica, sconfigge la grande favorita, dopo i calci di rigore. Duro colpo per Paolo Podda, per Mauro Corona e tutti gli altri.

L’ambizioso Paolo non si lascia buttare giù, sa che anche nelle sconfitte si possono trarre insegnamenti e avere dei riscontri positivi. Nel frattempo, il lungimirante Paolo decide che non è solo il Quartu League l’obiettivo da centrare e infatti nella medesima stagione partecipa al Cagliari League, dopo aver a lungo duellato a distanza con All blacks nella regular season, la squadra di patron Podda trova nella finalissima proprio la grande rivale e la stende con 50 minuti di grande calcio, grazie ai suoi numerosi funamboli (altri campioni entrano nella grande famiglia di Paolo, tra cui il bomber Felice Falaguerra e il regista Alessandro Turri).

L’anno successivo inizia subito bene perché viene conquistata a suon di Vittorie la Gold cup, quindi patron Podda può rimpinguare il bottino. La stagione, che era partita sotto i migliori auspici, non porta però a casa gli obiettivi principali, ovvero scudetto e titolo assoluto Quartu League. Tuttavia, al termine della lunga annata, c’è comunque un altro trofeo da sollevare, trattasi del San benedetto Cup. Paolo Podda, vincente per definizione, allarga il proprio palmares, aggiungendo in bacheca una nuova competizione. Fatto importantissimo, viene centrato per il secondo anno consecutivo il titolo assoluto del Cagliari League, stavolta l’avversario era la rivelazione Centro Revisioni Santa Gilla: la squadra di Paolo Podda (purtroppo assente al match finale) ottiene una sofferta Vittoria, nel 4-3 conclusivo è fondamentale la tripletta del migliore in campo Giovanni Sarritzu.

L’anno successivo, il 2017/18 è uno dei più impegnativi, Consulenza impresa è coinvolta su tutti i fronti: il Cagliari League prevede due divisioni, con ben 63 squadre iscritte: il patron Paolo Podda è particolarmente entusiasta di questa nuova avventura, iscrive la squadra ad entrambe le divisioni, nella serie A di Cagliari non vi sono i risultati  sperati ma d’altronde con tante competizioni da disputare, era molto dura restare sul pezzo su tutti i fronti; nella serie A di Quartu arriva il grande traguardo dello scudetto, davanti ai rivali annunciati di Delogu legnami e All Service & Orefice costruzioni. Sfuma in semifinale  il sogno di conquistare anche la prima Mr soccer Cup. A sorpresa, nella fase finale, arriva l’eliminazione, ad opera della rivelazione Eliseo Barber Shop.

Curioso che accada l’esatto opposto nella 14esima edizione  del Quartu League: la massima serie vede Mauro Corona e compagni classificarsi al secondo posto, a solo due punti da Go Go bar che poi vincerà con una finale al cardiopalma anche la Mr soccer Cup: Consulenza Impresa si trova in vantaggio al 50° minuto, in pieno recupero arriva il pareggio di Gabriele Murru, poi nei supplementari è proprio la squadra di Michael Frau a spuntarla. Sfuma quindi la possibilità di partire per Londra, però, appena due giorni dopo, il 31 maggio 2018, e sempre al Toto calcetto (strapieno anche stavolta), c’è la finalissima del Quartu League e, come da pronostico, si ritrovano di fronte ancora la squadra di Paolo Podda e quella di Michael Frau, che hanno appassionato con le tante sfide stagionali gli appassionati: il calcio spesso è curioso, può sembrare crudele e forse ingiusto ma talvolta le situazioni possono essere ribaltate: ecco che da una finale quasi vinta e poi persa si passa ad un successo insperato, dopo aver evitato la sconfitta sul fil di sirena. A pochi minuti dal termine vince Go Go bar 5-3, ma i gialloneri accorciano, scocca il 50° minuto, la squadra del pluripremiato Paolo Podda è ancora sotto, i rossoblu si preparano a gioire, invece nel recupero arriva il pareggio firmato dal capitano Mauro Corona. Mancano pochi secondi alla fine del recupero, a questo punto la testa dei 10 giocatori in campo si dovrebbe concentrare sui 10 minuti supplementari; invece no, c’è un giocatore che malgrado le numerose energie spese, ha ancora la lucidità per un ultimo guizzo: Giovanni Sarritzu (uno dei tanti colpi di mercato del presidentissimo Paolo) mentre l’arbitro guarda il cronometro prende palla, si infila nella retroguardia avversaria e prima del triplice fischio compie un duplice dribbling e calcia con un diagonale chirurgico, secco, preciso, al bacio, imprendibile. È gol. È Vittoria. È TITOLO ASSOLUTO. il secondo, dopo 3 anni. Una simile giocata non poteva che essere il punto esclamativo sulla grande annata della squadra delle squadre, quella Consulenza Impresa che c’è sempre tra le favorite ma che stavolta pareva dovesse essere beffata con due finali perse in appena 48 ore. E no, amici, il calcio è magari crudele ma non è stupido: il Dio Eupalla ti fa prima soffrire ma se sei un campione ti ricompenserà prima o poi, e quando meno te lo aspetti.

Quello del 31 maggio 2018 è probabilmente il successo che più di ogni altro, dottor Paolo Podda, capitan Mauro Corona e tutti gli altri si siano mai goduto, anche più del traguardo che verrà raggiunto appena 60 giorni dopo: il Mundialito 2018, sezione Top, calcio a cinque, viene aggiudicato da Consulenza Impresa che così amplia la propria bacheca non solo numericamente ma anche in varietà: tanto per cambiare, vengono inseriti altri campioni, per questa avventura vediamo in rosa anche Luca Ruggiu e Wilson Santos Araujo: la finale vede come avversario quella Avicola Passerini che aveva già vinto due anni prima, stavolta con un bel 4-2 vince Consulenza Impresa e come accaduto due mesi prima è Giovanni Sarritzu l’uomo copertina. Naturalmente tutti gli altri hanno disputato una strepitosa finale, come il capitano, lo stacanovista Mauro Corona.

Questo ragazzo, il vero fedelissimo di “Sua mentalità vincente” Paolo Podda, ha vissuto tutta la lunghissima avventura, facendo tutti gli step e senza mai saltare un incontro. Ora che il patron non ha la possibilità di seguire la squadra da vicino, Mauro ricopre di fatto anche il ruolo di presidente. Questo  è un elogio doveroso che porgiamo noi come Mr soccer Five ma che lo stesso Paolo Podda avrà chissà quante volte porto.

La stagione 2018-19 ha offerto altri grandi sfide e altri applausi per questa fantastica squadra: incredibilmente non ci sono titoli. La fase finale della quindicesima edizione del Quartu League vede consulenza impresa giungere in finale nuovamente ma Mauro e compagni cedono all’extra time ad un nuovo potente rivale, Real Friends. Anche il Mundialito 2019 sfuma stavolta, sempre in finale e, ironia della sorte, sempre ai supplementari: due trofei che si potevano vincere, ti sfuggono dalle mani per un pelo. È crudele, già, lo sappiamo. Ma la grandezza di Consulenza Impresa è anche questa. Viene applaudita e omaggiata anche nella sconfitta.

Quest’anno le cose non stanno andando finora benissimo. Attenzione amici: la granitica squadra di Paolo, capitanata egregiamente dallo stacanovista Mauro, quando appare vulnerabile fa ancor più paura. Certamente anche in questa primavera ne vedremo delle belle.

Non potevamo, a conclusione di questa meravigliosa storia, che rendere omaggio con un oceanico ideale applauso al lungimirante Paolo Podda, “la mente”, e il suo acquisto numero uno, Mauro Corona, “il braccio”.

CONGRATULAZIONI ALLA LUNGA LISTA DI PROTAGONISTI CHE HANNO CONTRIBUITO AI MOLTEPLICI SUCCESSI DELLA SQUADRA.

CONGRATULAZIONI  CONSULENZA IMPRESA  !!!

Nicola Corongiu

GRAZIE A TUTTI!

Crediamo davvero che alcuni proverbi ci azzecchino, tipo “occhio per occhio, dente per dente” o “dagli amici mi guardi Dio che ai nemici ci penso io” o ancora “diffidate dalle imitazioni” (ah questo forse non é un proverbio, ma ci piace metterlo un po’ qua e un po’ la ogni tanto 🤭 )… Ma ci sono due proverbi che, possiamo garantirvi essere totalmente sbagliati. Il primo é “il buongiorno si vede dal mattino” … Ohhhh no, vi possiamo garantire che se venerdì la giornata fosse iniziata così come é finita, l’epilogo sarebbe stato molto diverso. Sì, perché puoi anche pensare di avere tutto sotto controllo, di aver pensato a tutto ma al tuo risveglio arriverà qualcuno o qualcosa che ti scombussolerá i piani. Ma chi é abituato a creare regolamenti e campionati con incastri impossibili anche per un software, non si dispera mai, non getta mai la spugna ed arriva a fine serata perché “the show must go on” . Sì perché se la giornata fosse finita così come é iniziata non avremmo mai visto 3 gare spettacolari, 6 squadre darsi battaglia e 62 premiazioni di quel calibro, per poi finire con i fuochi d’artificio, che Signori, qui un altro detto ci vuole eh (aiutati che il ciel ti aiuta)…
Ed ecco come siamo soliti aiutarci : scegliendo gli impianti più belli dell’hinterland cagliaritano (si ringrazia Claudio Cordeddu per la disponibilità dell’impianto Sporting San Francesco per la serata finale), collaborando con professionisti (si ringraziano Loddo Giovanni Marzio Piga Gianni Pillai Claudio Carboni Gianni Orru Danilo Cangemi Andrea Schintu Andrea Siddi e tutti gli altri direttori di gara) e con collaboratori sempre sul pezzo (un grazie speciale a Tamara, Silvio Pitzalis Andrea Tocco Omar Meloni Roberto Artizzu Lorenzo Perra Jean Charles Pozzo Matteo Turchi Nicola Corongiu Simone Paderi Thomas Todesco), chiedendo il supporto di imprenditori appassionati, indispensabili per il successo delle nostre manifestazioni (grazie di cuore a Francesco Delogu della Delogu Legnami, a Nicola Perra Revisioni Non Stop, a Paolo Podda Consulimpresa)
Un grazie anche allo staff che organizza l’open barbecue (grazie di ❤️ a Mario, Laura, Sergio, Pina, Mino, Gianni, Agnese, e tutti gli altri )
Insomma Signori noi ce la mettiamo sempre tutta ma da soli non potremmo mai arrivare a certi risultati… Quindi grazie a tutti, ai Presidenti delle squadre, ai supporters, a chi cerca di imitarci spingendoci sempre a fare di meglio per diventare irraggiungibili.
Sperando di non aver dimenticato nessuno…
Grazie.

Ah … Il secondo detto che smentiamo é “il gioco é bello quando dura poco” … Ma che poco… Noi di questo gioco non ci stancheremo mai. E speriamo neanche voi.

Giacomo & Cristina
SSD Mr Soccer 5.

ATTO FINALE 15° campionato Quartu League calcio a5

Cari amici calciofili, anche quest’anno il grande futsal amatoriale ovvero il Quartu League ha proposto una stagione di grandi incontri e di grande spettacolo e divertimento per tutti.

Quando ci si avvicina al momento della premiazione (quest’anno i vincitori avranno la possibilità di giocare un match a livello europeo, affrontando una squadra del circuito amatoriale spagnola in un magnifico impianto di Madrid), la mente inevitabilmente ritorna agli anni precedenti, i grandi match e le lunghe feste dei vincitori, facciamo una bella rassegna con i grandi successi degli anni passati:

Quando si parla di titolo assoluto del Quartu League, è praticamente obbligatorio pensare a Falcon Fitness, la squadra più decorata del quindicennale torneo di calcio a cinque, vincitrice in ben quattro edizioni tra il 2007-08 e il 2011-12, tra l’altro, a tutt’oggi, ancora l’unica formazione ad aver centrato il DOUBLE  (scudetto-coppa); nel quinquennio dorato della squadra di Gianni Frau, si segnala una formazione di qualità formidabile che trionfò nel 2010-11: parliamo di Macelleria Marcias che arrivò al titolo da compagine della serie cadetta, in quegli anni facevano la loro comparsa altri due squadroni, Grandi Opere Immobiliari e Goldbar, che avrebbero trionfato rispettivamente nel 2013 e nel 2014, quasi contemporaneamente (ritornava a casa una delle amate figlie del Quartu League, quella Cambarau Costruzioni che aveva vinto il titolo nel 2007), si formava una nuova squadra di sicuro successo, ovvero Consulenza Impresa che ricomponeva in buona parte la formazione vincitrice nel 2011, rinforzata ulteriormente, nel 2015 anche la fortissima Figli dei Fiori dovette inchinarsi a tale potenza, nel maggio 2016 la squadra di Paolo Podda esce in semifinale dopo i rigori, Avicola Passerini può finalmente raggiungere la sua prima finale ma l’esito lascerà i ragazzi di Giuseppe Passerini con l’amaro in bocca: con un netto 5-1 vince il 12° Quartu League Gas & Luce/Ottica 4 Eyes . Due stagioni fa ci fu una finale un po a sorpresa, soprattutto per la formazione della cadetteria, West Brombwich che comunque deve cedere nettamente contro un gruppo in piena forma, i P-nachos di Daniele Putzu. L’anno scorso abbiamo avuto invece una finale da tutti pronosticata: raggiungono l’atto finale, programmato per il 31 maggio, Consulenza impresa e Go go Bar, vediamo il loro percorso:

Agli ottavi di finale, entrambe le squadre superano il turno agevolmente, Go Go bar elimina con un 8-3 Santana, mentre Consulenza Impresa batte Cafe Settanta addirittura con un roboante 9-2; ai quarti di finale, Frau e compagni si impongono 5-2 sulla GC Edizioni di Gabriele Congiu e, curiosità, anche i ragazzi di Paolo Podda eliminano Mush Shop.com col medesimo punteggio, in semifinale, Michael Frau e compagni vincono nuovamente per 5-2, stavolta c’è un avversario di due categorie inferiore, la sorprendente L’autoscuola.Net che ha conquistato il titolo in serie C1, la formazione di Paolo Podda deve invece affrontare la vincitrice della serie B, quella Real Friends che ha dominato totalmente la cadetteria e infatti a dimostrare che i ragazzi di Fontanarosa siano un osso duro c’è anche il punteggio finale, che è di parità: ai calci di rigore sono fatali gli errori di Cera  e Serreli quindi in finale va dopo tre stagioni Consulenza Impresa che nell’atto finale contro Go Go bar vive altri 50 minuti di emozione incredibile: Mauro Corona e compagni si trovano sotto a ridosso del 50° minuto ma nei minuti di recupero Giovanni Sarritzu si inventa  le giocate  per pareggiare e vincere, non solo l’incontro ma addirittura il titolo.

La soddisfazione più grande è per Paolo Podda che appena due giorni prima aveva perso praticamente nella stessa maniera la Mr Soccer cup, venendo raggiunta nel finale da Go Go bar e poi battuta nei supplementari.

Nella fase finale del 15° Quartu League abbiamo tre semifinaliste provenienti dalla massima serie e una grande sorpresa, per la prima volta una formazione di serie C arriva tra le prime quattro:

Complimenti quindi a Tergam che dopo aver conquistato il proprio titolo di categoria, ha fatto molto bene sia agli ottavi di finale, dove ha annichilito Imaginarium, che ai quarti di finale, dopo un  match molto combattuto, vittoria per 5-4 contro  la coriacea Cafe Settanta; gli scudettati di Real Friends arrivano in grande forma alla semifinale, eliminate in ordine Atletico Toko  (10-4) poi Avicola Passerini, 5-3 il successo nel big match dei quarti, invece, Consulenza impresa vince nel primo turno facilmente contro Team Cruc, 9-2, poi successo meritato ma sofferto contro Futsal Lebon che cede 6-4 a Corona e compagni, in semifinale l’avversario sarà lo stesso della finalissima del 2018: Go go bar ha battuto agli ottavi di finale La cantera Consulenza Impresa per 8-4 poi ai quarti di finale ha superato una formazione di massima serie, ovvero Quattroemme Costruzioni, piegata per 6-3. Lunedì 20 potremo vedere le semifinali mentre Venerdi 24 è in programma l’atto finale.

Come vi abbiamo detto all’inizio dell’articolo, chi vince il Quartu League 2019 parte per Madrid.  Nel settembre del 2018 c’è già stato come premio quello di poter raggiungere una grande capitale europea: nella scorsa stagione tale privilegio era riservato alle vincitrici della Mr Soccer cup  (tanto nel Quartu League quanto nel Cagliari League): Go go bar si impose su Consulenza Impresa e a settembre vinse a Londra anche l’ Anglo-sardinian Cup e quest’anno è la volta della calda e coloratissima Madrid.

Tra due settimane sapremo chi si godrà un soggiorno da sogno.

Nicola Corongiu

CYBORGH

🎯 Gianni Argiolas
➡️ Giocatore classe 85′.
📌 Ruolo centrocampista

Talento e forza. La sua sconfinata fede nerazzurra la fanno diventare a tutti gli effetti lo “Zanetti della Cagliari League”, una macchina perfetta capace anche di giocare 3 partite di fila facendo rifornimento di criptonite ma soprattutto sfruttando due decenni di duri allenamenti e partite sui campi di tutta l’Isola, e che con tanta professionalità lo hanno anche portato a diventare uno stimato Dirigente Sportivo del Samassi, di cui è stato per lungo tempo capitano. Assist e gol nella corazzata Consulenza in serie A, ormai pronta a fare il grande salto per il titolo; titolo che invece arriva all’ultima giornata con Agus Paolo in serie B e col Real Friends a calcetto (miglior attacco e miglior difesa!). Chiude la sua straordinaria stagione con qualche cameo nel MM Real per dare una mano agli amici di un tempo e sfiorando d’un soffio un clamoroso triplete personale. CYBORG

Simone Lifoda

👔 Club di appartenenza Agenzia Tecnorete Monte Urpinu
⭐️ Campionato serie A calcio a7 Consulimpresa
⭐️ Campionato serie B calcio a7 Agus & Bonifiche Agus
⭐️ Campionato serie C calcio a7 MM Real
⭐️ Campionato serie A calcio a5 Real Friends
👕 7 il numero di maglia
👟 Destro il suo piede preferito
🏃‍♂️ 85 partite giocate*
⏱ 4.200 minuti giocati*
⚽️ 63 gol*
🅰️ 51 assist*
7️⃣ 6.3 media voto*
⚠️ 4 ammonizioni*
❎ 0 espulsioni*
❌ 0 giornate saltate per squalifica*

Bravo Gianni 👏👏👏

*dati dal 2017

TULIPANO NERO

🎯 Manuel Foschini
➡️ Giocatore classe 73′.
📌 Ruolo universale

Fascetta al braccio e testa alta. Il camaleontico capitano arancio-nero veste per il secondo anno la maglia del Tecno Rete, disputando tutte le partite e occupando ogni zona del campo quando necessario: difensore o centrocampista per impostare e far ripartire l’azione, oppure facendo a sportellate davanti contro i ragazzini più giovani dando sfogo a un discreto senso del gol, che nelle prime 3 giornate lo porta per ben 5 volte a bucare la porta difesa da Monni (Red Devils, castigato anche al ritorno), Tolu (Downloading) e Cinus (Zona Cesarini), trascinando la squadra al terzo posto insieme ai vari Fontana, Camboni e Pilloni. Numerose assenze e qualche partita storta (vedi l’autogol del n.5 contro il Terzo Tempo o la pesante eliminazione in Coppa Italia con Su Stampu) fanno precipitare la sua “tecno dance” ma col carisma che lo contraddistingue riesce ugualmente a portare a termine una stagione altalenante, comunque fondamentale per la costruzione di un “dream team” per una possibile nuova missione nel girone Over.
IL TULIPANO NERO

👔 Club di appartenenza Agenzia Tecnorete Monte Urpinu
⭐️ Campionato serie C calcio a7 div. Cagliari
👕 5 il numero di maglia
👟 Destro il suo piede preferito
🏃‍♂️ 87 partite giocate*
⏱ 4.350 minuti giocati*
⚽️ 24 gol*
🅰️ 7 assist*
7️⃣ 6.3 media voto*
⚠️ 4 ammonizioni*
❎ 0 espulsioni*
❌ 0 giornate saltate per squalifica*

Bravo Manuel 👏👏👏

*dati dal 2016

IL GENERALE

🎯 Alessandro Locci
➡️ Giocatore classe 87′.
📌 Ruolo laterale

Grande laterale, corre ininterrottamente per cinquanta minuti, agisce preferibilmente sulla fascia sinistra, crossa con precisione e conclude insidioso, ottimi risultati sia nel Quartu League che nel Cagliari League, è lo storico capitano della squadra Planet Capoterra.
GENERALE.

👔 3 Clubs di appartenenza
⭐️ Campionato serie C calcio a7 Planet Capoterra
⭐️ Campionato serie B calcio a7 Orefice C.& All. Service
⭐️ Campionato serie B calcio a5 Los Burros
👕 14 il numero di maglia
©️ Capitano
👟 Destro il suo piede preferito
🏃‍♂️ 96 partite giocate*
⏱ 4.800 minuti giocati*
⚽️ 32 gol*
🅰️ 28 assist*
7️⃣ 6.58 media voto*
📈 direttamente coinvolto in una segnatura ogni 80 minuti
⚠️ 5 ammonizioni*
❎ 0 espulsioni*
❌ 0 giornate saltate per squalifica*

Bravo Alessandro👏👏👏

*dati dal 2018

DON MARCO EL PIBE

🎯 Marco Sireus
➡️ Giocatore classe 80′.
📌 Ruolo attaccante

Pezzo di storia del calcio amatoriale, colonna incrollabile del pluridecennale Quartu League, titoli e trofei ormai non si contano più, la gara è per lui solenne come una messa, ogni gesto atletico e tecnico è come una preghiera, la sua passione è inesauribile, fedeltà assoluta al bel gioco, come del resto i gol, raggiungendo quota 100 in una sola stagione (2010-11).
DON MARCO EL PIBE

👔 3 Clubs di appartenenza
⭐️ serie A calcio a5 Consulimpresa
⭐️ serie A calcio a7 Consulimpresa
⭐️ serie B calcio a5 Consulimpresa La Cantera
👕 10 il numero di maglia
👟 Destro il suo piede preferito
🏃‍♂️ 173 partite giocate*
⏱ 8.650 minuti giocati*
⚽️ 331 gol*
🅰️ 199 assist*
7️⃣ 7.26 media voto*
📈 direttamente coinvolto in una segnatura ogni 16 minuti
⚠️ 17 ammonizioni*
❎ 1 espulsioni*
❌ 2 giornate saltate per squalifica*

congratulazioni Marco👏👏👏

*dati dal 2015

LESSON

🎯 Alessandro Turri
➡️ Giocatore classe 76′.

Professore in scarpe e pantaloncini, quando scende in campo non gioca, bensì insegna. Ultimo esponente del calcio filosofico, apostolo di Pirlo e Iniesta, le sue geometrie sono degne di Pitagora.
LESSON.

👔 4 Club di appartenenza
⭐️ Campionato serie A a7 Consulimpresa
⭐️ Campionato serie A a5 Go-Gò bar
⭐️ Campionato serie B a5 Futsal Lebon
⭐️ Campionato serie D/Over a7 Ottica 4 EYES
👕 8 il numero di maglia
👟 Destro il suo piede preferito
🏃‍♂️ 353 partite giocate*
⏱ 17.650 minuti giocati*
⚽️ 394 gol*
🅰️ 294 assist*
7️⃣ 7.13 media voto*
📈 direttamente coinvolto in una segnatura ogni 25 minuti
⚠️ 16 ammonizioni*
❎ 3 espulsioni*
❌ 2 giornate saltate per squalifica*
📌 Ruolo centrocampista

congratulazioni Alessandro👏👏👏

*dati dal 2015

EL PICHICHI

🎯 Roberto Tesio
➡️ Giocatore classe 82′.

Attaccante di antico lignaggio, più forte della malasorte, più forte di qualsiasi atroce dolore, rientra dopo due lunghi anni di assenza forzata, punta esperta della scuola di onorata stirpe. La sa molto lunga, ha fiuto ed astuzia, se non può concludere a rete personalmente, con un solo gesto mette il compagno davanti alla porta, nella storia del Quartu League ha realizzato una caterva di gol.
EL PICHICHI

👔 Club di appartenenza
⭐️ Campionato: serie A calcio a5 CBD AREA
👕 11 il numero di maglia
👟 Destro il suo piede preferito
🏃‍♂️ 85 partite giocate*
⏱ 4.700 minuti giocati*
⚽️ 121 gol*
🅰️ 47 assist*
7️⃣ 6.5 media voto*
📈 direttamente coinvolto in una segnatura ogni 28 minuti
⚠️ 17 ammonizioni*
❎ 0 espulsioni*
❌ 3 giornate saltate per squalifica*
📌 Ruolo pivot

Bravo Roberto 👏👏👏

*dati dal 2015